Giordano Bruno, un filosofo scomodo alla Chiesa

Nella solita libreria con usato a prezzi scontati (bé, da buon genovese… :-P) mi sono imbattuto in un testo che appare davvero interessante e che credo mi impegnerà a lungo, vista la sua lunghezza e il tempo (poco) a disposizione per leggerlo. Si tratta di “Reincarnazione, l’anello mancante del cristianesimo – Storia di una dottrina misteriosamente rimossa nel cammino della fede”. Avro’ comunque modo di parlarne più avanti. Voglio invece parlarvi di una figura citata nei primi capitoli del libro e che, avendomi colpito molto, mi ha spinto a documentarmi un po’: Giordano Bruno, un filosofo Italiano nato nel 1548 a Nola e morto nel 1600 a Roma… sul rogo 😮

In breve, Giordano fu per una decina d’anni frate domenicano, probabilmente più per la facilità di trovare testi filosofici che per vera “chiamata”. In seguito ad attriti nati da una visione e soprattutto da una condotta poco consona lascio’ l’ordine e inizio’ a girovagare per l’Europa con alterne fortune (la sua aspirazione fu sempre quella di insegnare): Roma, Genova, Savona, Torino, Venezia, Padova, Brescia, Bergamo, Chambéry, Ginevra, Lione, Tolosa, Parigi, Londra, Oxford, Magonza, Wiesbaden, Marburg, Wittenberg, Praga, Tubinga, Helmstedt, Francoforte, Zurigo… bastano? 😉

Tornato in Italia, un patrizio veneziano lo denunciò alla inquisizione locale per le sue visioni e insegnamenti non ortodossi. In realtà il vero motivo fu, come spesso succede, ben diverso: il patrizio, che riceveva lezioni da Giordano, pensò che lui stesse meditando di andarsene e, per ripicca, lo denunciò. In realtà pare che Giordano volesse semplicemente tornare in Germania per pubblicare alcune sue opere.

Davanti all’inquisizione veneziana, il nostro si difese bene, facendo leva sul fatto che le considerazioni filosofiche non dovessero essere confuse con la fede, ma la sede di Roma ne chiese, e ottenne, l’estradizione. A Roma Giordano fu sottoposto a tortura e lungamente imprigionato (sette anni!), rimanendo a lungo indeciso se ritrattare o meno le sue tesi; d’altronde non sarebbe stata la prima volta che, per salvarsi la vita, avrebbe fatto marcia indietro sulla sua stessa dottrina.

Probabilmente però Giordano si rese conto che la Santa Sede, pur risparmiandogli la vita, non l’avrebbe più scarcerato e così decise di non ritrattare, pur sapendo che questo l’avrebbe condotto sul rogo.

Condannato al rogo, rispose ai giudici la frase rimasta storica “Forse voi che pronunciate la mia condanna avete più paura di me che la ricevo”.

Il 17 febbraio, con la lingua bloccata da una morsa perché non parlasse, l’uomo piccolo e magro fu portato in piazza Campo de’ Fiori, spogliato, legato a un palo, coperto di legname e paglia fino al mento e, infine, arso vivo.

Nella stessa piazza, il 9 giugno 1889, dopo una lunga battaglia contro la Chiesa che si opponeva, con una imponente manifestazione di 30.000 persone da tutta Europa che lo acclamavano come eroe della libertà scientifica e contro l’oscurantismo religioso, verrà inaugurata la statua in suo onore.

Solo con Giovanni Paolo II, nel 2000, la Chiesa si disse dispiaciuta per la fine atroce di Giordano Bruno, non riconoscendo comunque la validità delle sue tesi.

Ma cos’è che urtò così la Santa Sede al punto di volerlo morto sul rogo? Sicuramente Giordano era molto conosciuto in tutta Europa, anche se in molti luoghi non aveva lasciato proprio bei ricordi dato che per il suo carattere “immediato” non si era mai trattenuto dall’entrare in conflitto con i filosofi o gli ecclesiatici locali. Pensate solo che aveva il primato delle scomuniche in tutte le maggiori confessioni europee: cattolica, calvinista e luterana 😉 Era un personaggio scomodo.

La Chiesa comunque ha sempre visto come un pericolo tutti coloro che ne mettono in discussione l’autorità e che possono perciò diminuire l’importanza della sua presa sui fedeli. Anche se oggi, per fortuna, non c’è più il rogo.

I principali contrasti di Giordano Bruno con la visione ortodossa della Chiesa furono tre, tutti piuttosto sorprendenti:

1) La reincarnazione: ebbene sì, pare che la metempsicosi, la reincarnazione, sia stata un’idea tutt’altro che rara nella storia del Cristianesimo. I Catari ne sono solo uno dei tanti esempi. Giordano la professava apertamente: Dato che l’anima non esiste al di fuori del corpo, e tuttavia non è corpo, può trovarsi in un corpo o nell’altro, e passare da un corpo all’altro.

2) L’infinitezza dell’universo e la possibilità di rinascere su altri pianeti: vi ricordo che siamo nel 1500! Già Copernico era apertamente osteggiato per la sua affermazione che la Terra non era il centro dell’Universo: essa, la Terra, girava attorno al Sole. Giordano sosteneva addirittura che neanche il Sole era il centro dell’Universo, perché, essendo l’Universo infinito, un centro non poteva esistere. Sosteneva inoltre che le anime potessero reincarnarsi non solo sulla terra, ma su uno qualunque degli innumerevoli mondi che fossero adatti. C’è un solo spazio generale, una sola vasta immensità, che possiamo liberamente chiamare Vuoto; dentro di esso vi sono innumerevoli globi come questo su cui viviamo e cresciamo.

3) La possibilità di avvicinarsi a Dio come esperienza personale, e non tramite la Chiesa: l’uomo può diventare una cosa sola con Dio già nel corso di questa sua vita terrena e la religione è il processo per cui la luce divina prende possesso dell’anima e la eleva e trasforma in Dio. Non è necessario insomma attendere la fine del mondo perché ciò si realizzi, può accadere anche adesso (confrontate questo con la visione del monaco buddhista Thich Nhat Hanh: Il Regno dei Cieli e’ questa nostra terra).

Quindi non fu solo la reincarnazione a mettere nei guai Giordano, ma soprattutto il fatto che la salvezza passasse dal rapporto diretto con Dio, piuttosto che con la Chiesa. Questo minava chiaramente il potere della Santa Sede.

Spesso ho scritto che nel nostro lontano passato, nell’Alchimia in particolare, abbiamo avuto gli stessi “semi” presenti in quelle filosofie orientali a cui oggi molti di noi tendono ad accostarsi, forse perché percepiscono che qualcosa manca nella nostra. Il fatto è che in occidente non è stato dato a quei semi modo di crescere… e oggi molti di noi ne sentono la mancanza…

Annunci

82 pensieri su “Giordano Bruno, un filosofo scomodo alla Chiesa

  1. Non conoscevo la storia di Giordano Bruno e mi ha letteralmente catturato… le sue tesi semplici e credibili, ma allo stesso tempo pericolose e rivoluzionarie anche al giorno d’oggi… a me spaventa e affascina al tempo stesso condividere questa visione. Comunque la conversione e la fede l’ho sempre vissuta come un processo personale e diretto, e vivo la chiesa come supporto e aiuto…

    Mi piace

    • Il tuo modo di vivere la chiesa e’ a mio avviso quello corretto. Ho sempre immaginato la chiesa, cosi’ come tutte le religioni “istituzionalizzate” del mondo, come una guida per… principianti, per gente cioe’ che non abbia tempo o modo di istruirsi, come potevano essere i contaadini medievali che certamente di tempo ne avevano pochino. Ecco che allora una “guida di base” poteva e puo’ davvero avere una sua grande utilita’. Tuttavia lo spirito e’ lo spirito, non riesco a vedere per esso un “insegnamento di massa” valido per tutti allo stesso modo e credo che debba essere dato modo e spazio per ciascuno di approfondire il proprio rapporto con la spiritualita’. La religione poi e’ sempre li’, a offrire il suo apporto quando e’ necessario e richiesto.
      Cio’ che ho riportato io di Giordano Bruno e’ una goccia nel mare, i suoi testi sono numerosi e investono tantissimi aspetti, non solo spirituali e filosofici. Ancora oggi sono oggetto di studio. Io, nel piccolissimo di una piccolissima ricerca, e d’altronde nello spazio di un post non sarebbe stato neanche possibile riportare di piu’, ho scritto solo alcune nozioni davvero di base per come ho creduto di capirle io 🙂

      Mi piace

    • E la vera liberta’ puo’ esistere solo nella verita’, altrimenti e’ una falsa liberta’ 😉
      Grazie cara, quando mi sono reso conto della complessita’ del personaggio e del suo pensiero… ho avuto davvero il dubbio se pubblicarne o meno: se passa di qui qualche esperto di filosofia potrebbe aversene a male! 😀

      Mi piace

  2. Agghiacciante, quante atrocità ha commesso la chiesa! Questa non è religiosità, questa non è fede, chi si macchia di orrendi crimini non fa l’operato di Dio. Il video mi ha sconvolta, ma al tempo stesso ho letto il tuo post con molto interesse. I personaggi scomodi hanno avuto sempre vita difficile, ma mi rattrista il pensiero che chi dovrebbe far trionfare l’amore sia esecutore di crimini come i grandi persecutori della storia.
    E’ sempre interessante leggerti.
    un saluto
    annamaria

    Mi piace

    • Grazie Annamaria 🙂
      Il video è un estratto da “Giordano Bruno”, film del 1973 diretto da Giuliano Montaldo e con Gian Maria Volontè nella parte di Giordano.
      La Chiesa ha compiuto le stesse atrocità di cui ancora oggi si macchiano alcune culture fondamentaliste estere. Questo porta a diverse considerazioni: da un lato il fatto che, se è vero che l’occidente si è emendato da certe terribili pratiche, dall’altro, pur condannandole, dovremmo evitare di fare sermoni troppo “da superiori” a chi ancora le fa’; dall’altro dovremmo chiederci a quali forme di controllo, meno esplicite per fortuna ma forse proprio per questo più subdole, siamo tutt’oggi sottoposti. E non parlo solo della Chiesa…
      Un caro saluto 🙂

      Mi piace

  3. Addirittura i semi di cui parli erano perfettamente inseriti dei testi sacri adottati in occidente all’origine della stesura, sono stati letteralmente espiantati in tempi successivi durante le varie revisioni.
    Credo che in periodi particolari, ci sia un comune sentire che pervade il genere umano indipendentemente dalla cultura o dalla posizione geografica e le persone più sensibili ed aperte colgano queste verità, ma spesso devono fare i conti con una società non ancora pronta o più spesso non interessata a recepirli.

    Paolo

    Mi piace

  4. Mentre leggevo i motivi della discordia tra Giordano Bruno e la Chiesa, ho subito pensato: e certo, se la salvezza prescide dall’apparato ecclesiastico, come potevano accettare le sue idee??
    Il Cristianesimo è, secondo me, la migliore delle religioni possibili ma Chiesa e Cristianesimo non coincidono.

    Mi piace

    • E’ un problema che hanno molte religioni “istituzionalizzate”, soprattutto quando – piu’ per scopi politici che spirituali – sfociano nel fondamentalismo.
      Un salutone cara Happy! 🙂

      Mi piace

  5. Decisamente un personaggio scomodo per la Chiesa visto che professava cose del genere. Incredibile parlasse di reincarnazione e anime che tornavano
    in altri mondi a quei tempi..anche oggi se qualcuno dicesse cose del genere verrebbe preso per folle (almeno da molti se non da tutti).
    Un grande personaggio che ha saputo sostenere le sue idee anche se poi la Chiesa lo ha tolto di mezzo come ha fatto con molti purtroppo. E’ vero oggi il rogo per fortuna non c’è più comunque sia sembra che solo gli ecclesiastici possano parlare o agire in nome di Dio, un atteggiamento direi duro a morire.
    Vista l’ora mi congedo con la buonanotte 😉

    Mi piace

    • Si’, in realta’ la teoria della reincarnazione e’… piu’ vecchia del cristianesimo, e c’e’ addirittura chi sospetta che la professasse Gesu’ in persona, prima che questa parte fosse debitamente cancellata dalla Chiesa. L’ebraismo, a cui certamente Gesu’ si rifece almeno parzialmente, era all’epoca una religione non unitaria e, tra le varie correnti di pensiero, ce n’era una che professava proprio la reincarnazione, probabilmente mediandola a sua volta dal vicino induismo… 🙂

      Mi piace

  6. E c’e’ addirittura chi sospetta che la professasse Gesu’ in persona? Diciamo che nn è proprio un sospetto 🙂

    Nel vangelo di Giovanni, Gesù dice a Nicodemo:
    “In verità, in verità ti dico che se uno non nascerà di nuovo non può vedere il regno di Dio”. Nicodemo gli chiese:
    “Come può un uomo rinascere quand’è già vecchio? Può forse rientrare nel grembo della madre per essere rigenerato?”
    Gesù allora gli risponde:
    “Bisogna che voi siate generati di nuovo”
    Il senso è chiarissimo. Il verbo “generare” si riferisce al nascere, in senso fisico, carnale, dal grembo materno, nn al cambiamento morale. Le parole di Gesù sono chiarissime e inequivocabili:
    “Ciò che è generato dalla carne è carne; e quel che nasce dallo spirito è spirito. Non ti meravigliare se ti ho detto: bisogna che voi siate generati di nuovo.” [Giovanni III,6]
    In particolare nn può trattarsi di battesimo in quanto, nella Bibbia, Giobbe usa le stesse parole di Gesù, parlando di “essere generati di nuovo dalla carne”, di nascere di nuovo, carne e spirito, corpo e spirito, parla di ventre materno e Giobbe non poteva riferirsi alla nascita morale perché nn conosceva il battesimo. In un altro passaggio del Vangelo c’è un’altra inequivocabile prova che gli apostoli di Gesù conoscevano, e credevano, nella reincarnazione:
    “Passando vide un uomo, che era cieco fin dalla nascita. I suoi discepoli lo interrogarono, dicendo: Maestro, chi ha peccato, lui o i suoi genitori, perché sia cieco dalla nascita?”[Giovanni, IX, 1-2]

    Buona giornata Wolf 🙂

    Mi piace

    • Grazie per i passi che riporti, cara Missi, chissa’ se saranno citati anche nel libro che sto leggendo? 🙂 Per il momento l’autrice spiega in che maniera Gesu’ potrebbe essere stato influenzato dalle credenze sulla metempsicosi, ovvero mediandola da uno dei diversi rami dell’ebraismo esistenti all’epoca e che a sua volta potrebbe essere stato influenzato dal vicino induismo. C’e’ da dire che lei si mantiene sempre su una linea molto corretta usando spesso la formula “Secondo me […]”, cosi’ da evidenziare che le sue sono solo personali deduzioni piuttosto che interpretazioni certe; una linea che personalmente apprezzo in un mondo dove tutti urlano la propria idea come verita’ assoluta 🙂
      Credo che in fondo abbia ragione quel lama buddhista che, a mia precisa domanda su possibili prove, mi rispose che solo meditando avrei potuto trovarle “sentendole” dentro di me. Un modo di dire che le teorie, in questo campo, da sole non funzionano… anche perche’ ogni corrente dice la sua 😉
      Buona giornata a te! 🙂

      Mi piace

  7. L’inquisizione e tutto ciò che la circonda è uno dei capitoli più vergognosi della storia della Chiesa, ciò che ha fatto con Giordano Bruno è stato aiutarlo a rimanere immortale…
    Aver paura delle idee è sempre un gran brutto segno, comunque!

    Mi piace

  8. Il maggior numero di morti, di crimini, di guerre, sono da imputare alle religioni, viene tutto fatto in nome loro.
    Giordano Bruno è solo un capitolo, doloroso e vergognoso. Quanti altri? Noti e, soprattutto, non noti?
    La Chiesa, anche quella moderna, non sa accettare chi la pensa in mod diverso da quello che lei predica (e, bada bene, non dico “che lei pensa”), anche se cerca di mascherare questa verità dietro a falsi passi avanti. Sono fatti così, non vogliono cedere potere. Perché in difinitiva è solo di questo che si tratta: potere.

    OT: come ve la cavate da quelle parti con la neve?

    Mi piace

    • Si’, anche se in realta’ anche l’ateismo ha fatto le sue vittime e commesso le sue atrocita’, basti vedere l’invasione del Tibet negli anni ’50 da parte della Cina. La Chiesa ha difficolta’ ancora oggi a riconoscere le altre correnti spirituali, o meglio, lo fa ma sempre sostenendo la sua presunta superiorita’ e unicita’ come “vero credo”. Che poi… le altre grandi religioni non fanno molta differenza, eh 😉 Comunque sono d’accordo: alla fine si tratta solo di potere e del tentativo di mantenerlo.
      Qui a Genova e’ andata bene. E’ nevicato seriamente solo nell’entroterra, mentre sulla costa il piu’ e’ arrivato proprio nella mia delegazione, quella nell’estremo ponente, con pochi disagi comunque. Pero’ il freddo, grazie alla perenne azione del vento, si sente e molto! 😮
      Un caro saluto 🙂

      Mi piace

  9. Si, presso antiche religioni, antecedenti al cristianesimo, esisteva il concetto di reincarnazione
    ma con la Chiesa che osteggiava questo tipo di credenze diventava quasi impensabile poterle professare, ecco perchè dicevo “a quei tempi” i tempi dell’inquisizione. Ancora oggi non viviamo in una società disposta a credere o a documentarsi su certe cose (a parte alcuni).
    Gesù predicava la reincarnazione…almeno da quello che riporta il vangelo, anche per questo la mossa della Chiesa di aver cancellato parte di ciò che lui insegnava non ha avuto molto senso..

    Mi piace

    • E’ una societa’ che fa difficolta’ a staccarsi dai dogmi, cara Demetra 🙂 Un po’ e’ per il desiderio della Chiesa di non mettere in discussione le proprie parole, ma molto dipende anche dalla nostra pigrizia: e’ piu’ comodo affidarsi alle “verita’” di qualcun altro piuttosto che cercare, faticosamente e con risultati non predicibili, la propria.
      Un salutone 🙂

      Mi piace

  10. L’argomento è lungo e complesso…merita un’attenta lettura che ora non sono in grado. Mi manca la concentrazione: ho il cuore che duole e la mente in subbuglio.
    Tornerò quando avrò riacquistato il mio equilibrio.
    Grazie d’essere passato. La mia storia è autobiografica.
    mimosa49

    Mi piace

  11. Il 23 Maggio 1592 Giordano Bruno viene consegnato all’inquisizione veneta e incarcerato a San Domenico di Castello. Da quel momento inizia per il filosofo una dura battaglia legale che durerà fino alla sua esecuzione avvenuta nel 1600. Sono gli anni presi in considerazione della lotta contro la Chiesa del tempo.
    L’8 febbraio 1600 viene letta a Bruno la sentenza di condanna.
    Le imputazioni a suo carico furono ben trenta e tra le più gravi: la negazione della transustanziazione, l’aver negato la verginità di Maria, l’aver scritto lo Spaccio contro il Papa, l’aver vissuto in paesi eretici senza frequentare regolarmente le messe, l’aver sostenuto l’esistenza di mondi innumerevoli, la metempsicosi, che Cristo fu mago e non crocifisso ma impiccato, che la Bibbia è un libro di favole, che prima di Adamo sono esistiti i pre-adamiti. All’alba del 17 febbraio legato con un morso nella bocca che gli blocca la lingua per non farlo bestemmiare, è portato a Campo de Fiori, a Roma, denudato, legato a un palo e arso vivo. Una statua eretta al centro della famosa piazza ne ricorda e ne suggella la memoria nei secoli. E’ stato chiaro il tentativo di attualizzare le eresie di Bruno; le sue argomentazioni sono infatti puramente filosofiche: negare l’infinità dell’universo, ad esempio, significa in sostanza negare l’infinità di Dio.
    Ho letto cose che evidenziavano la grande sensibilità dell’uomo prima che del filosofo, apportatore di concreti problemi che si porranno all’attenzione dell’intelligenzia europea un secolo dopo con l’Illuminismo.

    Io ho visto un bellissimo film a lui dedicato.

    Buona serata ♥ vany

    Mi piace

    • Probabilmente il film che citi è quello dal quale è tratta la scena nel finale di questo post, Vany 😉 O ce n’è un’altro? 😮 Giusto il tuo riassunto, tuttavia mi risulta che Giordano non sostenesse la limitatezza dell’universo, ma il contrario. Era la Chiesa a sostenere che l’universo fosse finito 🙂

      Mi piace

  12. E la caccia alle streghe? Il potere che bruciava le donne a migliaia.
    Giordano Bruno sì che era un eroe, mica come questi eroi radiofonici da capitaneria di porto di oggi 🙂
    Io spero che la Chiesa trovi la sua fine nella storia dei suoi crimini sparsi nel tempo e reitereti che non si possono perdonare; fanno parte di lei che se non ci fosse, facesse cioè come i dinosauri, si starebbe meglio. Ha impiegato troppo tempo a capire che G. Bruno aveva scientificamente ragione e ad ammettere le sue disumane responsabilità, e questo è più grave dei crimini fatti allora. Un caro saluto 🙂

    Mi piace

    • Veramente, caro Giulio, la Chiesa, pur ammettendo l’atrocità della “punizione” inflitta, non ha mai accettato le tesi di Giordano Bruno. Non le accetta nemmeno oggi! 😛 Comunque lui divenne un eroe nel momento in cui decise di non ritrattare, fino ad allora era stato “solo” un grande filosofo e sognatore… ma probabilmente anche un po’ furbetto e parecchio arrogante 😉
      Un caro saluto anche per te! 🙂

      Mi piace

  13. “Io e Dio. Una guida dei perplessi” non è costato al teologo Vito Mancuso il rogo credo solo perché ha avuto al fortuna di vivere nei nostri tempi… qualsiasi discorso priviligi ed esalti il diretto ed individuale rapporto tra il singolo individuo e Dio non può che minare profondamente le basi del Potere di un Sistema che si frappone e si autoproclama unico interprete del messaggio evangelico. La figura di Giordano Bruno è sempre stata poco approfondita e resa nota.
    Interessantissimo post, come tutti i tuoi, del resto!
    Un abbraccio

    Mi piace

    • Bé, cara Paola, in realtà ho trovato tanto su di lui, molto più di quanto mi aspettassi; ancora oggi i suoi scritti sono oggetto di studi approfonditi 😮 Purtroppo la Chiesa ha tenuto a lungo più al suo potere economico e politico che a quello spirituale…
      Grazie e un abbraccio anche a te! 🙂

      Mi piace

  14. E’ vero c’è una certa pigrizia mentale nel cercare da soli delle verità che ci vengono invece insegnate, è un po come essere delle marionette però…ai ai..
    Buona serata caro Lupo, un bacione! 🙂

    Mi piace

  15. Ciao Wolf, bentrovato. Un passaggio veloce per farti vedere che non sono sparito, ho messo il tuo link tra i miei algoritmi 🙂 Sara’ ancora un piacere passare da qui 🙂

    Mi piace

  16. ho sempre amato la figura di Gioradano Bruno..e anche la mia docente di filosofia del liceo, che ricordi 😛
    La Chiesa purtroppo ha sempre agito in questo modo : si è costruita a suoi piacimenti i suoi miti da sè, distruggendo qualsiasi cosa gli fosse contraria e creando “dogmi” che con “il Vangelo” non c’ entrano assolutamente niente.
    Prenditi i Vangeli Apocrifi, leggi quanto è stato accuratamente tagliato. Spulcia nelle biblioteche e scropri cosa davvero predicavano i primi cristiani…e quel che predicava “il Cristo”. Filosofie ben più vicine al buddhismo di quel che si possa pensare.

    Ma non dirlo a voce alta, rischi l’ eresia !
    Buonanotte, lupo !

    Mi piace

    • Si’, d’altronde chi invece e’ vicino alla Chiesa si dice contrario a interpretazioni diverse delle sacre scritture 🙂 Credo che ognuno dovrebbe confrontare le “verita’ proposte” con cio’ che sente essere vero in cuore suo. Cosa che non e’ facile da fare, va da se’, anche perche’ richiede un grosso sforzo che in pochi abbiamo voglia di fare.
      Un caro saluto, Iris! 🙂

      Mi piace

    • Anche il mio PC di casa ogni tanto diventa quasi inutilizzabile, sai com’è, ha più di dieci anni ormai 😛 Comunque con una formattazione puoi sicuramente metterlo in grado di durare ancora qualche anno 😉
      … sempre che sia questo il suo problema 😐
      Un salutone! 🙂

      Mi piace

  17. Ripeto che il Cristianesimo è, secondo me, la migliore delle religioni possibili, perché parla di pace e amore ma nondi una pace e di un amore ripiegati in se stessi, bensì aperti al mondo, all’altro, ai deboli, ai bisognosi, ai perseguitati, ecc. Ed è anche una religione festosa, celebra l’amiciza, gli affetti, la gioia di vivere.

    Mi piace

  18. Ad esempio, durante le nozze di Cana finì il vino e Maria chiese al figlio di procurare del vino. Bene, non è che Gesù (tra l’altro allegramente presente alla festa) le rispondesse: “Che bevano acqua!” ma fece il famoso miracolo, perché considerava giusti l’ospitalità conviviale e il sano divertimento.
    Purtroppo, l’apparato ecclesiastico ha stravolto gli insegnamenti di Gesù, e la sua voglia sfrenata di potere e di dominio hanno portato la Chiesa a commettere atrocità che nulla hanno da spartire con gli insegnamenti evangelici.

    Mi piace

    • Io invece non la penso così. Il cristianesimo appare semplicemente più adatto allo spirito occidentale, e come potrebbe essere diversamente, visto che cristianesimo e cristiani sono nati assieme? 😀 Una religione che venga da migliaia di chilometri di distanza, avrà influenze culturali diverse e più difficilmente adattabili a noi occidentali. Ma “più difficilmente” non vuol dire non applicabili.
      Mi dispiace che tu pensi che le caratteristiche che riporti non siano presenti anche nelle altre grandi religioni, lo sono eccome invece. Il buddhismo tibetano, ad esempio, fa della compassione verso “tutti gli esseri senzienti” (non solo esseri umani, dunque) il fulcro dei suoi insegnamenti e chi è venuto in contatto con i lama tibetani non puo’ non aver colto lo spirito sereno e allegro che gli anima. Ovvio che non valga per tutti, così come non vale per tutti i componenti del clero cristiano il fatto di assumere un aspetto severo e serioso 😉
      Nessuna religione è superiore ad un’altra; anzi, una religione che si dichiari superiore ad un’altra non puo’ essere una vera religione, poiché la spiritualità è uguale in ogni parte del mondo, ed ogni religione seria, che si basi su una ricerca spirituale profonda, non puo’ che avere le medesime basi ed arrivare agli stessi risultati di tutte le altre religioni altrettanto serie.
      Come potrebbe perciò esistere una religione superiore alle altre? Al massimo ne esistono di più o meno adatte alle culture alle quali cercano di applicarsi.

      Mi piace

  19. Anche a me è capitato di citare G. B. in un saggio, che ho pubblicato anche sul mio nuovo blog. Riporto la citazione, che fa capire, al di là del linguaggio abbastanza ostico del nolano, quanto la sua concezione dell’universo fosse rivoluzionaria e inaccettabile da qualunque versione storica del cristianesimo.

    “In numero dunque e moltitudine è infinito mobile et infinito movente; ma ne l’unità e singolarità è infinito immobile universo; e questo infinito numero e magnitudine, e quella infinita unità e semplicità, coincidono in uno semplicissimo et individuo principio, vero ente. Così non è un primo mobile, al quale con certo ordine succeda il secondo in fino a l’ultimo, o pur in infinito; ma tutti li mobili sono egualmente prossimi e lontani al primo, e dal primo et universal motore. Come, logicamente parlando, tutte le spezie hanno egual ragione al medesimo geno, tutti gl’individui a la medesima spezie, così da un motore universale infinito, da cui dependono infiniti mobili, et infiniti motori, de’ quali ciascuno è finito di mole et efficacia” (6).

    6. Giordano Bruno, De l’infinito universo e mondi, in Opere di Giordano Bruno nolano, ora per la prima volta pubblicate da Adolfo Wagner, Lipsia, Weidmann, 1830, p. 94.

    Mi piace

    • Riflettendoci, capisco il significato delle parole del nolano perché i concetti che esprime li ho già ritrovati diverse volte ed in testi più accessibili… altrimenti in effetti farei probabilmente una certa fatica 😛 La cosa più incredibile che è evidente come sia citata l’antica alchimia ma… alcuni concetti sembrino parlare di meccanica quantistica! 😮
      In effetti non è infrequente trovare simili commistioni, al punto dal domandarsi come facessero a quell’epoca ad essere a conoscenza di scoperte che sarebbero avvenute solo 400 anni più tardi…

      Mi piace

      • Queste erano anche le mie osservazioni, che ho avuto modo di esprimere durante le visite guidate alla mostra sulla legatura barocca che ho avuto occasione di curare presso la Biblioteca Nazionale Braidense di Milano. Ero giunto allora alla conclusione che quel filone del sapere alternativo che dai culti misterici era passato al neoplatonismo, da questo all’alchimia e al neoplatonismo umanistico e poi all’esoterismo moderno, possedeva conoscenze intuitive che avevano molti punti di convergenza con quelle delle discipline scientifiche contemporanee, piuttosto che con le credenze adottate dalle religioni rivelate o dal marxismo. Questa cultura “altra” ha permeato di sé tante arti e letterature, raggiungendo persino quelle arti minori e decorative che possiamo ammirare nelle chiese e nei palazzi come negli oggetti e persino nella decorazione delle coperte librarie

        Mi piace

      • Sono d’accordo, questa conoscenza non e’ andata persa, anche se certamente si sarebbe potuto sfruttarla molto di piu’ senza l’ondata di conservatorismo che sollevo’.
        Un salutone 🙂

        Mi piace

  20. Ciao Wolf…eccomi anche qui. Sto girando come una trottola in varie piattaforme. Bellissimo questo post! Giordano Bruno é uno dei filosofi con i quali simpatizzo di più. Sicuramente un grande pensatore e una grande mente che già ai suoi tempi era molto avanti, troppo avanti per essere accettato e capito. La chiesa comunque dovrebbe solo vergognarsi delle infamie e i delitti commessi con l’inquisizione. Un caro saluto e buona Domenica! Ciaooooo

    Mi piace

    • Oh, io credo che buona parte della Chiesa si sia vergognata davvero, seppure biasimando sì la punizione ma non le motivazioni…
      Grazie cara, un caro saluto e un buon… resto di gelida domenica a te 🙂

      Mi piace

  21. Ciao Wolf intanto grazie per i tuoi commenti che sono sempre attenti e mi affascinano perche’riesco a “vedere” con altri occhi il mio scrivere e questo per me e’ importante.

    Il racconto e’la descrizione di un mondo interiore (il mio) e tutte le ambientazioni, tutti gli accadimenti e le emozioni sono reali.

    Non e’facile da spiegare ma ho vissuto in passato un po’di cose non molte facili da sostenere in eta’bambina ho creato negli anni dentro me stanze dove mi son rifugiata, nascosta dove ho rivissuto paure, solitudini, urla, disperazione …

    Queste stanze albergano tutto oggi in me le ricordo e ancora ci passeggio dentro e oggi ho deciso di proiettarle fuori da me..riguardandole dal fuori rivivendo le emozioni in bilico fra’il fuori ed il dentro.. quasi una terapia quasi una liberazione uno spalancare le porte di stanze serrate saldate..

    Scusa mi son dilungata ma ci tenevo a farti capire cosa c’e’in quelle pagine.

    Buona serata Wolf

    Mi piace

    • Sì, le cose distanti nel tempo, sepolte nel nostro inconscio, spesso emergono in maniera strana, confusa, appaiono proprio come fossero sogni o, a volte, incubi. Per chi ci capita da “esterno” spesso non è facile coglierne l’essenza…
      Buona serata a te 🙂

      Mi piace

  22. ..non si finisce mai di leggere, di imparare, di scoprire e di cercare….

    Giordano… finito “malamente” anche lui…
    se fosse nato qualche anno più tardi??
    mah…

    un abbraccio wolfino tutto bene??
    bacione..
    m.

    Mi piace

    • E’ vero, non si finisce proprio mai di imparare 😉 Poi il web e il mondo dei blog sono così vari e parlano di così tante cose che si prestano davvero tanto a far capire quanto vero sia questo fatto! 😉
      Grazie cara, un abbraccio che rendo volentieri 🙂

      Mi piace

  23. Credo che il rapporto dell’uomo con la Chiesa, intesa come organizzazione credo non sia mai stato facile nella storia, spesso i dogmi, le regole eccessivamente severe hanno indotto l’uomo a trovare “vie di fuga”…vie che gli permettessero di sentire un Dio più vicino al sentire dell’uomo che al sentire “divino”…il problema forse è che spesso l’uomo per rendere più facile il cammino umanizza Dio e il cammino non è più dell’uomo verso Dio ma inverso…la differenza tra la religione cristiana, cattolica e le religioni orientali credo esista nel fine del cammino…la Chiesa non permetterà mai che l’uomo possa pensare di poter diventare come Dio…le religioni o filosofie orientali possono indurre l’uomo a pensare che attraverso un cammino filosofico, di meditazione l’uomo può essere come Dio e così negare l’infinità di Dio e l’essere divino. Non sono d’accordo nè con l’inquisizione nè con le filosofie orientali che tendono spesso a rendere troppo amorfi i sentimenti e le emozioni umane, personalmente credo che se Dio ha creato l’uomo per amore, non può non amarlo e amare l’uomo significa che Dio non lo chiuderebbe mai tra regole e dogmi…regole e dogmi li ha costruiti l’uomo per sua comodità e potere, per necessità forse ma non posso credere ad un Dio che mortifica il cuore dell’uomo…

    bellissimo post
    buona serata
    lella

    Mi piace

    • In realtà, come si legge anche nelle parole di Giordano Bruno, anche noi occidentali abbiamo avuto correnti che in passato sono state anche importanti che si avvicinavano al pensiero orientale, e personalmente mi trovo molto più in linea con queste che con quella di un “Dio identificato”. Le filosofie orientali in realtà non dicono che si puo’ essere “come Dio”, perché il concetto di un Dio “identificato” per loro non esiste. Non si deve ad esempio pensare a Buddha come Dio, non è così; “Buddha” è “il risvegliato”, colui che ha capito ed ha colto la vera essenza della vita e del mondo. In questo senso sì, ognuno puo’ essere come Buddha, ma Buddha non è Dio. Inoltre nelle filosofie orientali la compassione verso il prossimo e verso qualunque “essere senziente”, persona o animale che sia, è il punto fondamentale di tutta la dottrina, non è percio’ corretto dire che essa tende a rendere amorfi sentimenti e emozioni, il “controllo” non è assenza bensì direzione, e dirigere emozioni e pensieri puo’ cambiare davvero la vita nostra e di chi abbiamo intorno. In meglio, naturalmente 🙂
      Attenzione pero’, non sto celebrando le filosofie orientali a discapito delle “nostre”, anche queste hanno una base, un cuore, che non ha nulla da invidiare alle prime. Spesso pero’ quando una corrente spirituale diviene religione istituzionalizzata, troppo vicina al potere… perde dei pezzi, dei pezzi importanti. Ma questo non è successo solo al cristianesimo 😐
      Grazie e buona serata anche a te 🙂

      Mi piace

  24. Ti dirò io credo che Giordano Bruno non solo fosse consapevole della reincarnazione ma anche degli universi paralleli…..nel 1500…………!!

    “a quali forme di controllo, meno esplicite per fortuna ma forse proprio per questo più subdole, siamo tutt’oggi sottoposti..”
    Già……..non necessita imbavagliarci………..e vivi ,in fondo,facciamo più comodo……..se no il “mercato” chi lo manda avanti?

    Mi piace

    • Esattamente cara, non solo da morti non saremmo utili, ma… da convinti non necessitiamo nemmeno di frusta! 😛
      Incredibile ‘sta storia dell’Universo infinito e degli innumerevoli mondi già in quell’epoca, eh? 😉 Comunque, se non ricordo male, concetti simili esistono già nel buddhismo di un paio di migliaia d’anni più antico, nonché da altre fonti, altrettanto antiche, anche nel mondo occidentale… Ho il sospetto che la “fonte” fosse comune… che dici? 😉

      Mi piace

  25. Interessantissimi questo tuo post ed i commenti.Hai una grande apertura caro Wolf , sono contenta di averti ritrovato, sto pensando di tornare anch’io.Sono stata in India e sono rientrata da poco.Un’Esperienza bellissima..Un abbraccio
    Angela

    Mi piace

    • Oh! Che bello rileggerti cara Angela! 😛 Grazie davvero di essere passata! 🙂
      Si’, potresti farlo, intanto, con lo spirito di osservazione che ti e’ da sempre caratteristico, potresti aprire un blog che parli della tua esperienza in India e di cio’ che ha fatto nascere dentro di te. Scommetto che gia’ cosi’ ne avresti per mesi! 😉
      Un abbraccione e… allora aspetto tue news! 😀

      Mi piace

  26. Giordano Bruno è un personaggio con cui mi rapporto spesso, ho trattato di lui più volte. L’aspetto: “reincarnazione”, parimenti all’esoterismo, non l’ho trattato con lui o con altri, non mi attraggono. leggi il Nolano anche sotto altri aspetti, ti stupirà.

    Mi piace

    • Terrò senz’altro in considerazione il tuo consiglio, cara Carla 🙂 Certo, quelli riportati essendo legati alla sua terribile fine sono forse i più evidenti, ma sono sicuro che sia proprio come scrivi 😉

      Mi piace

  27. Giordano, era un filosofo di grosso spessore.
    Riusciva a persuadere e convincere i suoi interlocutori a credere che il sole anziché sorgere a Est sorgesse a Ovest…
    La Chiesa Cattolica Romana, nel libro biblico di Apocalisse o Rivelazione viene annoverata come parte principale di “Babilonia la Grande,la madre delle meretrici e delle cose disgustanti della terra. Quindi, rappresenta la falsa religione. Nei capitoli da 16 in poi si parla della sua caduta e distruzione a motivo della colpa del sangue… soprattutto.

    Ti auguro a te e tua moglie un weekend sereno. Edo

    Mi piace

    • Accidenti! Certo che la descrizione della Chiesa Cattolica in questi termini difficilmente poteva passare inosservata 😉
      Grazie, io purtroppo sono a letto con una brutta brutta influenza, spero che il tuo weekend sia un po’ migliore 😛

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...