Il frutto della stagione nuda – una poesia di piccolarondine

Riecco dopo lungo tempo un pezzo scritto da un altro (un’altra, in verita’) blogger: piccolarondine, sul suo omonimo blog piccolarondine 🙂



Il frutto della stagione nuda
By:
piccolarondine
Blog:
piccolarondine

Il mio sfiorire lento

è come l’albero

perde le sue foglie

ma scorre linfa dentro.

Anche dai rami spogli

il passero cinguetta.

E’ d’Essenza il frutto

della stagione nuda.

Rondine


Commento di Wolfghost: personalmente ho trovato questa poesia di grande impatto 🙂 Avevo appena commentato un post sul tempo che scorre inesorabile in un post di Azalearossa (azalearossa1958.splinder.com/post/21951928#comment), scrivendo come l’alternativa all’alternarsi delle stagioni della nostra vita, ovvero all’invecchiare perdendo la giovinezza, sia… ben peggiore dell’invecchiamento stesso: la morte prematura. Senza saperlo, come ricordatomi da Azalea, stavo citando Maurice Chevalier: "La vecchiaia non è così male, se considerate l’alternativa." 🙂
Recentemente ho avuto a che fare, di nuovo dopo tempo, con persone anziane, intorno ai 90 anni, e… le ho trovate sveglie, simpatiche… letteralmente da pensare "Ci arrivassi io cosi’!" 😛 Certo, forse il ricordo dei miei genitori, l’identificazione con essi, ha aggiunto qualcosa in piu’, ma… non troppo 😉
Credo che quanto sto scrivendo sia un qualcosa frutto dell’eta’, delle esperienze, delle perdite subite, delle paure passate… Della, in buona sostanza, presa di coscienza che non vivremo per sempre. Una presa di coscienza vera, colta col cuore, con l’anima, non razionalmente appresa. C’e’ differenza, e molta. Credo che molti tra di voi capiscano… altri invece saranno convinti di capire, ma forse dovra’ passare ancora tempo (ed e’ bene per loro) prima che tale consapevolezza giunga nel loro cuore.
Credo che, per chi ha la fortuna di viverle tutte, ogni stagione della vita abbia un suo particolare fascino, fatto di caratteristiche diverse e che non possono essere anticipate o posticipate.
Chi e’ giovane pensa e fa cose che gli anziani non pensano e non fanno, non nella stessa maniera almeno; ma anche chi e’ anziano puo’ godersi cose della vita di cui i giovani, presi dalla loro frenetica quotidianita’ (e lo e’ sempre, se paragonata a quella di una persona anziana), non godono o non sanno ancora godere.
In mezzo, tutte le altre stagioni, tutte le sfumature e i passaggi.
C’e’ sempre da imparare da spontaneita’ e saggezza, indipendentemente dall’eta’ nostra e del nostro interlocutore… se sappiamo e vogliamo ascoltare. C’e’ un modo diverso, eppure ugualmente pieno, di guardare alla vita. C’e’ o ci puo’ essere almeno. Poi esiste il giovane che puo’ essere incapace di godere della propria gioventu’ e l’anziano troppo preso dal passato per riuscire a riscoprire e apprezzare del suo presente.
Ma questo non cambia la sostanza di "cio’ che puo’ e dovrebbe essere".
Ecco, io credo che questo e molto di piu’, Rondine sia riuscita a dirlo in una poesia di poche righe 🙂

Il frutto della stagione nuda

Annunci

0 pensieri su “Il frutto della stagione nuda – una poesia di piccolarondine

  1. x Ludmilla: io avrei piu’ paura di non arrivarci che di arrivarci rincoglionito, come dici tu Poi dipende da cosa intendi con tale parola, naturalmente…
    Buon anno anche a te, Ludmilla!

    x Raggioluminoso: non lo so, notoriamente sono un po’ contro i "si stava meglio quando si stava peggio", mi chiedo se davvero la situazione sia cosi’ peggiorata rispetto a, poniamo, 100 anni fa In ogni caso, che sia recente oppure vecchio come l’umanita’, il problema della emarginazione esiste, questo non lo si puo’ negare. L’unico sospetto, e qui non me ne voglia nessuno, e’ che forse siamo anche noi a metterci "del nostro". Perche’ ci sono persone anziane che passano giornate serene nei circoli ricreativi o che hanno sempre ospiti calorosamente invitati, ed altre che si struggono sole in casa magari pretendendo di essere seguite? Davvero la responsabilita’ e’ solo dei (eventuali, dato che non e’ mica detto che ci siano) famigliari? Ci sono persone che coltivano l’amicizia per tutta la vita, non trovandosi soli nemmeno in tarda eta’. Altre che, come scrivi te, pensano ad altro (non e’ un’accusa, eh! E’ solo una questione di scelte), accorgendosi poi di essere rimasti sole.
    Che poi la saggezza accumulata dalle persone anziane, sia un bene prezioso, spesso sottovalutato e percio’ disperso, e’ vero, ma… questo e’ un problema dei giovani che, si sa, pensano sempre di saperne gia’ abbastanza In fondo… noi non eravamo cosi’ a vent’anni?
    Ricordo che qualche anno fa fecero scalpore parole del tipo "Ah, che brutta gioventu’ quella di oggi! Non c’e’ piu’ rispetto per gli anziani!". Perche’ fecero scalpore? Be’… perche’ erano state ritrovate all’interno di una piramide egizia!
    E’ davvero un problema nuovo dunque?

    Mi piace

  2. x Dorame: be’, sicuramente i sociologi ne sanno piu’ di me, dunque e’ giusto fidarsi di loro
    Mi chiedo pero’… i risultati del lavoro nei campi erano tutt’altro che sicuri, spesso il raccolto era inferiore alle attese, a volte veniva devastato da insetti o maltempo. Pensiamo a come doveva sentirsi chi si era spaccato la schiena vedendo i miseri frutti del suo lavoro. Io questo "ottimismo nel futuro" delle epoche passate non lo vedo granche’. C’erano guerre continue, carestie, insicurezza. Forse c’e’ stato si’, ma solo saltuariamente, come ad inizio ‘900 con il futurismo, o in ogni inizio rivoluzione che si rispetti.
    I ragazzi che studiavano? Ma quanti erano i ragazzi che potevano studiare? Uno su cento? Su mille? Non ho difficolta’ a credere che quei pochi non trovassero poi le difficolta’ che si trovano oggi. Il matrimonio? Anche questo non mi convince. Un tempo la gente rimaneva assieme perche’ costretta da necessita’ (pensa alle donne che non lavoravano) o per paura del disprezzo degli altri. Certo, e’ brutto quando una coppia si separa, eppure credo che sia meno peggio che vedere due coniugi stare assieme nonostante liti furiose e un clima da guerra fredda. Cosa che non capita di rado. Ovvio che si deve partire "convinti" e non pensando "vabbe’, dai, proviamo!" ma, a parte che dubito che questi ultimi pensino davvero quello che dicono, ho conosciuto coppie splendide, che sembravano uscite da film di Principe e Principesse, mollarsi dopo pochi anni.
    Questo mondo corre un po’ troppo, e’ vero, ma solo un po’. Noi lo troviamo forse complesso, ma un ragazzo che e’ cresciuto in questa era, che trova normale la tecnologia, i continui sviluppi, non ne e’ spaventato come potrebbe essere chi giovane non e’ piu’. E poi… guarda, e’ soprattutto un fatto di "resistenza mentale": conosco anziani che si circondano di modernita’ tecnologiche di ogni tipo e… si divertono un mondo ad usarle! Sono "alieni"? No, sono solo persone che hanno visto "opportunita’", e non "difficolta’", "stranezze" o "diavolerie moderne".
    … insomma, sei stata piu’ chiara, ma… no, non mi hai convinto

    Mi piace

  3. x Sistercesy: eheheh anche io ho riguardato "L’attimo fuggente" ieri sera
    Si’… forse a me ha lasciato piu’ un senso di riconoscenza, quella degli studenti verso il professore, cosa importante perche’ altrimenti il suo lavoro sarebbe andato perso Ma questa e la speranza sono intrinsecamente legate in fondo. Si spera che un giorno quello che si sta seminando possa essere colto, portare a risultati. Se non per noi, per chi ci seguira’.
    Buona giornata a te

    x Acquamarina: ciao cara Grazie, sono contento che ti sia piaciuta.
    Buon anno anche a te!

    x Alba: immagino ti sia scappato un "non": "lo trovo talmente ingiusto e impossibile che ci siano persone che NON possono godere dell’affetto di qualcun altro […]"
    Lo so, pero’ esistono. Cosi’ io parto dal risultato ottimo: avere la capacita’ di risollevarsi da soli, ma… farlo piu’ facilmente se qualcuno ti appoggia!
    Grazie cara, un bell’augurio il tuo, lo condivido con te

    Mi piace

  4. Forse dovremmo prendere tutti coscienza, e prendere coscienza che non siamo frutto del Caso: chi ci ha creato sapeva bene quello che faceva… e ad ogni fiore ha dato il suo colore, ad ogni stagione il suo fascino.

    Mi piace

  5. 100 anni in una torre d’avorio?
    Poco o nulla… per quanti libri o strumenti di alta tecnologia uno abbia a disposizione, niente insegna come l’esperienza sul campo.
    Quanti hanno la presunzione di essere già arrivati?
    Ooooooooh… hai voglia a nominarli tutti!
    Chiunque (o quasi, mai genralizzare) raggiunga un minimo obiettivo crede d’aver già dimostrato d’essere qualcuno… e iinvece non si finisce mai di tracciare linee: una volta raggiunta una, ce ne deve essere subito un’altra pronta. Guai ad adagiarsi sugli allori! si finisce col perdere anche quello che si è conquistato.
    Buona vigilia della vigilia.
    Ciao ciao.

    Mi piace

  6. x Happy: be’… mi piacerebbe avere la tua fade!
    Buon 2010 cara!

    x Carmen: ahahah e’ carinissimo in effetti! Grazie, speriamo!

    x Alba: uh! Sapessi quello che scrivo io!

    x Azalea: completamente d’accordo Buona… vigilia della vigilia anche a te!

    Mi piace

  7. non volevo mica convincerti! Come ti ho già detto la differenza di opinioni è forse più interessante…
    Buon fine anno, ottimo inizio di anno e… alla prossima "differenza"
    un brindisi

    Mi piace

  8. "C’e’ sempre da imparare da spontaneita’ e saggezza, indipendentemente dall’eta’ nostra e del nostro interlocutore… se sappiamo e vogliamo ascoltare."

    Hai perfettamente ragione!
    Bella anche lo poesia postat da te di Piccolarondine.
    Vi è sempre qualcosa da imparare…
    L’importante e saper ascoltare…anche il silenzio.

    Questo periodo dell’anno per me è molto triste e mi riporta alla mente un mio grave lutto…

    Io ti auguro un 2010 colmo di tutto ciò che desideri amico mio.
    Sei una brava persona davvero.
    Questo conta molto.

    Auguri vivi per te e per chi è nel tuo cuore.
    Con un sorriso
    Aura

    Mi piace

  9. x Aura: Grazie Aura, un augurio che apprezzo molto. Che possa essere lo stesso per te e per tutte le persone a te care
    Spero tu possa un giorno vivere questo periodo dell’anno in modo positivo, ricordando sì, ma con un sorriso…

    x ilritornodelre: caro Sherwood, le correnti spirituali orientali sono molte e possono essere guardate da diverse angolazioni. A me in particolare piace l’impatto sulla psicologia delle persone, il loro modo di affrontare le paure, risolvendole senza l’uso di promesse come il cristiano paradiso.
    Ma… io non sono buddista, né taoista. Una cosa può piacerti, eppure non sposarla completamente. Ecco, molte cose di queste filosofie mi piacciono e affascinano, ma altre… mi lasciano perlomeno perplesso
    A te invece un abbraccio!

    x Giulia: grazie cara, buon anno nuovo e un abbraccio anche per te!

    Mi piace

  10.  Passo per salutarti e per augurarti Buon Anno…
    Che il nuovo che oramai sta per arrivare ti porti tanti momenti lieti…

    Complimenti a piccola Rondine davvero ammirata…

    Ho letto poco tempo fa che la giovinezza è uno stato d’animo…
    non so non so…forse perchè ci si puo sentire stanchi e vecchi mentre invece ancora si è giovanissimi…e l’incontrario naturalmente…
    Forse perchè il male di vivere arriva quando meno te lo aspetti e non guarda al dato anagrafico………..oppure la malattia colpisce la dove meno te lo aspetti …
    Di sicuro, riuscire a vivere le stagioni della vita…nella loro pienezza è  sicuramente meglio che morire giovani…

    Chissa…forse sono fuori tema… 

    ..è meglio se ripasso —

    Mi piace

  11. poche righe che tracciano la vita …la poesia di rondine è intensa e piena! le stagioni della vita non le conosco tutte, e mi viene da dire per fortuna…. già, perchè si ha comunque timore di avvicinarsi alla stagione finale,  (sempre se ci è consentito di viverla, ma questo poi non si sa in anticipo!)
    Quello che fino ad ora ho vissuto, via via ,mi è sempre  piaciuto di più, guardo avanti con la fiducia di chi sente che ci sono tante cose da scoprire e da capire ancora, tante cose che mi sorprenderanno… su un blog ho letto: "progettare di lasciarsi sorprendere dalla vita" ed io aggiungo ,sempre in ogni sua stagione!
    Auguri!

    Mi piace

  12. x Paola: no, non sei fuori tema, assolutamente! Sono d’accordo, soprattutto sul passo "forse perchè ci si puo sentire stanchi e vecchi mentre invece ancora si è giovanissimi…e l’incontrario naturalmente…"
    Grazie per gli auguri, sono davvero apprezzati! Che possa essere un buon anno per tutti…

    x Zeroschemi: ho scritto questo post proprio per persone che temono l’invecchiamento come fosse una calamità, senza rendersi conto che invecchiare è una fortuna, anche perché l’alternativa, appunto è molto peggio…
    Sono certo che via via apprezzerai anche le stagioni che ancora devono venire
    Auguroni anche a te!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...