Dove sarete tra qualche anno? :-)

Lavorativamente parlando le cose continuano a non andare molto bene, al punto che mi sono sentito… "suggerire" 😀 di cercare posto altrove. Niente di personale ovviamente, d'altronde non c'è mai niente di personale per una grande azienda: per lei, la grande azienda, si tratta solo di numeri e di conti, forse di avere i giusti contatti; non certo di nomi, ne di meriti.

Comunque, in attesa di vedere come evolveranno le cose, passiamo il fine settimana con il miglior spirito possibile, ben sapendo che la vita – salvo pochi fortunati che forse nemmeno sanno di esserlo – è fatta proprio di fragilità e caducità, e i periodi di equilibrio sono quasi sempre precari e momentanei.

Ieri, in un momento di serenità, attorniato dai miei mici, cane e, ovviamente, moglie 😀 mi è venuta spontanea la domanda che ora pongo a voi: vi chiedete mai dove sarete tra qualche anno? Sarete ancora nella stessa casa, nella stessa città, forse perfino nella stessa nazione? 😐

Tom tra Bonassola e Levanto

Annunci

90 pensieri su “Dove sarete tra qualche anno? :-)

  1. x Giulio: bravo Giulio, hai offerto un'ottima disamina di tre situazioni lavorative molto diverse tra loro. Non era facile
    Ci aggiorneremo allora!

    x Glicine: grazie caraaaaa! Ma adesso, da casa, posso venire a vedere anche "da te"

    Mi piace

  2. ho cambiato posto di lavoro un anno fa, stesso lavoro sede diversa, tornata al natio borgo selvaggio, appartengo alla categoria tanto "agognata" quanto "discussa"  del  "posto fisso" o "stipendio basso ma sicuro" , che dire ? oggi mi ritengo fortunata, coi tempi che corrono. cambiamenti? non ne vedo nel prossimo futuro, ma chissà . in bocca al lupo per il lavoro.

    Mi piace

  3. Per il  discorso "lavoro" ormai" l'incertezza coinvolge praticamenete tutti. L'unica certezza è ormai d'essere incerti!
    Quanto al resto, con molto piacere cambierei anche subito alcune cose. Mi vedo nella stessa città, ma in un'altra (piccola) casa, un poco più in periferia, accanto alle colline,possibilmente con il giardino e il cagnolino promesso a mio figlio che per potermelo vedere correre attorno,se prosegue così, dovrò attendere la pensione (? ci sarà ancora?) vista la situazione da pendolare che mi tiene fori casa tutto il santo giorno…
    Un abbraccio, Wolf, non peredere il sorriso e la tua splendida solarità, mi raccomando

    Mi piace

  4. x divinacallas: sono d'accordo, oggi meglio sicuro anche se piu' basso, che piu' alto ma perennemente incerto.
    Grazie, un salutone

    x Flame: ooooh! Che bello! Si', il tuo e' uno di quei sogni che definisco "realizzabili" e che vale certamente la pena di cercare di ottenere!
    Grazie e un bell'abbraccio anche a te!

    Mi piace

  5. x Ivy: infatti Come scrivevo a divinacallas, oggi e' meglio uno stipendio piu' basso ma "tranquillo" che piu' alto me che domani-non-si-sa

    x Giulia: Un abbraccio anche a te e un in bocca lupo a tuo figlio!

    Mi piace

  6. Non riesco a pensare a così lungo termine, non è proprio che vivo attimo per attimo (non ancora, almeno) ma non riesco a anda col pensiero troppo lontano: domani, la settimana prossima, il mese prossimo e… basta.

    Mi piace

  7. x Grizabella: eh! 15 case e' un buon numero! Io finora sono solo a… uhm… 5 mi pare

    x Happy: gia', come la metti te sembra piu' un dato di fatto che una scelta E in effetti e' probabile che sia cosi' per molti: finche' non siamo obbligati, non abbiamo nemmeno il tempo per pensare troppo in avanti…

    Mi piace

  8. Ciao lupetto, dopo tanto sono tornata a fare capolino sul mio vecchio blog e a fare un salutino ai vecchi amici. Lavorativamente è un periodaccio anche per me e perciò ho deciso di dare spazio ai sogni. Volevo fare la giornalista e così mi sono decisa di prendere il patentino da pubblicista e iniziare a fare collaborazioni con giornali e siti giornalsitici online. Per ora le cose non vanno proprio benissimo ma non demordo 🙂

    Mi piace

  9. Immagino, sicuramente l'inizio e' problematico, anche perche' siete in tanti a cercare quella strada, il che significa concorrenza agguerrita e guadagni bassi. Ma chi e' in gamba e non si arrende sono certo che prima o poi emergera'
    Ciao!

    Mi piace

  10. Non si può mai dire, caro Wolfghost, dove sarò nei prossimi anni. Gli Eventi a volte ci travolgono e, comunque, difficilmente ne siamo incondizionati.
    Io spero di rimanere nella mia casa con Fiona King e Mirò, magari saremo un po' invecchiati, ma ci terremo compagnia.
    Ho lasciato un'altra Nazione per questa e non intendo lasciarla, spero per lo meno, ormai la mia prospettiva è di poter andare in pensione e di godermi il bello di quel che resta. Magari mi verranno a far visita i miei nipotini, perché spero che le figlie me li facciano avere prima o poi. E se non ci saranno nipotini, fa lo stesso.

    Tra qualche anno…eppure l'idea mi fa sorridere benevolmente.

    Un abbraccio grande e a presto!

    Rondine

    Mi piace

  11. x Rondine: eh, rondine! La serenità di poter stare e invecchiare nella propria casa è una bella cosa vero? Anche io ho la stessa speranza… a meno che non dovessimo essere noi a scegliere di andarcene, magari per un appartamento con un bel giardino! Gli animalotti ne sarebbero così felici!
    Un caro abbraccio!

    Mi piace

  12. ahah ma lo sai che la tua domanda mi ha fatto riflettere?? Cosa risponderebbe Tom? Uhm… probabilmente "Ovunque! Purché ci siate voi e si possa correre in libertà!" … vale anche per noi umani? Forse sì, o almeno dovrebbe!

    Mi piace

  13. Io non so dove sarò né, soprattutto, se sarò ancora qui. A volte bisogna farsi una ragione del fatto che tutto può accadere e che, nella maggioranza dei casi, accade senza preavviso.
    Mi spiace che l'ambiente lavorativo in cui ti trovi non sia molto roseo. Eppure, pensa che spesso mi augurerei che l'azienda per cui lavoro mi "mettesse alle strette" proprio per trovare il coraggio di cambiare e per prendere una decisione che non riesco a maturare.
    Sono stanca del mio lavoro, stanca di lavorare dove lavoro. Vorrei cambiare vita, proprio il sistema di vivere. Eppure non trovo il coraggio di fare nulla perché temo di cadere dalla padella alla brace.
    Recentemente mi sono già trovata in un caso simile, sebbene non si trattasse del lavoro. Tentennavo, pur soffrendo a stare dove stavo, per paura del "dopo". Poi sono successi alcuni fatti che mi hanno fatto prendere immediatamente (e senza ripensamenti) la decisione che progettavo da mesi. Ebbene, è stata la mia occasione! Mi sono liberata di una situazione infernale e ora, dopo il necessario periodo di "decantazione", finalmente mi sento libera come non ero da anni.
    Quindi, come forse ho già scritto, non tutto il male viene per nuocere. Spesso può  essere la soluzione di un problema, l'avvio di una nuova era.
    Chissà dove sarò tra qualche anno. Chissà cosa farò.

    Mi piace

  14. Questo commento potrei averlo scritto io, cara FireArrow Spesso in passato mi sono trovato a dire che "se si sente di dover intraprendere qualcosa ma si continua a rimandare, prima o poi accadra' un evento che ci obblighera' a farla". In teoria non c'e' bisogno di scomodare alcuna regola esoterica per questo, penso che la nostra insoddisfazione derivi dal fatto di aver piu' o meno consciamente capito che le cose non vanno bene… per cui e' facile che presto o tardi si rompano da se'
    Un caro saluto

    Mi piace

  15. x Dora: opsss! Scritti i commenti in contemporanea ti avevo saltato!
    Al momento bene, grazie "Domani" chissa'! Ma non e' la vita stessa ad essere cosi'?
    Che sia un fine settimana sereno anche per te!

    Mi piace

  16. A me piace molto sognare ad occhi aperti e me lo domando spesso…rispondendomi in mille modi diversi…la vita per fortuna però è imprevedibile, ho imparato che non è mai bello quanto avevo pensato. 🙂

    Mi piace

  17. Anch'io me lo domando spesso, pensando soprattutto a quando i miei bambini cresceranno e forse si sposeranno, e di conseguenza a quando invecchiero'.
    Io spererei di non cambiare ne' casa ne' citta', ma nella vita non si sa mai.
    Speriamo solo che se un cambiamento deve avvenire sia in meglio o almeno non troppo in peggio.

    Ti auguro un fine settimana pieno di colori e di allegria!!!

    Mi piace

  18. Io me lo chiedo spesso e mi sono data due risposte:
    la prima è che sono morta
    la seconda, è che se non sono morta, mi piacerebbe abitare fuori roma in una casa con un grande giardino, cani e gatti. … mi piacerebbe …

    Mi piace

  19. x Claudia: la tua e' una speranza legittima. Chissa' se e quanto dipende anche da noi…
    Grazie, che sia un weekend pieno di colori e allegria anche per te

    x Leggerevolare: eheheh sicuramente la seconda e' mooooolto piu' allettante!

    Mi piace

  20. Se devo essere sincera io non mi chiedo più niente, almeno per quanto mi riguarda è meglio così, prendo quello che arriva di giorno in giorno, sperando sempre che domani sia meglio di oggi, anche se il mio pessimismo troppo spesso prevale ……. !
    Un abbraccio e auguri per il tuo lavoro

    Mi piace

  21. Non penso a nulla  se non alla vecchiaia che avanza, fortunatamente dopo molti anni di lavoro sono in pensione.Mi preoccupa il futuro dei miei figli in questa Italia confusa.Caro Lupo sei una persona che non faticherà a trovare il lavoro, ci vuole un pò di pazienza  ma sono sicura che ci riuscirai e questo è il mio augurio di vero cuore. Non abbatterti mai e sarai un vincente, Ti abbraccio e con te la tua splendida famiglia

    Mi piace

  22. x Dupont: bé, si puo' sempre sperare per il meglio Io mi accontenterei di stare così o, visto che non cambiare è impossibile, in una "condizione equivalente"
    Grazie

    x Giada: bé, ancora non è detto che debba necessariamente cercarlo… vedremo
    Grazie, un bell'abbraccio anche per te

    Mi piace

  23. caro Wolf, ti auguro ogni bene possibile, per te e per tutti i tuoi cari…
    oggi come oggi il lavoro pare tutto precario…

    io penso che fra qualche anno, se non mi innalzeranno ancora l'età minima pensionabile…sarò in un paese, il più piccolo possibile, lontano dalla metropoli e circondato da verde ed animali !

    Mi piace

  24. ho preferito scorrere qui in basso al blog…il post del 12 mi inquieta. La domanda che poni qui è di un'attualità inverosimile. Oggi giorno meglio vivere il + possibile cn la massima filosofia e fare tesoro di quel che si ha. Siamo in sospeso. Quasi in bilico in un paese dv tt è proiettato verso il precario. Per il momento anche il mio d lavoro nn ha subito gravi mutamenti, se nn quello della malattia nel rinnovo del contratto che è stato un vero disastro. Credo la + triste trattativa che i sindacati cisl e uil abbiano mai firmato CONTRO anni e anni di lotte x raggiungere diritti che un lavoratore esige.

    Ciao Wolf, cm vedi nn sparisco mai del tutto; il tempo è quello che è. Ma visto che ultimamente mi ero appisolata su f.b nei passaggi virtuali, ebbene ora cn l'arrivo del caldo, credo che mi stia tornando voglia di queste pagine di vita, alcune delle quali, cm la tua, intelligenti e interessanti sempre e comunque. Perciò a presto rileggerci

    Mi piace

  25. Ciao Ninfea Grazie per essere ripassata da queste parti
    Sì, purtroppo è d'attualità, ma – per quanto non migliori certo le cose – non credo succeda solo in Italia.
    Io lavoro (almeno per adesso ) in una grande multinazionale estera che non opera in Italia diversamente che nelle altre sue sedi. Purtroppo il problema, almeno per quanto mi riguarda, è proprio che alle multinazionali non interessa nulla del singolo, interessano solo i numeri e i conti. Non è certo un segreto che tutte le grandi aziende internazionali stiano a poco poco spostando le loro aree produttive (e ormai non solo quelle) in zone a basso investimento, come Cina o India ad esempio.
    Questo è il vero problema delle grandi aziende, non a caso penso ormai da tempo che chi puo'… farebbe bene a cambiare, buttandosi in aziende del terziario o addirittura, potendo, in un'attività propria: per quanto rischioso possa sembrare, infatti, non è che rimanere dove si è dia ormai più garanzie.
    Un caro saluto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...