Wolfghost (il blog) andrebbe alle elementari…

Mi sono ricordato proprio in questi giorni che il mio blog “Wolfghost” il mese scorso ha compiuto sei anni, dunque sarebbe pronto, se fosse un bambino, per iniziare le elementari 😀

Il primo post, la piattaforma era Splinder, è datato 7 settembre 2007 e, con grande sforzo di fantasia, si chiama “Eccomi qua…”. Siccome è breve, vediamo che diceva…

“Dopo anni di peregrinazione su siti vari e, soprattutto, forum, Wolfghost prova l’avventura del blog.

Il desiderio di esprimere cio’ che e’ dentro di me in una cornice mia, senza gli spazi angusti di un forum, forse senza la sua visibilita’, ma nemmeno la sensazione di disordine e, spesso, mancanza assoluta di controllo, e’ la molla che mi spinge in questa mia esperienza di blogger.

Sono stato per lunghi anni, da quando ne avevo 18 fino ai 37, un “ricercatore dell’anima”, incuriosito tanto dall’esoterismo quanto dalla psicologia del profondo, affascinato in particolar modo quando scoprivo in essi percorsi paralleli, ma sempre con un nocciolo scettico che mi impediva di cadere preda di facili entusiasmi.

In seguito a disavventure sentimentali, lutti e momenti difficili, ho avuto la mia pausa, durata quasi 4 anni.

Adesso, a poco a poco, quella sete di conoscenza, quella voglia di chiudere il cerchio, si stanno di nuovo facendo strada…

Spero di non perdere gli amici che, via via, mi sono fatto da altre parti e che, almeno alcuni tra loro, siano pronti ad accompagnarmi, magari assieme a nuovi, in questa avventura.

Wolfghost”

Purtroppo gli amici ai quali mi riferivo si sono via via persi, tutti tranne uno che, anche se ha cambiato nickname, ha ancora un suo blog. Tuttavia sei anni su Internet sono un’eternità, il ricambio è quasi scontato, fisiologico direi. Alcuni blogger che ho conosciuto in questi anni sono anche scomparsi… è terribile pensarci, anche se è vero che fa parte della vita ed anzi, e anche questo è incredibile da pensare, se i nostri blog vivranno abbastanza a lungo, a poco a poco i sopravvissuti inizieranno a piangere quelli che via via scompariranno, fino a restare pochi pochi. Avete mai provato a pensarci? 😐 Per parafrasare le parole del buddhismo tibetano sul principio dell’impermanenza: “Vedete tutti questi blogger? Tra cento anni non ce ne sarà più neanche uno” 😦

Per quanto riguarda la “sete di conoscenza”, ho certamente fatto più esperienza e appreso nuove nozioni, o almeno ho rielaborato nozioni che già sapevo. Tuttavia… non sono arrivato a nulla, questa è la verità, anche se è da stabilire se davvero qualcosa da raggiungere c’è o se tutta la vita è solo un processo in divenire, senza una fine, senza un traguardo. “La strada è la ricompensa” direbbe lo Zen.

A dirla tutta… a volte mi accorgo ancora di brancolare nel buio. Ad esempio, ora come allora, non ho la minima certezza sul fatto che la vita continui o meno dopo la morte fisica. Un giorno propendo più da un lato, quello dopo più dall’altro. E lo stesso dicasi di tanti altri argomenti. Tuttavia mi diverte, mi incuriosisce, vedere il cambiamento di pensiero che in questi anni ho fatto e, se ne aggiungo qualcuno in più, includendo solo pochi anni prima del 2007, il divario diventa ancora maggiore. Alcuni post che avevo scritto, ad esempio, erano per me la “bibbia”, ci credevo ciecamente. Rileggendoli adesso… molti mi sembrano aria fritta. Non “falsi” o “errati”, ma valevoli solo in un certo periodo della vita, dopodiché… diventano inutili. A volte mi suonano perfino sciocchi.

Credo che così sia la vita: fatta a fasi. E’ chiaro che un giovane non può, non deve, pensarla come un uomo di mezza età, e immagino che un uomo di mezza età non può, non deve, pensarla come una persona ormai vecchia. Le cose cambiano e ciò che aveva valore e senso una volta, poi smette di averne, o comunque ne ha molto meno.

Bé… comunque mi accorgo che anche la platea di Wolfghost è estremamente cambiata, sul blog e ancora di più rispetto ai forum su cui scrivevo in precedenza. L’età si è alzata, e ovviamente con essa anche gli interessi che i miei lettori e io abbiamo. Però alcuni vecchi post sono ancora validi, almeno per me, quindi ho deciso che quelli che “sento ancora” li ripubblicherò saltuariamente, perché se è vero che li potete comunque trovare tutti tramite la colonna laterale, è anche vero che la grande maggioranza dei blogger raramente va indietro nei post di un blog, mi piace perciò pensare di condividere alcuni di essi con chi – oggi – è lettore del mio blog.

Un caro saluto a tutti 🙂

Annunci

78 pensieri su “Wolfghost (il blog) andrebbe alle elementari…

  1. Eccoci qua mi verrebbe da dire. IO prima ancora di splinder con alcune amiche a amiche utilizzavamo Blogger.
    Hai rqagione ci siamo un po’ spersi ma forse non c’era un’amicizia di fondo che andasse oltre esserci “qui e ora”.
    Sono stata fortunata alcune amicizie sono diventati importanti e da oltre dieci siamo ancora uniti come ‘persone’.
    Decidere se e cosa ci si oltre la morte, er me è irrilevante. Quando sarà tutti vedremo (o non vedremo) Di certo di noi rimarrà la nostra memoria, l’amore, le piccole o grandi cose che sapremo consegnare ai ‘vivi’. Mia madre è con me ogni giorno, e così le persone che con l’andare degli anni (ma non è detto) ci lasciano. Un profomo, un film, una pazzia o un momento di melanconia mantengono l’unione.
    ‘Essere gentili’ nel lungo elenco di una poesia di Brecht!

    sherancoraquiunpo’piùpigramaqui

    Mi piace

    • Bé, ho amici con cui sono ancora in contatto, va da sé, ma perfino alcuni di loro si sono persi come “blogger”, per cui a rigore rientrano nei conti dei post 😛
      Sulla morte non la penso così. Certo, qualcosa delle nostre azioni, delle nostre parole, dei nostri atteggiamenti e sentimenti, resterà nel mondo. Ma non siamo noi, e comunque non sarà per molto: al massimo una o due generazioni. Poi tutto andrà perso, anche per le “grandi personalità”. Credi che oggi qualcuno ricordi ad esempio Giulio Cesare? Ricordano le sue gesta, qualche suo tratto caratteriale che ci è stato tramandato. Ma di Giulio Cesare persona, di chi era davvero, nessuno sa nulla. Giulio Cesare per noi è un nome, non la persona che era da vivo.
      Un abbraccio 🙂

      Mi piace

  2. Lo so che non sono un’amica di “vecchia data”, ma sono un’amica che non perderai 😉
    “Se i nostri blog vivranno abbastanza a lungo, a poco a poco i sopravvissuti inizieranno a piangere quelli che via via scompariranno, fino a restare pochi”.
    Non ci voglio pensare…mi rattristerebbe molto 😦 sarà che ogni volta che ho giorni non proprio leggeri, vengo qui a leggerti, passo sul mio blog dove spesso leggo i tuoi saluti, quelli di Happysummer e di altri blogger, e sto meglio. Le cose possono anche cambiare anzi è giusto che lo facciano, ma l’unica cosa che vorrei non cambiasse mai è la vostra presenza.
    Un bacione caro Lupo! 🙂

    Mi piace

  3. Non posso non passare per il tuo compli-blog. Gli amici di Splinder a dire il vero si sono un po’ persi ed è un vero peccato. Dovremmo ritrovarci da qualche parte, era una bella comunità.
    un forte abbraccio,
    Giulia

    Mi piace

    • Le “case famiglia” in un mondo libero come Internet sono un po’… contronatura, secondo me. Certo, una piattaforma sterminata come era Splinder rendeva le cose più facili 🙂
      Abbraccio! 🙂

      Mi piace

  4. … ora che sono di nuovo davanti ad una tastiera decente, posso finalmente dare gli auguri ad un “bambino” bravissimo e diligente che ha dato tantissime soddisfazioni e continuerà a darle, parlando di cose interessantissime e sempre con tanto garbo e sensibilità:
    AUGURI
    …e grazie…

    Mi piace

  5. ciao Wolf…sei anni sono una bella data !… 🙂 è la ‘prima’ maggiore età, dopo possono succedere tante cose e la vita è lunga anche se, a volte, ci sembra un soffio .
    Anch’io ho perso delle conoscenze cambiando da Splinder, ma ci sono stata solo pochi mesi. A volte, il blog, per qualcuno è solo un passaggio, qualche volta invece diventa quasi una ricerca personale da condividere con tante altre persone. A dire il vero ultimamente avevo avuto un ripensamento e volevo chiudere il mio, anche per altri impegni, poi ho ripreso a scrivere e sono contenta così, per ora. Spero di risolvere anche le altre problematiche del blog perchè ora avrò un pò più di tempo a disposizione, ciao !!

    Mi piace

    • Anche se mai troppo seriamente, a volte l’ho pensato anche io di chiudere i blog (wolfghost e adottauncucciolo). C’è un tempo per ogni cosa e… chissà, ci sarà un giorno in cui accadrà. Spero che quando succederà sarà per buoni motivi e senza troppi rimpianti.
      Un salutone 🙂

      Mi piace

  6. E’ vero si cresce e se ci guardiamo indietro le nostre parole a volte ci fanno tenerezza, ma è così il percorso che ognuno di noi fa. Io ho cominciato con splinder il 2008, pensa che prima non sapevo neanche accendere un computer, ma per esigenze mie, la pubblicazione di un libro, dovetti imparare e da allora è stato uno scambio virtuale interessante: ho conosciuto belle persone e devo dire che essere sul web è stimolante. Ma come tu dici in questo percorso alcuni sono scomparsi, ma così è la vita: non siamo eterni. Io credo nella continuità: non può finire così. Per credere bisogna avere fede che porta a delle convinzioni che danno un senso di pace. Continuiamo così, questo spazio è una valvola di sfogo e anche di una crescita interiore.
    Buona serata, un caro saluto
    annamaria

    Mi piace

    • Sì, è il “bisogna avere” (fede) che non è automatico e forse nemmeno troppo volontario. Io cerco da anni, ma convinto non lo sono mai stato.
      Grazie, buon weekend e un caro saluto anche per te! 🙂

      Mi piace

  7. Non capisco leggo “7 commenti” ed appaiono soli due miei. Ti avevo mandato un link di Repubblica sulla bellezza della riacquistata liberta, guaritam della lupa Lilith ma???

    sherabuonWE

    Mi piace

    • Ciao cara 🙂 E’ un po’ il problema di questa piattaforma o per lo meno di questo blog: devi sempre ricaricare la pagina per vederla aggiornata, altrimenti non vedrai i commenti nuovi. La lupa l’abbiamo vista assieme, molto commovente 🙂 Meno male che ce l’ha fatta! 😉
      Un abbraccio!

      Mi piace

  8. Che bello ricoprdare i primi tempi di Splinder. Anch’io posso festeggiare oltre i sei anni ed ho nostalgia solo di una cosa: tutti i commenti e gli amici, ne leggevamo ache 20_30 per volta e si era invogliati a rispondere. In un anno avevo regidtrato 20.000 passaggi. Ora li ho persi quasi tutti ma mi ritrovo con tanti blog, per l’esattezza 4 miei e 2 per i quali scrivo.
    Per giunta h0 25 perssone al mio corso unitre e con gli anni che avanzano…
    Però ti dico grazie perchè ogni volta che ti leggo, provo immenso piacere. Abbraccio te e tutti i tuoi amici Maria34

    Mi piace

  9. Ecco! ho fatto come hai detto e voila-
    Credere è senz’altro, in qualche modo, un vantaggio. Essere agnostici, al contrario, ti impegna a costruire il tuo ricordo anche solo per poche generazioni. I ‘grandi’ vivranno in eterno e sono parte della nostra cultura umanistica. E, perdonami, non è vero che restano lettera morta. Giulio Cesare che tu citi, la sua vita , la sua morte, le sue gesta di condottiero, i suoi scritti (odiato De bello gallico 😉 spauracchio di noi studenti) ,
    i ritratti che i suoi contemporanei ne hanno fatto, ce lo rendono moderno, direi ‘vivo’. Il sapore della madeleine di cui Proust ormai famoso ricorda il sapore non riporta in vita il ragazzino malinconico e bisognoso di affetto?

    sheraquestèilmiolsilànchesoloperduegenerazionisarebbebello

    Mi piace

    • No, scusami ma su Cesare & C. non sono d’accordo. Tu puoi dire di conoscere davvero il tuo vicino di casa? Pensi di ricordare con’era, davvero, poniamo tuo nonno? In realtà credo che conosciamo poco perfino di noi stessi, figuriamoci gli altri e figuriamoci gente vissuta cento o mille anni fa 🙂 Cesare persona non abbiamo nemmeno l’idea di come fosse veramente. Immagino che una figura pubblica com’era lui, portasse innumerevoli maschere; delle paure che si teneva dentro, dei sogni inconfessabili, delle reali credenza e turbamenti psichici e spirituali non sappiamo nulla. In poche parole, hai scritto bene: la sua storia la conosciamo, ma lui, come essere vivente, come sentimenti ed emozioni… no. E lo stesso dicasi degli altri 🙂
      Un abbraccio e… sto lavorando sul problema della non ricarica-automatica della pagina, solo che adesso ho davvero poco tempo…

      Mi piace

  10. Caro Wolf, fai pensare anche me. Mi fai ricordare i miei inizi sul web, con un sito di servizio, in cui, oltre a un pizzico di satira, si creavano i primi esperimenti di biblioteca digitale, quelli poi confluiti nella BiD, biblioteca digitale della Biblioteca Nazionale Braidense, con i progetti DiRe e Scaffale Aperto. Solo più tardi mi sono ritagliato un mio spazio autonomo, prima su blogger, poi su splinder. Nel frattempo anch’io ho fatto il mio percorso di conoscenza, per arrivare alla conclusione che il tutto è troppo grande per essere sperimentato e quindi conosciuto, ma che comprende probabilmente tutto quello che è logicamente possibile. Ci si poteva arrivare prima, a dire il vero. Ora continuo a scrivere e a far musica, sperando di comunicare qualcosa e augurandomi che questo qualcosa possa servire a qualcuno, che con i qualcosa di tutti l’umanità possa essere spinta ad andare avanti, a progredire, non si sa verso cosa né perché. Se è un’illusione, mi piace illudermi. Perciò il blog continuerà, i blog continueranno.

    Mi piace

    • Non ti illudi: noi e ciò che noi creiamo, che aggiungiamo – per quanto infinitesimale sia – a ciò che l’uomo ha già fatto, è evoluzione. Quindi serve, sicuramente. Però… la Natura si serve dei singoli a favore della specie, ma per essa sono solo pedine sacrificabili.
      Ovviamente a meno di credere in qualcosa che va al di là delle nostre percezioni 🙂

      Mi piace

  11. eccaromio per prima cosa sei tiratine di orecchie ! poi, entrando in età scolare ai giochi addio! come diceva Shakespeare in Romeo ang Juliet…eddai, bando agli scherzi, anche io ho iniziato nel 2007 su s Splinder ( Ladylunaa, ricordi?) ma siccome non sono una persona coerente mi sono persa i post di quel sito, tanto che avevo quasi deciso di piantarla lì…ma poi l.amore per la Poesia e la curiosità della scoperta mi hanno indotta a ricominciare, non credo che da tutto questo tempo trascorso in compagnia delle persone più varie tu non possa avere ricevuto positività, e il tuo bilancio mi sembra quasi posarsi più su un leggero velo di tristezza…sai, nessuno può penetrare il Mistero della Vita, ma accettarlo sì, con gravità e leggerezza e nonostante tutto con quella gioia che puoi sempre ricercare nella Bellezza e nell’Amore che vivono in eterno pur nello scorrere e nell’esaurirsi delle stagioni
    nello sperare di poterci scambiare opinioni per molti, molti anni ancora ricevi un abbraccio amichevolmente sincero ed affettuoso

    Mi piace

    • Probabilmente penetrtero della vita ed accettarla così com’è sono… tutt’uno 😉 In fondo è ciò che insegnano lo Zen o il Tao, ad esempio 🙂 Però… avrei preferito trovare conclusioni… diverse, diciamo 😉 Credo che in molti, come te, alla chiusura di Splinder abbiano avuto il dubbio se smetterla lì, anche per l’avvento dei più “leggeri” social network. Molti hanno davvero colto l’occasione, credimi. Solo una parte minore ha invece trasferito il proprio blog o in ogni caso ha riaperto su altre piattaforme. Credo che anche questa sia stata una forma di… istinto di sopravvivenza! 😀
      Abbraccio! 🙂

      Mi piace

      • sopravvivenza….mhhh, forse ampliamento di ciò che era stato, sopravvivere mi sembra una parola ambigua, in quello che io faccio metto passione, amore, il sopravvivere sembrerebbe una minestra riscaldata, poi sinceramente, nella piattaforma internazionale in cui scrivo, ho trovato molti spunti con bloggher di altri continenti da cui sto imparando moltissime cose, e ti dirò che -a parte gli amici cari che ci ho perduto- non rimpiango affatto Splinder
        passa una buona giornata mister Lupetto

        Mi piace

      • Su questo sono assolutamente d’accordo. Splinder era una sorta di via di mezzo tra una piattaforma di blog e un social network versione “casalinga”, ne ricordo ad esempio il sistema di messaggistica che tra piattaforme diverse ovviamente non può esistere. Questo rafforzava la “famigliarità” di chi c’era spingendolo a non uscire di lì. So che molti rimpiangono questo fatto della “sensazione di famiglia” e li capisco, ma… anche io preferisco di gran lunga una piattaforma aperta. Altrimenti non avrei scelto Logga 😉
        Un salutone! 🙂

        Mi piace

      • bene, sono contenta che ci comprendiamo.
        Ti ringrazio del pensiero che hai avuto sul mio blog sulla mia presunta assenza, stavo commentando due post pubblicati in precedenza con cui non riuscivo a mettermi in pari perché arrivavano ancora commenti. e di conseguenza sono rimasta indietro con l’ultimo…stava diventando un vero guazzabuglio se non mettevo ordine!
        il tuo post su Napoleone richiede l’attenzione che ora non posso avere, ripasso con calma, non me lo perdo
        un sacco di belle cose por tigo, amigo
        Ventis

        Mi piace

  12. Ma allora non ti fidi di me? No, perchè la reincarnazione esiste. La mia storia incredibile con karol ha cambiato me e il mio modo di vivere, un amore violento, fortissimo e inspiegabile che esplode proprio…quando tu scrivevi il tuo primo post su ..Splinder? ( mamma, che nostalgia!!! Di Splinder, dico…oltre che di K ) ^_^ Bene amico mio, io sono con te da Splinder, vorrei dirti una cosa: la natura, guarda la natura intorno a te. Ti parla. Ti spiega. Ti aiuta a comprendere. Tutto si svolge secondo la natura, non smette mai di esistere. Le stagioni, ad esempio, non vanno via: solo che la loro manifestazione si vede quando è tempo. Allo stesso modo la nostra anima cambia, si trasforma nella morte ( sai che un filosofo dei nostri tempi dice che la morte è l’orgasmo più grande che esista???) …ma nessuno si addormenta! La vita non può addormentarsi, ci hanno detto un mare di frottole. Diciamo che ci hanno insegnato cose vere ma in maniera del tutto sbagliata. La Bibbia, i Vangeli…sono simboli importantissimi, ma sempre simboli. Che importa sapere se Gesù è esistito davvero o no? L’insegnamento che ne riceviamo è grande, questo ci basta. Poi lo sai che il natale e la pasqua hanno un fortissimo riferimento con IL SOLE? Hai mai letto Stainer? Insomma… ho fatto un pò di miscugli ma vorrei spiegarti che non sono una sprovveduta ma vado a fondo alle cose per maggiore conoscenza; io e Karol quando ci siamo incontrati su un sito…abbiamo avuto le stesse identiche impressioni ma nessuno dei due lo ha detto all’altro, perchè ci sentivamo come alieni, l’amore che sentivamo esploderci dentro ci faceva paura. L’unica motivazione può essere “un’altra vita”, perchè tutti e due alla fine siamo giunti a capire solo questo. Era un amore “che già c’era”, non so se mi spiego. A proposito, il prossimo anno uscirà il mio libro, dove ho scritto tutta la nostra storia. Sono cinque anni che ci penso, due per decidermi a farlo e quando ho sentito che era il momento, l’ho fatto. L’ho scritto PER LUI, e per la vita, e per me…ma anche perchè le persone possano imparare a seguire veramente solo il loro cuore, mettendo la mente a sua completa disposizione.
    Un bacione
    laura 🙂
    ps. ma ci sei su Fb??? 😉

    Mi piace

    • Bé, su certi argomenti, cara Laura, è difficile credere per esperienza altrui 😉 In realtà tutto ciò che scrivi non mi è nuovo, so molto delle teorie sulla reincarnazione, le anime gemelle, ecc. ecc. Tuttavia credo siano teorie che possono essere definitivamente accolte dentro sé stessi, credendoci e facendole proprie, solo vivendole in prima persona… e a volte non basta neanche; a volte, nonostante cose apparentemente inspiegabili accadano, il nostro io insinua comunque il tarlo del dubbio, del caso, della coincidenza, della spiegabilità attraverso strane teorie pseudoscientifiche a volte più difficili da credere di quelle apertamente esoteriche. Come scrivo da decenni, nonostante sia apertamente interessato, un ricercatore per necessità mi verrebbe da dire, ho dentro di me un nocciolo scettico che non si è mai sciolto.
      Io sono su facebook, ma in realta, poiché lo trovo molto dispersivo (salvo che per gli annunci di adottauncucciolo), praticamente non ci vado mai 😛
      Un bacione e… complimenti per il libro, sono certo che sarà un successo! 😉

      Mi piace

  13. Caro Wolfghost, noi ci siamo conosciuti ai tempi di Splinder e , un pò, ci siamo persi di vista.
    Mi fa piacere ritrovarti, di tanto in tanto. Sei anni di blog penso che siano proprio un bel traguardo che si raggiunge con costanza e amore, Per quel che mi riguarda, mi piace scrivere e comunicare con i miei amici virtuali ma sia il lavoro che la cura della casa non mi lasciano molto spazio.
    Certo in sei anni molte cose sono cambiate, tutti noi siamo cambiati, ci siamo fatti più “maturi” e quello che andava bene una volta, ora non va bene più, perchè cambiano gli interessi e il modo di pensare. Ma è giusto che sia così.
    Un caro saluto

    Mi piace

    • Bé, non so se mi sono fatto più “maturo” 😀 tuttavia le priorità sono certamente cambiate. Anche io sono molto meno presente di un tempo, basti pensare che i primi due anni pubblicavo da 8 (molto raramente 7) a 12 post al mese, adesso sono a 3 o 4, molto raramente 5. Lo stesso dicasi per i commenti che sono passati da 600-1000 al mese al passare ogni tanto i 200. Certo, anche i blog sono meno usati di una volta da quando c’è facebook e soci, ma certamente sono soprattutto io ad essere cambiato. A volte ho l’impressione di aver scritto quasi tutto ciò che avevo da scrivere, e che ogni nuovo post sia quasi una semplice riproposizione di cose già scritte. Se qualcuno dei miei primi lettori mi avesse seguito fino adesso… credo che ormai si annoierebbe 😀 E comunque i post “tosti” mi richiedevano ore, ora faccio fatica a trovare persino i minuti 😛
      Un caro saluto anche per te 🙂

      Mi piace

  14. Ti ho incrociato poco tempo fa e devo dire che quando passo da te leggo una persona che sa esprimere i propri pensieri in maniera garbata e gentile. Mi sento a mio agio nella tua casa virtuale, il tuo salotto è frequentato persone davvero interessanti..grazie a te :))

    Mi piace

  15. ci nutre la nostra necessità di porci domande cui non sapremo risponderei. Ci nutre e ci affama ad un tempo. Guardarli indietro, talvolta, e come fare una carezza al volto delle nostre fragilità, delle nostre incertezze. “C’è lo dobbiamo…”, per rimarginare le nostre personali ferite. Un abbraccio grande 🙂

    Mi piace

    • Non so se ci nutra, credo che ne sentiamo spesso la necessità, almeno così è per me. Tuttavia non ti nascondo che più vado avanti e più mi chiedo se abbia davvero costrutto porsi tutte queste domande. Ho il sospetto che alla fine la risposta a cui si giunge alle domande di questo tipo sia “è inutile porti questi domande: vivi e basta!” 😛 Meglio sarebbe arrivarci il prima possibile.
      Abbraccio! 🙂

      Mi piace

      • Infatti credo che la vera saggezza sia aspirare a quel grado d’equilibrio che ci consenta di farci trapassare un po’ dalle cose, acquistare quella trasparenza lieve, come si fosse un bicchiere d’acqua che si lasci attraversare dalla vita, dalle cose, da quei raggi di luce che pure ci riescono a raggiungere, e che sono da noi rifratti al massimo, ma proseguono il loro cammino. Senza star lì a straziarsi di quesiti irrisolvibili. Un sorriso 🙂

        Mi piace

      • ahah un’immagine molto poetica la tua, d’altronde… venendo da Flameonair non potrebbe essere altrimenti 😉
        E’ soprattutto il Taoismo che cita spesso l’acqua e queste sue proprietà di non opporsi ma adattarsi ad ogni ostacolo… sapevi di essere taoista? 😀
        Sorriso! 🙂

        Mi piace

      • 🙂 si’, per quel poco che il lavoro mi lascia ancora il tempo di leggere… so di avere “certe assonanze” e poi ho sempre sentito l’acqua come l’elemento a me più affine. Non mi sono mai calata totalmente. in una religione o in una filosofia. Ho bisogno di sentirmi libera d’evolvermi, di contraddirmi, di cambiare strada o di tornare sui miei passi. In fondo la mia fondamentale aspirazione era quella di essere ricercatrice scientifica e, anche se ho dovuto presto abbandonare il sogno per le esigenze della realtà, proseguo a ricercare in me stessa e nella esperienza della vita, senza preconcetti né sicurezze. Accettando i miei necessari mutamenti. Ciao! 🙂

        Mi piace

      • “Hai bisogno” di sentirti libera di cambiare… nel mio caso non è “bisogno”, è… necessità: anche volendo, e ti assicuro che vorrei perché sarebbe molto più facile, non mi riesce di aderire completamente a questa o quella filosofia o religione 😐 🙂

        Mi piace

  16. Una bella carrellata sulla vita del tuo blog. Pensa che io sono qui da più di sette anni e anche i miei amici degli inizi sono spariti…Mi dispiace molto di averli persi,ma più ancora mi dispiace di non essere riuscita a conquistarne di nuovi, almeno così credo stante la scarsità di commenti che ricevo. Che sia colpa mia? Forse quello che propongo è troppo noioso… Ciao sempre piacevole leggerti 🙂

    Mi piace

    • No, non è colpa tua, è che la blogosfera si è indubbiamente svuotata rispetto a, poniamo, cinque anni fa. Ci sono molti meno utenti, normale che sia così anche per i nostri blog. Per farti un esempio, ai tempi di Spinder avevo più di mille blog “amici” (infatti era una situazione di davvero difficile gestione), non solo di Splinder, adesso ne avrò una novantina… la dice lunga, no? 😉
      Grazie e ciao! 🙂

      Mi piace

  17. Il mio blog è nato due anni dopo il tuo….quindi è ancora all’asilo! Riguardo al resto sono d’accordo con te; tranne qualche “linea guida” che per me è rappresentata da alcuni imprescindibili valori morali, nella vita tutto cambia e deve cambiare….perchè l’evoluzione è nel cambiamento! Un saluto e a presto.

    Mi piace

    • La vita è cambiamento, nascita e morte stanno a dimostrarlo. Opporsi al cambiamento significa solo crearsi inutili illusioni e restarci poi molto male.
      Che poi sia per motivi di evoluzione è probabile… ma è secondario dal nostro povero punto di vista 🙂
      Un caro saluto! 🙂

      Mi piace

  18. Caro Wolf
    Sei anni di blog sono tanti…ed anche sei anni della nostra vita (almeno la mia che non sono più giovanissima) sono tanti. Come te, ho subito cambiamenti, ma credo sempre in meglio…altrimenti…che significa imparare dalla vita, dalle esperienze?? Oggi non sono né migliore né peggiore di quella che ero. Sono sempre io, alla ricerca del nuovo, senza una certezza perché la vita stessa non dà certezza. Non mi cruccio di questo. Mi cruccio solo del tempo ridotto della mia esistenza e che, dopo qualche tempo dalla mia scomparsa, nessuno si ricorderà di me. E’ senz’altro questo lo scopo dell’artista: lasciare un’impronta del suo passaggio nella storia.
    In quanto ai vecchi post, io li rispolvero pubblicandoli. I vecchi amici blogger non ricorderanno, quelli nuovi non li hanno sicuramente letti.
    Un abbraccio

    p.s. Grazie per i tuoi auguri

    Mi piace

    • Per i post vecchi farò lo stesso, almeno per quelli che ancora trovo interessanti… per lo meno a me stesso 🙂
      Per il resto, ero convinto che avrei accettato facilmente l’avanzare dell’età, ma il mio fisico sta invecchiando molto più in fretta di quanto mi aspettassi… non mi aspettavo una discesa del genere (sempre che dietro non ci sia qualche problema di salute che esula dall’età). Ammetto che ciò mi ha spiazzato non poco e sto faticando parecchio, al momento, per vederla con la tua stessa filosofia.
      Fossi in te non mi cruccerei con l’idea di non riuscire (ma è vero??? Ne dubito…) a lasciare un’impronta del tuo passaggio attraverso le tue opere: ciò che la gente ricorda non è mai la persona che ha prodotto quelle opere, ma solo le opere stesse, al massimo il nome e qualche gesta, qualche racconto tramandato di qualche tratto caratteriale. Ma chi era davvero quella persona, le sue emozioni, i suoi sentimenti, i suoi tormenti interiori… nessuno potrà mai più capirlo o, tantomeno, “ricordarlo”.
      Noi crediamo che tra la gente famosa e il comune mortale ci sia un abisso, ma “dopo”… non cambia molto. Io almeno la penso così 🙂
      Abbraccio! 🙂

      Mi piace

  19. Anche il mio blog ha compiuto sei anni, esattamente il 10 aprile scorso. Credo di essere una tua lettrice da tempo ormai, con qualche pausa da parte mia quando ogni tanto sento il bisogno di staccare un po’, ma alla fine ritorno sempre 😉

    Mi piace

  20. Siamo rimasti in pochissimi di Splinder… Qualche amico di allora è un amico comune, come Marta Dupont, che ho avuto la grande gioia di conoscere pochi giorni fa di persona (ho visto che hai letto il suo post e mi ha fatto tanto piacere 🙂 ) Per quanto ci siamo sforzati di mantenere integra l’atmosfera idilliaca che si era creata sul quel pianeta ospitale che era splinder, inevitabilmente ci siamo persi. Abbiamo incontrato nuovi amici con i quali è difficile instaurare un rapporto profondo… Bisognerebbe raccontarsi di nuovo… ma si perderebbe forse di autenticità. Io comunque spesso “posto” cose vecchie, come racconti o poesie e questo mi serve per far conoscere quella parte di me che riguardava quel periodo che, seppur facente parte del passato, ha fatto di me quella che sono ora.
    Le persone per bene Wolf non si perdono mai veramente. Un brindisi a noi che resistiamo caro amico!

    Mi piace

    • In realtà credo che anche le persone per bene si possano perdere, le strade a volte semplicemente si separano, però è più facile ricostruirne una unica quando ci si rincontra 😉
      I rapporti che c’erano su Splinder difficilmente sono replicabili altrove, i tempi erano diversi e diversi sono oggi i mezzi messi a disposizione dalle varie piattaforme. In un mondo di Social Network quelli che si sentono ancora blogger non hanno vita facile: su molte piattaforme di blog non ci sono messaggi privati, non ci sono liste di amici e anche se ci sono, sono ovviemente limitate alle altre persone di quella piattaforma. Vero, ci sono i collegamenti con i vari facebook, twitter & C., ma non è la stessa cosa. Io ad esempio ho un account su facebook (sul quale peraltro non vado quasi mai) ma non ho un nickname lì, ho nome e cognome, mentre sul blog per definizione non userei non nome e cognome né voglio mischiarli. Di fatto per me questi collegamenti tra i “due mondi” non sono applicabili.
      Brindisi! 😀

      Mi piace

  21. Siamo rimasti in pochissimi di Splinder… Qualche amico di allora è un amico comune, come Marta Dupont, che ho avuto la grande gioia di conoscere pochi giorni fa di persona (ho visto che hai letto il suo post e mi ha fatto tanto piacere 🙂 ) Per quanto ci siamo sforzati di mantenere integra l’atmosfera idilliaca che si era creata sul quel pianeta ospitale che era splinder, inevitabilmente ci siamo persi. Abbiamo incontrato nuovi amici con i quali è difficile instaurare un rapporto profondo… Bisognerebbe raccontarsi di nuovo… ma si perderebbe forse di autenticità. Io comunque spesso “posto” cose vecchie, come racconti o poesie e questo mi serve per far conoscere quella parte di me che riguardava quel periodo che, seppur facente parte del passato, ha fatto di me quella che sono ora.
    Le persone per bene Wolf non si perdono mai veramente. Un brindisi a noi che resistiamo caro amico!

    Mi piace

  22. Ciao Lupo! Ci pensavo anche io: ma sai che siamo la prima generazione che porterà (e qualche volta, purtroppo, è già successo, come per Il Barone Rosso) il lutto nel web? Tristi pionieri! Ma non solo, eh, questa dei blog sono un’avventura bellissima.
    Auguri a Wolfghost, W I REMIGINI!

    Mi piace

    • E’ proprio così, cara! Ricordo le prime volte che scompariva qualcuno: serpeggiava stupore, sgomento, sembrava irreale… Purtroppo più andremo avanti e più, chi resterà, sarà costretto a farci l’abitudine.
      Un salutone 🙂

      Mi piace

  23. Ciao Wolf..è sempre con immensa gioia che mi addentro tra i tuoi post. ..Mi soffermo con un sorriso e penso che quando c’è empatia e curiosità viva si trova un briciolo di tempo x riaprire pagine che in un modo o in un altro hanno toccato la ns sensibilità. Purtroppo ho perso la password del mio blog.Nn so cm fare ‘ccidenti.I vs commenti sn riuscita a leggerli xché collegati ad un account d posta elettronica. Un saluto

    Mi piace

  24. carissimo,
    ti ricordi di me…vero ?
    Anche io sono dei tempi di splinder che secondo me rimane la miglior piattaforma, poi ai tempi non c’erano facebook e altre robaccie…
    Sono tornato 10 giorni fa dal Giappone e riparto per il Vietnam ( questa volta per lavoro) tra 15 giorni, purtroppo in questo 2012 non sono cambiate molte cose che speravo cosi di conseguenza non riesco a riaprire il blog e raccontare cose nuove… chissà in futuro..
    Cmq ci tenevo a salutarti e leggo con piacere che stai bene e festeggi pure il compleanno del blog! auguri!

    un caro saluto per ora da una piccola stella cometa chiamata Isaac

    Mi piace

    • Accidenti, Isaac! Tu sì che viaggi! 😛 Lo dico senza invidia, eh, il viaggiatore è soprattutto uno stato mentale… che io non ho 🙂 Infatti penso che soffrerei viaggi continui, anche se interessantissimi, come i tuoi 🙂 A parte che comunque non saprei come fare con cane e gatti, mentre credo che Lady Wolf sarebbe prontissima 😀
      Ma è già un anno che hai chiuso il blog?? 😮 Direi molto meno… Comunque non ci credo che non hai cose da raccontare, conoscendoti, anche se solo tramite il tuo blog, mi riesce davvero difficile crederlo 🙂 Piuttosto credo che tu abbia cambiato le tue priorità, i tuoi interessi, e il blog non è più ai primi posti, diciamo 🙂 Ci sta, ogni cosa ha il suo tempo e non ti nascondo che a volte sono stanco anche io. In questa ottica, mi ha fatto davvero piacere ricevere la tua visita, thanks a lot! 🙂
      Un abbraccio e, come direbbe un mio amico, Buona Vita! 😉

      Mi piace

  25. Da un po’ NON ho problemi a entrare qui e a postar commenti.
    Una cosa:è possibile essere avvisata via e.mail di un tuo nuovo post? E se sì, come?
    Grazie della tua visita, sei un gentilone. Nessun nuovo aggiornamento! Volevo postare la struriellett per i morti… ma sono sempre di corsa (Io; loro no)
    Ciaociao!

    Mi piace

    • ciao a te Lilo e ciao a Wolfghost
      con i miei più sinceri auguri e complimenti per la longevità e i contenuti che ci delizi da sempre 😀
      Dal pannello di controllo bacheca è possibile attivare il sistema di newsletter, alla quale poi gli affezionati possono iscriversi per ricevere news da Wolf 🙂
      E’ un plugin attivabile su tutti i blog di Logga.
      Riguardo agli aggiornamenti delle pagine Simone ha terminato tempo fa di creare un sistema di auto aggiornamento.
      Potrebbe dipendere dal browser.
      Consigliamo come sempre: firefox 25.0 l’ultimo aggiornato.
      Giao!

      Mi piace

      • Grazie Guglielmo, magari ci darò un’occhiata appena ho due minuti. A riguardo dell’aggiornamento però, io uso Firefox praticamente da sempre, ma non ha risolto il problema…

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...