Non arrendersi – Il vento lo sa’…

Purtroppo questo e' un periodo molto pieno di impegni per me, non riesco ad essere presente ed aggiornare come vorrei 😐  
Il futuro… chissa' che mi riservera'? Ci sono grandi mutamenti nel mio ambito lavorativo, molta incertezza, e l'idea di cambiare (o cercare di farlo) diviene sempre piu' ostica con l'avanzare dell'eta'… ma credo che questo stato di cose sia abbastanza comune a tante persone oggi, non e' vero? 😦
Comunque non bisogna abbattersi o, peggio, arrendersi.
Come diceva John Fitzgerald Kennedy, «Scritta in cinese la parola crisi è composta di due caratteri. Uno rappresenta il pericolo e l'altro rappresenta l'opportunità» 😐

Nonostante il poco tempo, oggi pubblicare mi e' facile. Infatti, proprio sul tema di resistere prima e superare poi, le avversita', ho trovato una splendida storia sul blog di Kjya (Amore Infinito) e voglio condividerla con voi.
Personalmente l'ho "sentita" molto, e credo che anche voi, chi almeno ancora non la conosce, l'apprezzerete…


Il vento lo sa'…
dal blog
Amore Infinito
di Kjya

Lui solo sa'? Un mattino il soffione fu afferrato dalle dita invisibili e forti del vento. I semi partirono attaccati al loro piccolo paracadute e volarono via, ghermiti dalla corrente d'aria. "Addio… addio", si salutavano i piccoli semi. Mentre la maggioranza atterrava nella buona terra degli orti e dei prati, uno, il più piccolo di tutti, fece un volo molto breve e finì in una screpolatura del cemento di un marciapiede.

C'era un pizzico di polvere depositato dal vento e dalla pioggia, così meschino in confronto alla buona terra grassa del prato. "Ma è tutta mia!", si disse il semino. Senza pensarci due volte, si rannicchiò ben bene e cominciò subito a lavorare di radici. Davanti alla screpolatura nel cemento c'era una panchina sbilenca e scarabocchiata.
Proprio su quella panchina si sedeva spesso un giovane. Era un giovane dall'aria tormentata e lo sguardo inquieto. Nubi nere gli pesavano sul cuore e le sue mani erano sempre strette a pugno. Quando vide due foglioline dentate verde tenero che si aprivano la strada nel cemento. Rise amaramente: "Non ce la farai! Sei come me!", e con un piede le calpestò.

Ma il giorno dopo vide che le foglie si erano rialzate ed erano diventate quattro. Da quel momento non riuscì più a distogliere gli occhi dalla testarda coraggiosa pianticella. Dopo qualche giorno spuntò il fiore, giallo brillante, come un grido di felicità.

Per la prima volta dopo tanto tempo il giovane avvilito sentì che il risentimento e l'amarezza che gli pesavano sul cuore cominciavano a sciogliersi. Rialzò la testa e respirò a pieni polmoni. Diede un gran pugno sullo schienale della panchina e gridò: "Ma certo! Ce la possiamo fare!". Aveva voglia di piangere e di ridere. Sfiorò con le dita la testolina gialla del fiore. Le piante sentono l'amore e la bontà degli esseri umani. Per il piccolo e coraggioso dente di leone la carezza del giovane fu la cosa più bella della vita.

Non chiedere al vento perché ti ha portato dove sei. Anche se sei soffocato dal cemento, lavora di radici e vivi. Tu sei un messaggio Noi siamo messaggi…

Annunci

78 pensieri su “Non arrendersi – Il vento lo sa’…

  1. Per prima cosa ti faccio tantissimi auguri per il tuo futuro lavorativo, anche mio marito è in un brutto periodo per quanto riguarda il lavoro, quindi ti posso capire benissimo, ma so che con la tua intelligenza ce la farai!
    La storia che hai postato è molto bella, ma anchemolto irreale, magari  bastasse così poco per indurci ad avere fiducia in noi e nel futuro!
    Un abbraccio

    Mi piace

  2. Splendido l'esempio della piantina che avevo già letto sul blog di Kjya, scrive sempre cose molto profonde.

    Per il futuro incerto caro Wolf…è comune un po a tutti, si deve tener duro si e pensare che non siamo soli e che prima o poi, anche se ci vuole del tempo, tutto si aggiusta. 
    La natura da sempre splendidi esempi della sua forza, del suo andare avanti nonostante le molte avversità. Basta guardare i grandi alberi nei luoghi in cui viviamo in mezzo a smog e cemento..riescono con la loro forza addirittura a spostarlo..a crepare un materiale così duro, sembra che nulla possa fermarli..eppure sono solo alberi sparsi qua e la in un mare di  cemento che per quanto vasto sia non riesce a sovrastare la loro forza.
    Sono un bell'esempio non credi?
    Buona giornata caro Lupo, un bacio. 
     

    Mi piace

  3. Conoscevo già questa storia. E' molto esplicativa…

    Ogni situazione ha un suo perché e niente succede per caso…

    Un grosso in bocca al lupo per tutto anche da parte mia…. Che tu possa trovare sempre un'opportunità in ogni situazione che dovrai affrontare.

    Un abbraccione.

    Mi piace

  4. Spero che tutto ti vada al meglio per il tuo lavoro, Wolf, magari il cambiamento si risolverà in un'occasione di crescita e miglioramento, anche se è superfluo che te lo dica io, tu lo  sai benissimo!

    Mi piace

  5. x Dupont: bé, la storia è chiaramente simbolica, non va presa in senso letterale, è… una favola con una morale importante
    Grazie, in bocca al lupo anche a tuo marito!

    x Glicine: grazi cara, buon sabato sera e buona domenica anche a te!

    Mi piace

  6. x Demetra: è vero, anche se a me fanno più tenerezza che trasmettermi senso di forza. Pero' a pensarci bene… forza e tenerezza possono tranquillamente coesistere, non sono certo in antitesi
    Grazie cara, a te una buona serata e una altrettanto buona domenica

    x Antartica: bé, la storia secondo me non è legata al "nulla accade per caso"… anche perché al "nulla accade per caso" onestamente non ci credo Casomai ci potrei vedere più un "vedere il bicchiere mezzo pieno anziché mezzo vuoto", che è cio' che in fondo ha fatto la piantina
    Grazie davvero cara, un abbraccione!

    Mi piace

  7. Ti faccio un sentitissimo in bocca al lupo…ops, forse con te non è il caso
    Allora Ti faccio i più convenzionali e sentiti auguri per il tuo futuro lavorativo.
    Eh si, diciamo che i posti di lavoro in crisi sono diventati ornai un fatto epidemico. La storia che ai postato, bellissima e commovente, sarà una spinta non indifferente a non mollare mai la presa.
    Mia nonna mi diceva sempre:
    Figlia mia ricorda <<quando si chiude una porta poi si apre un portone!>>
    Vedrai, sarà così anche per te che sei una persona intelligentissima e di spiccata sensibilità.
    Un abbraccio per te
    Musicadentro sloggata

    Mi piace

  8. x Demetra: eheheh grazie Demetra!

    x Raggio:

    x Musicadentro: ah, si si, lo diceva anche mia mamma E' un detto molto comune che mischia verità ma… anche un pizzico di volontà consolatoria
    Abbraccione e… grazie

    Mi piace

  9. E' vero, la piantina ha deciso di non arrendersi alle circostanze, dando al giovane un messaggio di speranza.

    Ma a me piace pensare che dietro ogni nostra esperienza ci sia una ragione (troppo Richard Bach'?  )…

    Hey, mi sa che stavolta hai fatto tris! 

    Un abbraccione.  

    Mi piace

  10. Be', io non credo da tempo al "nulla accade per caso", ma non e' certo mia intenzione cercare di dissuadere chi ci crede Diciamo che, piu' logicamente, credo che da ogni cosa si possa imparare, questo si', non credo al fatto che sia preordinata
    eheheh altro che tris ormai! Devo dire che 'sto premio ha avuto grande successo, comunque Pero' mi da modo anche di dimostrare che il motivo per cui avevo smesso di partecipare e' vero: starei tutto il tempo a scrivere post di "premi" senza piu' spazio per i post veri!
    Grazie comunque: non partecipo mai, ma mi fa piacere essere… nominato
    Un abbraccione anche a te!

    Mi piace

  11. Intanto di dico
     

    FORZALUPACCIO

    Hai pubblicato anche un bel Post … nulla si distrugge … in qualche modo la natura ripaga. Ieri al mio rientro il prato e le aiule si presentavano come 8 giorni prima. Stamani i crochi gialli erano sbocciati … attendo anche quelli celestivioletto. Ciao

    Mi piace

  12. caro wolf ti ringrazio per avermi fatto conoscere la citazione di Kennedy… che contestualizzata nello splendido post pubblicato ha su di me ancora più effetto…
    sei sempre una fonte inesauribile di emozionata meraviglia…
    buon w.e.
    aicha

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...