Auguroni alla decana Sissi! :-D

Bene, bene 🙂 In questo periodo la nostra Sissi è arrivata all’importante traguardo di 10 anni tondi tondi, che fanno, in scala umana, circa 57 dei nostri! 😀

La mamma di Sissi, Pippi, è la gatta di una mia amica, ed è tigrata come lei, anche se un po’ più piccola (non è difficile, Sissi pesa almeno 12 chili ed è proprio di stazza grossa; Julius, che ne pesa 3 o 4 di meno, sembra più ciccione di lei poiché dotato di una notevole pancetta che Sissi non ha :-D).

E’ l’unico altro animale in casa mia ad aver conosciuto mia madre, infatti la addottai nel lontano 2003 per tenere compagnia a lei quando suo marito, mio padre, morì. Visse con lei fino alla sua morte, per tre anni. Adesso è con me, Lady Wolf (mia moglie), Tom (il cane), Julius e Numa (gli altri gatti della famiglia).

A volte mi chiedo se si ricorda ancora di mia madre… io penso di sì, ma chissà…

Nel 2008 Sissi mi seguì quando traslocai dalla casa dove avevano vissuto i miei genitori in un mini appartamento dove aveva solo una porta-finestra con vista all’esterno. Passava lì tutto il giorno o quasi 🙂 Siccome viaggiavo parecchio all’epoca, decisi di prenderle un gattino per tenerle compagnia, Julius. Bé… non fecero mai amicizia e ancora adesso a volte se le suonano di gusto 😛

Nel 2009 Sissi e Julius conobbero Tom che, seguendo la sua padroncina che poi divenne mia moglie, iniziò a farci visita sempre più spesso, fino a traslocare con noi definitivamente nel Gennaio del 2010.

Non vi nascondo che la prima visita di Tom mi preoccupò parecchio, lui era abituato ai gatti, ma Sissi e Julius non erano abituati ai cani 😀 Addirittura iniziai ad informarmi sugli alberghi della zona nel caso di… guai 😉 Invece andò tutto bene: Sissi restò indifferente, Julius, pur soffrendo di insonnia (nel senso che non chiudeva occhio per guardare Tom) ed arrivando ad essere piuttosto stravolto, non diede comunque problemi 🙂

Infine, a maggio 201o, si aggiunse anche Numa, Numetta per gli amici, una gattina proveniente da un gattile di Genova 🙂

Numa è molto socievole e simpatica e, incredibilmente – anche se ci ha messo anni – è recentemente riuscita ad “interagire” con Sissi che in precedenza è sempre stata sulle sue con tutti gli altri animali. E’ davvero sorprendente vedere ‘sta gattona di oltre dodici chili cercare di lanciarsi all’inseguimento di una gattina sguizzante come Numa 😀

Ecco qua il trio gattesco al completo, da sinistra a destra: Sissi, Julius e Numetta.

Insomma, posso dire a buona ragione che Sissi ha visto una parte importante della mia vita… quante cose potrebbe raccontarvi! 😀 Comunque… buon decimo compleanno, miciona! 😉

Annunci

46 pensieri su “Auguroni alla decana Sissi! :-D

  1. Ma che meraviglia di micioni!! Già mi sembra grosso il nostro Milo, era 7 kg abbondanti un pò di tempo fa, vicino alla alla Sissi sembra una briciola 😉
    E’ arrivato il cado molto esagerato, stasera non si respira molto 😦
    Ciao e buona settimana Wolf
    Magda

    Mi piace

    • Bé, 7 chili in teoria è già un bel gattone 🙂 Certo, vicino a Julius e, soprattutto, Sissi, sembrerebbe piccino, ma Numetta è rimasta piccina, almeno lei 😀 Credo sia attorno ai 3 e mezzo o 4 chili… è difficile pesarla, in braccio non ci sta 😀
      Grazie cara, buona settimana! 🙂

      Mi piace

      • dovresti pesarti con lei in braccio e poi ti pesi da solo, di solito facciamo così noi, anche con il cane…Un terranova, ma poi ad un certo punto abbiamo smesso, era impossibile, visto a detta del veterinario è sui 70 kg 🙂
        ciaoo !!!

        Mi piace

      • ehm… ti ho scritto che non ci sta in braccio 😦 L’unico modo è prenderla per la collottola e salire sulla bilancia con lei… ma stando molto attenti a che le sue unghiette non si arpionino a maglia o braccia! 😀
        Accidenti, quando arrivo a casa Tom, che è un decimo esatto del tuo cagnone, mi viene incontro saltandomi addosso… spero che il vostro non faccia lo stesso! 😛

        Mi piace

    • Pensa che non è una gatta tanto coccolona, ma se l’accarezzi… poi ti cerca seguendoti per tutta la casa 😀 Fa tenerezza vedere ‘sta gattona che vuole le carezzine 😛
      Grazie, anche da parte sua 🙂

      Mi piace

  2. innanzi tutto felice miao miao compleanno dolcezza!
    ora racconto una storia quasi incredibile all’amico Lupo, il mio micio più anziano Ambrogio, era ormai a pieno titolo un membro della famiglia, cresciuto con me, anni 17, un brutto giorno si ammala e la prognosi è infausta, avrebbe dovuto soffrire molto così consiglio di famiglia e della veterinaria amica, dobbiamo lasciarlo andare via..il giorno che succede, piangiamo tutti anche la veterinaria…poi decisione drastica, soffrire così? non sia mai, niente più gatti.Punto.
    Passati due mesi troviamo in giardino il clone di Ambrogio in miniatura ( neanche un gatto troppo comune, Certosino pura razza dagli occhi di bragia)…cosa penseresti Tu? Noi abbiamo pensato ad un suo dono del vecchio micione Ambrogio, e così è Arrivato Ambrogio secondo, ma siccome di Ambrogio ce ne poteva essere solo uno gli abbiamo cercato un diminutivo che conservasse anche il suo nome primario Ambrogio- Ambrogino, uguale a Gino, ora a fare compagnia a Gino ce ne sono altri quattro in giardino…arricchiscono la nostra vita di amore e di coccole e sono certa che dal paradiso dei Gatti Ambrogio sornione se la ride sotto ai baffi

    Mi piace

    • ahah che bello! A parte il dire che 17 anni sono ben tanti, il gattone può essere stato contento, soprattutto perché vissuti assieme a voi 😉 e… qualcuno parlerebbe perfino di… reincarnazione 😛 Chissà, magari vi era troppo attaccato per andarsene definitivamente… 😉
      Dovreste provare a cercare in Gino qualche segno caratteristico che aveva Ambrogio… sia di congenito che procurato nella sua vita appena passata, che so… una frattura, riconoscibile in qualche strana sporgenza dell’osso corrispondente, o una imperfezione di un orecchio, un occhio… Provate a guardarci e… fatemi sapere, eh! Sono curioso! 😀

      Mi piace

      • beh, sai, avevo paura di passare da stupida sennò ti avrei detto che questo quesito molte volte mi è rimuginato in testa, il particolare c’è, senza bisogno di cercarlo tanto,tu sai che i certosini hanno la coda ad uncino, dovuta al fatto che provenendo dall’asia minore pare che le principesse degli harem cui facevano compagnia avessero l’abitudine di infilargli nella coda grossi anelli d’oro tempestati di gemme preziose e questo gradatamente, nel tempo,il fatto della coda ad uncino intendo, ne sia diventata una peculiarità, ebbene, la forma di questa pigatura non è uguale in tutti i gatti…in Ambrogio e Gino, sì, e non solo io l’ho notato…non so che altro dire, resterà un dolcissimo mistero, che ha portato a noi la gioia di avere un duplicato che è tornato a portarci gioia ed amore che credevamo per sempre perduto,
        ed ora vado a misurarmi, con l’altra indagine da te appena aperta…che poi non sia molto distante da quello di cui abbiamo testé parlato?

        Mi piace

      • Bé, anche se… potrebbe anche esserne un discendente diretto e dunque averne ereditato anche la caratteristica coda 🙂 Era sterilizzato o… è possibile che avesse qualche figliolo qua e là? 😀

        Mi piace

      • era sterilizzato, ed anche la storia del suo arrivo nella mia casa è molto particolare, la figlia di una mia vicina lo aveva trovato nel cassonetto della spazzatura piccolissimo, e lo aveva portato dalla madre, la nostra è una zona residenziale con giardini e pensava che lì sarebbe stato meglio che nel suo appartamento, la signora lo curò, lo sterilizzò e quando ebbe circa sette mesi, per tutto ringraziamento scelse il mio giardino e la mia casa,inutile qualsiasi tentativo per farlo rinsavire…aveva scelto noi. Punto…tutto molto strano, non trovi?

        Mi piace

      • Se aveva avuto il tempo di ambientarsi dalla signora di cui parli, sì… può essere strano in effetti 🙂 Anche se gli animali hanno dei “meccanismi mentali” che noi non conosciamo 😀

        Mi piace

  3. Tanti tanti auguroni alla bella Sissi che ha raggiunto un bel traguardo.
    Io ho due gatte una delle quali (Titti), quest’anno ha festeggiato ben 14 anni ! Fa parte a tutti gli effetti della famiglia e, se dovesse mancare, guai.
    Per me è una vera amica.
    Ti ringrazio per la tua visita al mio blog.
    La casa di cui ho parlato si trova nell’Ossola e l’hanno comprata i miei genitori 40 anni fa, non la uso molto e costa parecchio, così devo fare qualche conto e vedere cosa mi conviene (anche se mi spiacerebbe tantissimo venderla !) CIAOOO

    Mi piace

    • 14 anni sono tanti… ma non poi tantissimi, in termini umani è come se la tua gatta avesse 73 anni 🙂 Anziana, sì… ma non ancora vecchia, dai! 😀
      Ho frequentato la parte… sottostante di quei posti, diciamo 🙂 Mi riferisco al lago Maggiore e zone limitrofe. Abbiamo degli amici lì, chissà…. magari potrei farmi consigliare per una visita in quei posti che sembrano davvero belli! 😛

      Mi piace

    • Grazie, anche se qui non si vedono bene, soprattutto Julius e Numa. Se scorri un po’ il blog o cerchi per tag con l’apposito riquadrino in alto a sinistra sul blog, ti escono altre foto 😀
      Un salutone!

      Mi piace

  4. Io credo che si ricordi bene della tua mamma, magari sotto forma di odore, calore…io conosco poco i gatti ma i cani non dimenticano le persone nemmeno dopo tanti anni, essere riconosciuti da un animale dopo anni ti fa salire le lacrime agli occhi ( questa mattina va così, sentimentale già alle otto) mentre poi incontri umani dagli occhi vacui che ti dicono: dove ci siamo incontrati? A casa, amore, sono la mamma! 😉

    Mi piace

    • In realtà, cara Mìgola, pare che i gatti riconoscano e memorizzino soprattutto i volti, le facce. Quindi credo che se la ricordi proprio, esattamente come facciamo noi 🙂
      Gli umani… siamo sempre con la testa tra nuvole, che in un certo senso significa che siamo raramente “presenti” 😉

      Mi piace

  5. Buon decimo compleanno con una riflessione.
    Se tanta gente incarognita dalla solitudine e dall’incapacità di relazionarsi, scoprisse la gioia e la ricchezza di vivere a tu x tu con un animale, nessuno rimarrebbe solo, abbandonato chi in una casa buia chi in un campo assolato.

    sheraunacarezzacircolaresuldivanettoeTom

    Mi piace

  6. Sei fortunato che i pelosetti vadano d’accordo…io se mi azzardo a far avvicinare la mia micia al mio cane volano batuffoli di pelo..e una volta sul ring chi li separa più 🙂
    Troppo simpatica la foto di Sissi col suo giochino :-)tanti auguri alla piccola tigre, tante carezze per lei! 😉

    Mi piace

    • In realtà non vanno tutti d’amore e d’accordo: Sissi e Julius spesso e volentieri… vengono alle zampe 😀 Ma non si fanno mai male 😉
      Sai, Tom è cresciuto con un gatto, era già abituato. E i nostri gatti… non lo so, non ci hanno messo troppo ad accettare la sua presenza 🙂
      Grazie, anche dalla diretta interessata 😛

      Mi piace

    • eheheh sì, le vanno sicuramente bene, anche perché la sua vera data di nascita non la conosciamo, sappiamo solo che è nata in questo periodo, metà mese è solo una data simbolica 🙂
      Grazie, un bacione! 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...