No all’abbandono!

Quando ho visto questo video dall'amica passatorcortese (sulle sue idee politiche si può essere o meno d'accordo, ma sul suo impegno animalista non si può discutere) sul suo blog Osservatori romani, ho capito che non potevo non pubblicarlo anche io a "blog unificati" (qua e su www.adottauncucciolo.net). Purtroppo siamo entrati nel periodo caldo per gli abbandoni dei nostri piccoli amici: anche nel nuovo canile di Genova sono già entrati tanti sfortunati cani… Sfortunati, sì, per aver incontrato l'unico vero animale degno di essere chiamato "bastardo": chi lo ha abbandonato. Per queste "persone" ho una sola parola: vergogna!
In questo video poi si vedono solo cani, ma non dimentichiamoci dei gatti, forse ancora più sfortunati perché più facili da abbandonare.
Auspico non solo pene ancora più severe, ma soprattutto che venga fatto tutto il possibile per frenare questo vergognoso costume, indegno di un paese che si vuol chiamare "civile".

Annunci

0 pensieri su “No all’abbandono!

  1. CIAO…DOPO LA MORTE DI TAY IN CASA MANCAVA QUALCOSA TROPPO SILENZIO E POI IO LO VEDEVO OVUNQUE..:( ORA:) Cè GIU” è BELLISSIMA….E NON MI MOLLA UN SECONDO..NON LA LASCEREI MAI…NON POTREI FARLO è PARTE DI ME…UN BACIO WOLF…PHASES..

    Mi piace

  2. oh, che tenerezza nel tuo commento, carissima Phases! 🙂 E… ce l’hai una foto di Giu’ sul tuo blog? 🙂 Poi vengo a vedere, ma se non c’e’, la devi mettere assolutamente! 😀

    Mi piace

  3. non ho aperto il video perche’ se parla di animali maltrattati non ho nemmeno il coraggio di guardare.
    Hai usato il termine giusto ” BASTARDI” solo così si puo’ definire chi abbandona gli animali, chi li maltratta.
    Che gusto c’e’ in tanta cattiveria? che cosa si prova? io vorrei bruciare vivo chi brucia gli animali, vorrei prendere a bastonate chi lo fa con gli animali e poi osservare la scena divertendomi ma a differenza di loro ho un cuore, a differenza di loro sono un essere umano.
    Condivido pienamente questo post.
    Un saluto da me e dal mio lui

    Mi piace

  4. Non ho potuto fermare le lacrime: possono certi esseri umani meritare l’amore INCONDIZIONATO di questi angelici animali?
    Personalmente non possiedo un cane perchè i miei me l’hanno sempre vietato, ma i pastori tedeschi di mio nonno sono stati parte fondamentale della mia infanzia: passavo intere giornate con quei lupacchioni e da sempre non riesco a negare una carezza nemmeno ai dolci musetti incrociati per strada, anzi…sembra che i loro occhi grandi, lucidi curiosi comunichino amore ogni volta che incontrano i miei e ogni volta mi struggo dal non poter offrire loro un posticino in casa.
    Colui che li abbandona compie un gesto riprovevole e nonostante ciò, l’animale continuerebbe ad amarlo. E’ un triste paradosso.

    Ti lascio l’indirizzo di un mio quadro…seguo il tuo blog da molto e molti dei post sembrano toccare il mio cuore nel più profondo. Molto, molto belli!

    Mi piace

  5. Ricordo ancora quando mi raggiungeva sotto il tavolo per leccarmi le lacrime di sfogo verso un mondo così incomprensibile.
    Sono sicuro che si è reincarnato in un buon uomo mentre quell’uomo che lo uccise si è incarnato in un maiale. Ora lo mangiamo entrambi per salvare anche Lui ma perchè c’è chi incarnandosi nei cani … sbranano i nostri bambini?
    Cosa ci vogliono far capire?

    Mi piace

  6. x l’utente anonimo: ciao… Genny, vero? 🙂 Molto intenso e bello questo tuo commento, non capisco come mai ieri me l’ero perso…
    Complimenti per il quadro! 🙂 Anche se… spero che gli animali non abbiano mai a… umanizzarsi! 😉
    Se hai anche un blog, segnalamelo, ok? 🙂

    Mi piace

  7. x Angelo: ciao e benvenuto 🙂
    Bé… un suggerimento, molto immediato devo dire, ce l’avrei. Quasi sempre i cani che sbranano sono cani randagi; e, quasi sempre, i cani randagi sono cani che l’uomo ha abbandonato, spesso senza acqua e senza cibo.
    Perché attacchino l’uomo non è forse poi così incomprensibile… vero? Non è vendetta… è fame, è disperazione. Una fame ed una disperazione verso le quali spesso siamo proprio noi stessi a spingerli.
    E allora… cerchiamo anche di fare mea culpa, invece di addossarla sempre alla natura o alla fatalità…
    Sei d’accordo? 🙂

    Mi piace

  8. Per quanto riguarda gli animali umanizzati, beh, hai ragione:ovviamente, gli animali son belli perchè sono come sono!
    Invece per il mio blog, non ne possiedo uno di splinder, ma metto comunque l’indirizzo(anche se non si tratta di un blog formidabile!).

    Ciao, Genny.

    Mi piace

  9. Parli da uomo amante degli animali. Dovresti rivivere i tuoi momenti passati per capire come avviene la reincarnazione. Dovresti sapere meglio di me che il cane dà la vita per difendere il SUO CAPO BRANCO.
    Ma se vuoi approfondire bisogna andare cauti perchè si entra nei misteri di una Natura Crudelmente Giusta che allontana lo Spirito dal Padre.
    Il Leone subentrante scaccia l’altro e uccide i suoi cuccioli per FOTTERSI la leonessa che va conseguentemente e nuovamente in CALORE. Ora chi ha sbagliato?
    Il Leone che preferisce scappare e non lottare fino alla morte? La leonessa che si fa scopare dal nuovo leone che gli ha uccisi i cuccioli? Il Leone ARRAPATO? … o i leoncini a nascere?

    Sai che il nascere e morire come molti innocenti ha un senso?

    Sei pronto a compredere … SATANA?

    Vuoi essere aiutato a sentire il PADRE di tutti gli Spiriti visibili e invisibili?

    In privato ti dirà anche cosa facevo al mio pastore tedesco per compensare lo scompenso che noi uomini sappiamo fare dicendo di amare gli animali per poi rilegarli a dami di compagnia.

    Ma che cazzo di amore è questo?

    LIBERATELI! Smette di farli vivere come viviamo noi, come se noi avessimo la VERITA’ nelle mani.

    Mi piace

  10. se un essere umano è capace di far male ad un cane … lo farà anche ai suoi simili…

    E’ un tipo di amore che riesce solo a dare… e per questo ne sono attratti anche mostri di insensibilità acuta o/e egoistica

    Mi piace

  11. x Angelo: Non parlo da “amante degli animali”, ma da amante della vita e della Natura, umanità compresa 🙂
    So bene che la Natura può apparire crudele, ma così appare a noi perché le applichiamo il nostro metro di misura. Nelle leggi naturali, non è crudele che accada quello che descrivi, perché la Natura ha bisogno di evolversi e lo può fare solo tramite la selezione naturale. Si accoppia il più forte insomma 😀 Anche se oggi, per noi, le cose stanno diversamente, apparentemente… sì, “apparentemente” perché non esiste solo la forza fisica 😉
    Ma sul fatto di tenere gli animali in cattività… non ti nascondo che, di quando in quando, la domanda di cosa sia meglio per loro me la pongo anche io, giacché sono pochi gli animale che scelgono fin dall’inizio di stare con noi.
    Ho sempre trovato pro’ e contro, per loro, in questo. Certamente però, non ho dubbi che sugli animali ormai “civilizzati” la “liberazione” equivale a sofferenza e morte certa, poiché un animale domestico non sopravviverebbe a lungo se rimesso in libertà. A meno che non sia molto giovane.
    Nessuno ha la verità nelle mani, di questo sono convinto anche io… nessuno ;D

    Mi piace

  12. x Genny: i blog sono blog anche se non risiedono su Splinder! 😀 E poi il tuo ultimo post era davvero interessante 😉

    x leggerevolare: sono d’accordo, anche se non è vero l’opposto: ci sono persone che salverebbero gli animali ma farebbero estinguere volentieri la razza umana 😀

    Mi piace

  13. Riconosco che c’è ancora tanto da chiarire e pensavo fossi più preparato.

    C’è tanto da spiegare e svelare. Chi è veramente nostra Madre Natura e chi lo Spirito Padre che la ANIMA.

    Ma devi sapere che io non me ne uscirò mai con una stretta di mano sostenendo che siamo uguali!

    Tu tieniti la Tua Verità e lascia la Mia che non riesci ancora a comprendere. Quello che mi hai detto è scontato per chi ha avuto il coraggio di andare oltre.

    Io combattendo CON Dio mi sono ritrovato ad affiancarlo e non ad affrontarlo.

    Conosci la storia vera di una leonessa che ha adottato un cucciolo di antilope perchè era sterile?

    C’è una Verità sottile che tu hai lambito ma che non hai afferrato ed è quella tua.

    Se ti abbandonassero … come riuscirai a vivere? Accetteresti la lotta della sopravvivenza o ti lasceresti morire come chi ha conosciuto un nutrimento più grande che è l’amore verso il Padrone che lo ritiene Padre essendosi riconosciuto nel Figlio.

    Mi piace

  14. Adottare un animale é una scelta importante; chi decide di farlo deve essere consapevole di diventare un cittadino di serie "B"  soprattutto per chi vive in Città.  Una grande responsabilità  soprattutto adottare un cane;una creatura che dipente totalmente dall'Uomo. Nel mio piccolo, ho creato una struttura ricettiva per chi desidera andare in vacanza con il proprio cane ed é gratificante ricevere il consenso e i ringraziamenti di chi si trova bene.

    Mi piace

  15. Bé, non so se di "serie B", direi che certamente ci si carica di limitazioni: un cane vuol dire non poter andare ovunque, o poterci andare per un tempo limitato perché il cane non può stare troppo da solo. Però sono limitazioni che chi ama gli animali accetta perché i "prò" sono tanti: l'affetto, la fedeltà, la simpatia e la sorprendente (per chi non ha mai avuto a che farci) intelligenza di questi animali valgono molto più delle limitazioni di cui ci si fa carico.
    Poi, per fortuna iniziano ad esserci sempre più strutture (e la vostra è un valido esempio) che accettano animali. La Corsica poi aiuta certamente, avendo in generale poche limitazioni per essi

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...