Mici nella notte! :-)

Ieri pomeriggio siamo tornati dall classica due-giorni pasquale (dal sabato al lunedi’ pomeriggio) con visita parentale in  quel di Merano, cosi’ abbiamo anche provato la nuova pandina sul percoso lungo con risultati piu’ che soddisfacenti 😉

Stavolta non abbiamo chiamato la cat-sitter per star dietro ai gatti, abbiamo messo due bei e semplicissimi distributori di acqua e di crocchette, raddoppiato la lettiera mettendone una seconda e… attivato un sistema di videosorveglianza a basso costo monitorabile da un qualunque PC o smartphone remoti connessi a Internet 😉

In pratica si tratta di tre videocamerine IP connesse al router-modem ADSL di casa (il PC puo’ anche stare spento, serve solo per la configurazione iniziale). Queste videocamerine possono essere ruotate orizzontalmente e verticalmente sempre da PC remoto e hanno la vista a infrarossi per la visione notturna. Nonostante il loro basso costo (in seguito ad offerta speciale) la qualita’ e’ sufficiente per una utilizzazione simil-sistema di sorveglianza, infatti in teoria sarebbero anche capaci di mandare una e-mail o un sms in caso di rilevamento di movimento, ma noi tale funzione non l’abbiamo impostata.

Lo scopo era, visto che sarebbero stati due notti e tre giorni da soli, verificare che i gatti non avessero impellenti necessita’, tipo mancanza d’acqua per distributore rovesciato o simili. Inoltre serve anche per quando Tom, il cane, e’ solo a casa quando lavoriamo entrambi.

Mi ci son picchiato per un mese buono per riuscire a farle funzionare quelle benedette videocamere! Un po’ perche’ io di router non ne capivo granche’, un po’ perche’ poi ho scoperto che il software fornito con le videocamere non funzionava da remoto; cambiato quello e’ andato faticosamente tutto a posto. Pero’ adesso siamo soddisfatti del risultato! 😀

Abbiamo potuto vedere che i gatti sono, come ci aspettavamo, molto piu’ attivi nelle ore serali, mentre in quelle pomeridiane dormono o, come nel caso di Numa, spariscono letteralmente (in realta’ sappiamo che va a dormire nell’armadio ;-)). Inoltre non e’ vero che non gliene importa nulla dei padroni: gli abbiamo beccati spesso a guardare per lunghi minuti ed apparente apprensione la porta di casa, come a vedere se rientravamo o no, soprattutto nella fascia di orario nella quale normalmente torniamo a casa 🙂 Ci facevano una tenerezza! 😦

Comunque eccoli qua, in qualche fotogramma anche in notturna 😛 E in fondo c’e’ anche Tom, in un fotogramma di pochi minuti fa. Lui, poverino, sta quasi sempre accanto alla porta, in attesa del nostro rientro 😦

Sissi e Julius (che fa il pane sul maglione! ;-))

La simpatica Numetta spunta da dietro i cuscini

Gatti fantasma!! 😀 Sissi sul divano, Julius sul tavolo, Numa dalla porta

Tom all’ingresso di casa, in paziente attesa del nostro rientro…

Annunci

60 pensieri su “Mici nella notte! :-)

    • eheheh se non mi avessi sottolineato l’errore… non me ne sarei accorto! 😀
      E’ vero comunque, i gatti sono un poco più indipendenti… ma non tanto quanto generalmente si pensi 😉

      Mi piace

  1. Certo che è un’ottima idea, anche se io di reuter e server remoto non ci capisco niente. Con questo sistema di videosorveglianza avete potuto tenere costantemente tenere d’occhio i vostri animali. Sono simpaticissimi, tutti, ma Numa che spunta da dietro il cuscino è veramente da mangiarselo di baci 😀

    Mi piace

    • Bé, nessuno nasce imparato 😛 Anche io ne sapevo poco, certo conoscevo cos’erano e un po’ di teoria, ma in quanto ad impostarli… 😉
      eheheh sì, Numetta è davvero una gattina simpatica 😀

      Mi piace

  2. Alla faccia delle antiquate ricetrasmittenti a piccola distanza…
    questa cosa mi inquieta un po’ però… anche se invece è rassicurante sulle grandi distanze!!!

    Mica lo sò se avrei il coraggio di guardare… come si dice: “occhio che non vede cuore non duole!! … 🙂

    Mi piace

    • Infatti un po’ di tristezza la mettono, Tom soprattutto, ma peggio sarebbe tornare e trovare qualcosa a cui, potendo, si sarebbe potuto rimediare. Lo scopo e’ stato questo, il resto e’ qualcosa in piu’ 🙂

      Mi piace

  3. Bella l’ idea delle webcam come sorveglianza low cost 🙂 Ci stavo pensando anch’ io più per sicurezza della casa che per i miei amati gatti (difficlmente rimangono solo per più di 24 ore :D).
    La credenza che i gatti siano affezionati alla casa e non al padrone è una credenza popolare dura a morire e solo sulla base di vedere contrapposto il cane al gatto 🙂
    In quanto all’ attività..credo dipenda dalla stagione.Col freddo le mie gatte sono capaci di poltrire anche più di 20 ore al giorno. Appena le temperature salgono un po’, di giorno poltriscono al fresco e di notte ehm..vanno a caccia 😀

    Mi piace

    • Diciamo che la dicotomia è un po’ forzata: sicuramente i cani sono più attaccati ai padroni che alla casa mentre per i gatti è, apparentemente, il contrario, ma io credo che sia anche questione di abitudini. Il cane è abituato a uscire, a seguire i padroni; il gatto generalmente sta a casa e si sposta di rado. Chiaro che dopo anni il gatto inizi a temere cosa “è fuori”, non conoscendolo, ma cio’ non vuol dire che non sia attaccato ai padroni. Per i miei gatti, abituati a vivere in 30mq. di appartamento e uscire al massimo su un piccolo tetto, è un autentico trauma ogni volta che mettono una zampetta fuori 😐

      Mi piace

      • Cani o gatti? Una volta ho avuto un gatto che mi seguiva dappertutto, in campagna, e si comportava più o meno come un cane. Dipende dal carattere dell’animale. Qualcuno è più espansivo, qualcuno meno espansivo, come gli umani, d’altronde.

        Mi piace

      • Sicuramente dipende molto dal carattere, è vero. Chi ha avuto più di un animale, magari in contemporanea, si è senz’altro accorto di quanto siano diversi l’uno dall’altro. Tuttavia continuo a ritenere che molto faccia l’abitudinarietà dell’animale: chi è stato abituato fin da piccolo a uscire, ad avere contatti con l’esterno ed altre persone oltre che ai padroni, segue più facilmente il padrone anche fuori 🙂

        Mi piace

    • Certo ha un buon clima, tuttavia in estate è una delle città più calde d’Italia 😉
      Preferirei portarli tutti con noi, ma… anche per loro non sarebbe la soluzione migliore: patiscono troppo a lasciare la loro casetta 🙂

      Mi piace

    • No, al momento non ci siamo ancora accordati con nessuno. Prima delle videocamere facevamo andare una cat sitter; adesso l’idea è che… non ci devono essere urgenze, le videocamere sono più per star tranquilli che per reale necessità 🙂 In caso di necessità… si parte e si torna indietro, tempo 4 ore ci siamo, anche se si fosse rovesciato il contenitore di acqua sarebbe un tempo accettabile. Comunque sì, dobbiamo trovare qualcuno che in caso di necessità sia disponibile ad andare dagli animalotti 🙂

      Mi piace

  4. Io non credo alla “leggenda metropolitana” secondo cui i gatti siano affezionati più alla casa che al padrone. Ho avuto tanti gatti che facevano un sacco di feste e coccole a noi, mica alla casa! Pensa, Wolf, ce n’era uno che a un certo punto correva verso la porta a miagolare e zampettare e noi capivamo che stava per arrivare mio padre: il gatto ne avvertiva la presenza quando era ancora a un paio di isolati di distanza, e lo aspettava con impazienza. Che animali affettuoi e intelligenti, i gatti! 😀

    Mi piace

    • E’ vero cara, anche io posso portare simili testimonianze 🙂 Certo, un cane ha manifestazioni più evidenti, ma chi conosce i propri gatti non fatica in riconosce anche in essi i peculiari segni di affetto 🙂

      Mi piace

  5. Ma lo sai che volevo farlo anche io per beccare quello che mi spezzava lo specchietto? Poi sono sopravvenute altre cose e ho dovuto rinunciare alla soddisfazione di immortalarlo; deve essere un mio vicino dispettoso. Quanto raccontano dei suoi abitanti le foto di una casa! In “cani da guerra” ti avevo postato due delle mie tre ragazze (la terza non ha piacere ad essere pubblicata). Vai a vederle perché merita. Casa mia è nel”l’architegolo” ultime 5 foto. Ciao Wolf! 😀

    Mi piace

  6. Ihihih!! Hai avuto una idea originale…comunque un po inquietante per noi umanio sentirsi osservati…ma per i gattini soli va bene..sia i cani che i gatti sono dei piccoli figli che hanno bisogno dei genitori…un sorriso e giorni belli a te e agli amici:))

    Mi piace

  7. Ma c’è anche l’audio? Puoi sentire se il cane piange o si lamenta? Per poco tempo lo farei anch’io, ma i miei animali non sono abituati a dormire in casa in mia assenza e quando sono partita per più giorni ho dovuto chiedere ai vicini o a mia madre di occuparsi del cane e del gatto. Mio marito non li vorrebbe proprio per sentirsi libero di andarsene quando e come gli va. Divergenze di opinioni, io se potessi li porterei sempre con me, ma occorre adattarsi alle situazioni volta per volta.

    Mi piace

    • In teoria l’audio c’e’, ed e’ addirittura bidirezionale. Purtroppo occorre Internet Explorer e ActiveX sempre attivo, cosa che per motivi di sicurezza viene normalmente impedita non solo dai sistemi aziendati ma dallo stesso sistema operativo Windows. Non dico che non si possa fare, solo che… io non l’ho fatto 😛
      Be’, certo, chi vuole essere completamente libero e’ meglio che animali non ne prenda, questo va da se’. In generale esistono dei compromessi: il cane puo’ normalmente venire con i proprietari, ci sono tanti posti dove sono ammessi (non tutti purtroppo), i gatti in generale sono i primi a preferire di starsene a casa piuttosto che affrontare lunghi viaggi, ma loro sono un po’ piu’ indipendenti e qualche giorno da soli riescono a starci.
      Ovvio che e’ una scelta. Noi preferiamo mille volte di piu’ fare qualche sacrificio ed avere il calore e la simpatia dei nostri animaletti piuttosto che la liberta’ di andare dove ci pare senza pensieri. Per altre persone e’ il contrario, niente da dire. Quando in una famiglia c’e’ il mix… diviene certamente piu’ difficile e bisogna ricorrere al rispetto altrui, soprattutto rispetto per l’eventuale animale che in casa – a volte malgrado almeno uno dei due padroni – c’e’ gia’. Ci sono gia’ troppi animali abbandonati in giro o lasciati nei canili 😦

      Mi piace

  8. Buonissima idea controllare gli animaletti con le videocamere..posso solo immaginare quanto hai dovuto lavorare per farle funzionare. Certo che con le riprese notturne sembrano davvero gatti fantasma, con quegli occhietti 🙂
    E’ comune pensare che il gatto sia un po noncurante verso il padrone, ma non è così chi ha un gatto lo sa, la mia micia è felicissima quando rientro a casa e mi fa tante feste anche se a lei di solito ci pensa mia madre.
    Saluti agli animaletti, un bacione! 😉

    Mi piace

    • eheheh si’, come ho scritto, forse la gioia del cane si manifesta in maniera piu’ evidente, ma anche il gatto sa farsi capire quando vuole 😉
      Te li salutero’ 😛
      Un abbraccio! 🙂

      Mi piace

  9. Ciao…eccomi qui dopo una piccola pausa…diciamo che il cagnolino sembra quasi rassegnato e osserva le prodezze…spettacolari le foto, gli occhi…impressionanti…dolcissima Numetta dietro i cuscini!!!!…da coccole!!!!!
    Buon proseguimento di settimana… 🙂
    lella

    Mi piace

    • Ciao Lella 🙂

      Purtroppo anche io sono praticamente in pausa 😦 Troppe cose da fare in questo periodo, e fino a fine giugno temo che il mio blog andra’ un po’ a rilento 😦

      Comunque, si’, sono tutti da coccole, ciascuno a modo suo eheheh 😛 Pensa che Numetta non si lascia prendere, ma accetta ben volentieri le carezze, anzi le viene a cercare 😉

      Un caro saluto anche a te! 🙂

      Mi piace

  10. Ero venuta a portarti il premio Dardos, non ricordavo che qui non si postano le immagini… Lo so che tu non ami particolarmente questi premi ma… era impossibile non fartene partecipe, lo meriti proprio!

    Mi piace

  11. …amore santo lui, guarda che espressione contrita che ha il nostro Tomino…..
    Quanto mi piacerebbe sapere che gli passa per la testa quando sta così ahahhahaha
    E’ un mito quel cane !!!
    Digli che zia Flò lo strapazza tutto.
    Riguardo il vostro rimedio lo trovo proprio geniale.
    Wolf, io ne dovrei comprare più di uno, se non altro uno personale per quello scorbutico di Pedro che mal sopporta la vicinanza degli altri.
    Lui solo Paquita vorrebbe, ma lei non è disposta a sopportarlo !!ahahhaah
    Vi abbraccio

    Mi piace

  12. Ciao Wolf,non è la prima volta che seguo i tuoi post, molti mi sono serviti:-) e questo in particolare oggi mi fa sorridere perchè sempre più cofermi il tuo amore per gli animali e i tuoi sono davvero fortunati oltre che belli.
    Premetto che anch’io amo tantissimo gli animali e in campagna sono piena di gatti ma ieri …
    qui a casa da mia mamma in città, dove passiamo l’inverno io mio marito e i miei 2 figli perchè è anziana e sola è successa una cosa bruttissima. La sorella maggiore di un’amichetta di mio figlio ci aveva regalato una gattina stupenda, piccolissima e noi genitori eravamo felici di accontentare per l’ennesima volta i nostri figli.
    Di mattina presto mio figlio di 7 anni giocava nella culla da campeggio con lei e prima di uscire da essa pensa, per non rischiriare di schiacciarla se il salto gli veniva male l’ha posata su un mobile per poi riprenderla subito e portarla in soggiorno a mangiare e invece…lei poggia i piedi su un soprammobile che si rovescia e cade insieme con lei a terra.
    Ti lascio immaginare cosa abbiamo visto dopo, lei che non riusciva a respirare eccec non abbiamo potuto fare nulla e non ti dico la colpa che ci sentiamo tutti.
    Noi genitori perchè abbiamo lasciato nostro figlio con la gatta,mio figlio perchè non immaginava che sarebbe caduta anche perchè sapevamo benissimo che non si sarebbe lanciata già il pericolo lo conosceva in questo senso e sarà perchè ancora è il primo giorno senza di lei ma cavolo mi chiedo:ci sono bambini che se ne fregano non hanno idea di cosa sia amare un animale e invece vanno a succedere queste cose a un bimbo come lui che ancora oggi mi chiede mamma ma in paradiso lei non sta soffrendo vero?
    Tu mi dirai ma sono cose che succedono però sai benissimo anche che fa tanta rabbia…
    Ciao wolf e grazie per aver condiviso con noi i “tuoi figli”.

    Mi piace

    • Un incidente, una vera sfortuna. Purtroppo ormai è successo, è inutile portare avanti sensi di colpa anche se so che non è facile liberarsene. Credo che il tuo figliolo abbia imparato tanto da questa sventura, meglio sarebbe se non fosse capitata questa cosa, ma… chissà, forse un domani molte sofferenze saranno evitate grazie all’insegnamento involontario di quella sfortunata gattina al tuo ragazzo che credo essere molto ricettivo 🙂
      Un caro saluto a tutti voi 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...