Una bella gita con i due prodi cagnotti

Come primo post del nuovo anno (ormai quasi a Febbraio… 😀 ) ho scelto di raccontarvi una breve escursione che abbiamo fatto la scorsa domanica in un bel posto alle spalle di Arenzano: il Lago della Tina.

Si tratta di una facile escursione che si inoltra per circa 45 minuti in un sentiero che permette la vista della verde vallata sottostante, solcata dal torrente che forma il lago della Tina e numerosi altri laghetti, del versante opposto, e anche dell’azzurro mare. Una caratteristica della Liguria è infatti il passaggio in poche decine di minuti dalle spiagge alle montagne con la possibilità di avere bellissimi, e a volte improvvisi, scorci e questo sentiero, come tanti altri in questa regione, non fa differenza.

Conoscevamo il Lago della Tina già da qualche anno perché ogni tanto ci andavamo a rinfrescare assieme al prode Tomino che nei laghetti come questi si diverte un mondo andando a recuperare palline di gomma che gli gettiamo qua e la’. E poi soffre molto il caldo, cosa c’è di meglio di un fresco laghetto o l’ansa di un torrente? 🙂

Questa volta però abbiamo provato ad allungare il ritorno, passando sull’altro versante per poi, dopo il passaggio su due stretti e antichi ponti, ritornare sul versante di partenza.

In totale si è trattato di circa due ore e tre quarti di cammino.

Questo, quando ci sono splendide e temperate giornate come domenica scorsa, è il periodo migliore per queste escursioni, d’estate Tom, ma non solo lui, fa fatica in salita sotto il sole. Insomma… quest’anno il ragazzo fa 14 anni! Anche se certamente non li dimostra 😉

Anche Surya si diverte molto, all’inizio prende sempre la testa e tira il gruppo, è molto curiosa la ragazza 🙂 Però non ha il “fondo” di Tom, e spesso il canetto altoatesino, abituato all’alta montagna, finisce, al ritorno, per farle mangiare la polvere 😉

Così la signorina, per prendersi una pausa, fa finta di fermarsi ad ammirare il tramonto… meglio dei calciatori quando simulano un infortunio per riposarsi un po’ 😀

Annunci

43 pensieri su “Una bella gita con i due prodi cagnotti

  1. Che bell’articolo di inizio anno, e cosa importa se è già iniziato…? Mi parevi di vedervi, voi e i due prodi cavalieri che vi inoltrate attraverso erti sentieri 😀 E loro poi sono delle vere star di fronte all’obiettivo: li adoro! Grazie Wolf e a rileggerti presto!

    Mi piace

    • Tom è più abituato anche in questo, dopo migliaia e migliaia di foto 😀 Si mette invariabilmente in posa 😉 Sury… sta imparando anche questo 😉 Grazie da parte loro che, ancora, non hanno imparato a battere sulla tastiera 😉

      Mi piace

    • Bé, spesso la Liguria, per chi la conosce poco, si associa solo alle spiagge ma in realtà i monti costituiscono ben il 65% della superficie della regione con la montagna più alta che è 2200 metri. Così si formano molti torrenti e rii che, scendendo verso il mare, offrono anse e laghetti che per i cani – e non solo, perché personalmente anche io spesso li preferisco alla calca delle spiagge – sono un vero spasso 🙂 Vero che ci sono delle spiagge per cani, ma in genere penso che se potessero parlare i cani ci direbbero di preferire di gran lunga questo tipo di paesaggio 😉
      Darò loro una carezza da parte tua 🙂

      Mi piace

  2. Una regione davvero piena di sorprese, non ho mai avuto la fortuna di capitarci. Hai ragione spesso le spiagge sono troppo affollate per chi come noi si vuole godere paesaggi in tutta tranquillità 😉

    Mi piace

  3. buongiorno esimio,
    bellissimo reportage, magari sbaglio ma credo di esserci stato da quelle parti, in Liguria vi ho passato infanzia e adolescenza (parlo dei mesi estivi), per tanti anni a Zoagli (un piccolo paradiso) e poi a Bordighera. Dici bene, montagne e colline meriterebbero la stessa fama del mare.

    Mi piace

    • In realtà ci sono diversi posti come questo sparsi qua e la’ in LIguria, è la conformazione geologica: una striscia di terra chiusa tra monti e mare, quindi pochi fiumi (ne avremo un paio) ma tanti torrenti e rii.
      Zoagli è piccola ma molto carina, vero 🙂 Bordighera è molto diversa ma, seppure in modo diverso, è bella anche lei. A me piacciono di più i paesini piccoli e raccolti, magari non troppo turistici (ma comunque basta non essere in stagione alta) e dai quali partano dei bei sentieri 🙂 Naturalmente sono stati i cani a influenzarmi, in precedenza andare per sentieri mi piaceva… ma non ci andavo spesso.

      Piace a 1 persona

  4. Adorabili i due cagnetti che scorazzano con più o meno resistenza nei sentieri ‘aspri e selvaggi’… e sembrano godersela alla grande. Ed è vero, sembra proprio che si mettano in posa per essere fotografati! 😀 😀

    Mi piace

  5. E soprattutto fa bene all’umore, anche in questo caso, i medici suggeriscono attività fisica a chi è depresso, malinconico, scoraggiato. Fare movimento dovrebbe essere obbligatorio come un articolo della Costituzione ma, tanto, neanche la Costituzione è più obbligatoria 😀 😀

    Mi piace

    • Devo dire che la passata estate abbiamo sofferto parecchio il caldo e ci siamo preoccupati molto per la siccità (e so che in Sicilia, in particolare zona Palermo, la situazione è ancora e sempre critica), e quindi mi ero ripromesso di non criticare il freddo… ma… 😀

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...