50 e non più 50 :-D

Vabbé, a 50 ci sono arrivato! 🙂

per uno che da ragazzo immaginava che sarebbe campato fino a 33 anni (che cadevano nell’anno 2000) è già un successo, no? 😀 Certo, considerando che mi è difficile ricordare un maschio della mia famiglia che sia andato oltre i 75, significa anche che – bene che vada – sono entrato ufficialmente nell’ultimo terzo della mia vita, nonché nel decennio (50 – 60) che da sempre ho “temuto” più degli altri 😛 Probabilmente ciò dipende dalla prima persona che ho visto andarsene: ero bambino, e mi portarono all’ospedale a trovare la mia madrina della comunione. Aveva la pelle gialla, mi dissero che l’avevano “aperta e richiusa”, come si soleva dire a quei tempi a significare che, durante un’operazione, i medici si erano resi conto che era inutile proseguire e avevano richiuso senza andare oltre. Non mi ricordo nemmeno come si chiamasse, solo che aveva poco più di 50 anni. Da allora ne ho visti e sentiti tanti, anche molto molto più giovani.

Quindi, al di là delle battute, davvero mi ritengo fortunato e ringrazio per questi 50 🙂 Poi… ogni cosa in più che viene è la benvenuta, eh!!! 🙂

Un saluto da Jones… se riesco a distrarlo da una delle sue trasmissioni preferite: Nasa’s unexplained files 😉

Annunci

48 pensieri su “50 e non più 50 :-D

  1. ” Non ci fu mai più inizio di quanto ce n’è ora,
    Né più gioventù o vecchiaia di quanta ce n’è ora,
    Né vi sarà più perfezione di quanta ce n’è ora,
    Né più Cielo o Inferno di quanto ce n’è ora.
    Accadere, Accadere, Accadere
    Sempre la procreante Spinta del Mondo. ”

    da “Foglie d’erba – Canto di me stesso” di Walt Whitman

    Augurissimi

    Mi piace

  2. Anche se non è il giorno giusto, tanti auguri per i tuoi 50!
    Anch’io quando li avevo compiuti…ben 5 anni fa, ho detto…e beh almeno fin qui ci sono arrivata…quest’anno a Maggio saranno persino 55 e l’anno prossimo saranno 56, gli stessi anni che aveva mio padre quando se n’è andato.
    Di nuovo tanti auguri Wolf! Non facciamoci condizionare da brutti pensieri…vedrai che invecchieremo bene. Buone giornate di Primavera!

    Mi piace

    • E’ così che va, almeno per chi ha presente com’è questa vita: è giusto festeggiare ogni nuovo anno che si è vissuto, non è affatto scontato il prossimo 🙂
      Buona Primavera anche a te 🙂 Ogni nuova Primavera cerco di godermela più della precedente, proprio perché non so quante ancora ne ho davanti 😉

      Mi piace

    • Pensa che la scienza sostiene che è proprio tra i 40 e 50 che si avverte il… declino 😀 Se posso confermarlo? Bé… finora sì, se dopo i 50 è perfino più rapido… te lo saprò dire 🙂
      E comunque l’alternativa è molto peggio 😉

      Liked by 1 persona

  3. Sono in ritardo, sono in ritardo… ma tantissimi auguri a te e a tutto il clan. 50 è un bel numero rotondo ^__^
    (mia nonna è sempre stata convinta che sarebbe morta giovane. Passati i 70, un giorno ammise “Beh, ormai giovane non muoio più”)

    Mi piace

  4. beh, caro Wolf, in questa lieta occasione ti porgo non solo i miei auguri più sinceri, ma t’informo anche ( qualora ancora tu non ne fossi venuto a conoscenza, che ora la vita non comincia più a quarantanni, come si diceva una volta, ma a 50…quindi sei appena nato! e goditeli questi anni giorno per giorno, senza pensare altro che la vita va vissuta senza pensare alla morte, lei viene quando vuole, il tempo è suo, ma finche è lontana dai retta è solo nostra
    🙂

    Mi piace

    • Bé, i buddhisti vivono pensando alla morte, rimuoverla, non pensandoci, per loro non è la soluzione. Questa è piuttosto la soluzione della psicologia occidentale. Chi ha ragione? 🙂 Secondo me dipende… Se si riesce ad andare fino in fondo, allora non ho dubbi che abbia ragione il buddhismo; altrimenti, come quasi sempre accade a noi occidentali che non riusciamo ad essere costanti e abbandonare i dubbi, forse nascondere la testa sotto la sabbia è meglio 🙂
      Pensarci e non superarla… bé, è certamente deleterio 😉

      Mi piace

  5. Certo, niente è scontato, se ci pensiamo nemmeno il giorno seguente lo è….a chi lo dici, ho rischiato di andarmene a 48 anni e ringrazio Dio ogni giorno, per avermi permesso di vivere. Ogni giorno è un regalo….alla morte è inutile pensarci troppo, arriverà quando sarà il momento giusto, giusto per l’intelligenza divina……molto dipende da noi…ci sono persone bravissime ad accorciarsi la vita….
    Buone giornate e stammi bene. A presto

    Mi piace

  6. Conosco un signore di 84 anni che è un concentrato di energia invidiabile e ammirabile… Progetta di cambiare abitazione, di ristrutturare una villa in campagna per farne un agriturismo, due mesi fa a pubblicato un libro di memorie (a sue spese) e ha fatto una grande festa non per promuovere i libro ma per festeggiarlo (il libro lo ha regalato a tutti i presenti 🙂

    Mi piace

    • Sì, ci sono vecchietti così 🙂 Però la grande maggioranza inizia ad arrancare molto prima 😉 Perché pensi che quel signore ti abbia colpito? Proprio perché fa notizia, e fa notizia perché… sono casi rari 😛

      Mi piace

  7. …Visto il grande successo del primo, ora ha iniziato a scrivere un secondo libro, ed è orgogliosissimo della sua bravura e della sua fama… La moglie, benché abbia 14 anni di meno, non riesce assolutamente a stargli dietro!

    Mi piace

    • Guarda che io il calendario lo vedo in senso positivo, eh! Sapere che avrei potuto anche non arrivare ad ogni nuovo compleanno… lo rende assolutamente prezioso, e da festeggiare! 😉
      100? Non esageriamo… mi accontenterei di arrivare all’età di mio padre e mio nonno: intorno ai 75 🙂

      Mi piace

  8. Così come non mi piacciono gli orologi, quando sono a casa l’orologio è la prima cosa che tolgo e quando sono in vacanza va a finire in fondo alla valigia da cui riemergerà al momento di sbarcare all’aeroporto di Catania… “Forse” signica che ho un cattivo rapporto col tempo? 😀 😀

    Mi piace

    • Eh, lo so, purtroppo il nostro tempo è segnato dagli orologi e spesso non è così confortante 😐 Non tutti hanno la possibilità di “nasconderli”, per ogni cosa ci tocca controllare l’ora: il lavoro, un impegno, un semplice appuntamento con qualche amico, perfino l’orario di chiusura dei negozi. Comunque anche questa è solo una faccenda mentale, in fondo l’ora di per sé non fa alcun male: è la percezione che ne abbiamo che ce lo fa sentire come malevolo 🙂

      Mi piace

    • Vabbé, per i governanti non è una faccenda di età lavorativa, ma solo di soldi da sborsare per le pensioni. Tra l’altro quest’anno si è anche registrata una prima inversione di tendenza sull’aspettativa di vita che si è, a sorpresa, abbassata. Che ci dicevano per giustificare l’innalzamento dell’età pensionativa? Che continuando così arriveremo presto a vivere tutti fino a novant’anni? Non penso proprio.

      Mi piace

    • Bé, quest’anno veramente c’è stata un’inversione di tendenza, e l’aspettativa di vita, dopo tanti anni, si è ridotta. Anche se di poco. E poi, come scrivevo poco fa, dipende anche da come si vivono quegli ultimi anni.
      Ciao caro, a te… buona notte 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...