L’umanità degli animali… o l’animalità dell’uomo?

Ho in mente di introdurre un nuovo argomento nei miei post, un filone dedicato ai miei adorati animali casalinghi: Sissi, Julius, Tom e Numa (in rigoroso ordine di arrivo :-)). Addirittura un tempo volevo creare il terzo blog (avendo un abbonamento Splinder "pro" ho diritto a tre blog senza dover cambiare nickname) dedicandolo interamente a loro, ma, visto che già ho poco tempo per gli altri due (questo e adottauncucciolo.net, dove per fortuna c'è chi lo condivide con me ;-)), credo che pubblicherò i loro… resoconti qua 🙂
La cosa più buffa, quando si ha a che fare quotidiamente con animali, è vedere quanto sono simili a noi 😛 Certo, ogni specie ha le sue peculiarità, le sue – anche notevoli – differenze, ma da un punto di vista psicologico ciascuno di loro ci assomiglia a volte in modo disarmante… e con i post che scriverò cercherò di dimostrare proprio questo 😉
In realtà è facile rendersi conto che non sono tanto loro ad essere "umani", quanto siamo noi ad essere animali, esattamente quanto lo sono loro. Solo che siamo di solito troppo arroganti per ammetterlo.

Questo fine settimana però sarò a Merano, con connessione limitata, quindi questo post è soprattutto per augurare a tutti un buon WE. E Speriamo, domenica sera, di evitarci le solite interminabili code di rientro! 😐

A presto e… se cliccate sull'immagine qua sotto (o nella colonna di sinistra) finite sull'album dei diretti interessati! 😛


Annunci

49 pensieri su “L’umanità degli animali… o l’animalità dell’uomo?

  1. che belle foto….e Pippi è stupenda…ma anche tt gli altri….io sn ritornata sui libri purtroppo…un ultimo anno di sacrifici e poi tutto è finito…anche se si fa sl x dire….xke dopo…no va be nn ci voglio neppure pensare….pensiamo ai nostri animalucci….sicuramente sn piu umani di noi….ci metto la mano sul fuoco….

    Mi piace

  2. FOTO FANTASTICHE…AMO MOLTISSIMO GLI ANIMALI…e il mio micio e' decisamente simile a me…o io sono simile a lui..??? tutto questo ( hai ragione) e' disarmante…sono esseri speciali…che ti allietano l'esistenza se li ami lo sentono e ti ripagano con gioia…senza considerare che i gatti possiedono una "vista" che noi non possediamo…hai mai notato il loro fissare il vuoto??..apparentemente il vuoto..ma vedono cio' che noi non vediamo…bacio come sempre grande neityri…..

    Mi piace

  3. x Anne: Grazie cara  Speriamo di riuscire a realizzarla bene anche! x Neityri: eheheh certo, certo che l'ho notato… anche se, come sempre, non mi azzardo a dare spiegazioni paranormali Però nemmeno le nego, ovviamente UN bacio anche a te

    Mi piace

  4. Eh sì purtroppo l'uomo é arrogante e si crede superiore agli animali, dimenticando che é parte della Natura quanto gli animali. Era davvero impressionante a volte constatare quanto ci assomigliavamo nel carattere io e la mia miciona…Un sereno fine settimana Wolf a te e a tutti quanti Ciaooooo

    Mi piace

  5. Carissimo…. senza di loro, la vita sarebbe troppo monotona!Noi ne abbiamo una decina casalinghi…. più un'altra decina selvatici…http://www.slide.com/s/7Be_L_aY2D8TxgoEmdBHCV87DieE8quXE quanto giunge il freddo… beh, a volte uno di loro "decide" di entrare… poi constata che la nostra grande famiglia è speciale… e resta!Li adoro. Sono i miei figli che la natura ha portato a noi…Un forte abbraccio, serenità:-)claudine

    Mi piace

  6. x Acqua: grazie cara Speriamo sarà altrettanto bella la realizzazione x Claudine: oh, che bello Claudine! Fossero tutti come voi! Abbraccio e serenità anche a tutti voi (ma proprio tutti, eh, anche "loro" ).x Ten: l'idea è proprio quella, spero che anche la realizzazione possa risultare sufficientemente interessante

    Mi piace

  7. Ehm… veramente, cara Flame, lo volevo fare io! Un paio di anni fa volevo piazzare due o tre webcam in punti strategici e fare "la casa del granda gatto" mettendole online… ovviamente ricordandomi di spegnerle al momento di rientrare in casa! Scommetto che avrebbe avuto un grande successo! Ma adesso vedrai che qualcuno copierà la mia idea… e divarrà famoso assieme ai suoi animali! eheheh

    Mi piace

  8.  “franceschino”,allora, noi ci siamo conosciuti esattamente un anno fa.Proprio in occasione di una tua iniziativa denominata “adotta un cucciolo”.Poi io, nonostante i miei sforzi in quella direzione, non sono riuscito a fare un cazzo.Ma perché?Perché per la gente comune gli animali sono come i giocattoli.Si comprano per farli giocare con i bambini e – attenzione – devono essere possibilmente di razza.Altrimenti possono essere usati come zerbini da mettere sotto il letto.Salvo poi capita un cane che ti trancia di netto un dito e allora te ne accorgi, che esiste.Io, quando ero in polizia ho addestrato dei pastori tedeschi (credo di avertelo già detto).E non sono animali.Sono esseri pensanti.E non li cucini al fuoco lento, come pensano i cinesi.O, quanto meno, non sono animali più di noi.Hanno solo bisogno di affetto e di essere rispettati.L’ultimo che ho avuto mi toglieva i vestiti di dosso per impedirmi che uscissi di casa.Dovevo restare con lui e mi accendeva la televisione, poi rispondeva al telefono.Se percepiva che al telefono mi cercava una donna, gli rodeva anche il culo e dovevo rassicurarlo.Poi apriva il rubinetto del bagno quando capiva che dovevo fare la doccia.Ma queste cose qui la gente non le capisce.E allora bisogna invece che le capiscano.Anche con le cattive.Qui a Roma ogni giorno muoiono circa 200 cani per fame e denutrizione.I gatti no. Riescono a sopravvivere perché "pappano" i piccioni.Ma non è giusto neanche per i piccioni.Anche loro hanno il diritto di non finire in bocca al gatto.E allora, diventa una questione di civiltà.Quale civiltà?Poi vedi, Francesco, che si finisce sempre con il parlare di politica, anche quando non lo si vorrebbe?Chi si occupa di queste problematiche?I servizi sociali?Esistono?Noi abbiamo un blog. Si, certo……Proprio in questo momento in internet ho 3 richieste di amicizia da altrettante fighe (false, ovviamente), mentre un cane mi muore sotto casa.Chi devo uccidere? Con chi me la devo prendere?E possiamo parlare all’infinito.Ed esisterà sempre qualcuno che per questo ci prende anche per il culo.Ma dove finisce lo scherzo e dove inizia la ragione?Scusami per il difetto di brevità.Un abbraccio grande.SHERWOOD

    Mi piace

  9. Nella vita c'è un tempo per ogni cosa, per parlare di cose serie ma anche per scherzare. Però bisogna cercare di azzeccare i tempi giusti per entrambe le cose, e in questo, hai ragione, a volte la gente non è brava… non è così? Vedi, noi pensiamo che un animale domestico cambi la percezione che si ha degli animali in generale, con l'affetto che ti da', le attenzioni, le feste quando rientri, l'amore che gli leggi negli occhi per te. Eppure c'è chi abbandona un cane o un gatto dopo averlo tenuto a casa con sé per anni, come c'è chi un animale domestico non l'ha mai avuto, eppure adora tutte le bestioline che incontra. Hai mai visto una mucca da vicino, senz'altro sì. Allora saprai che ti vengono vicina con il testone e… fanno quei gesti affettuosi che vediamo spesso fare ai gatti. Eppure la mucca (ed è solo un esempio) non è un animale "domestico".La verità, caro amico, è che c'è chi non ama la vita, non la ama davvero, e dunque non la riconosce negli occhi di un animale… altrimenti non lo ucciderebbe mai. Nemmeno per sfamarsi. Non lo abbandonerebbe, né lo imprigionerebbe se fosse un animale libero (e contento di esserlo).Purtroppo, ed è questa la cosa che davvero mi sconvolge, c'è gente che non ama la vita… Questo è il vero problema.

    Mi piace

  10.  “Franceschino”,io non voglio incorrere in estremismi, perché poi servono a poco.Un mio amico, un tempo, ad una mia domanda precisa sul motivo per il quale non mangiava carne (eravamo a tavola ed io mi stavo sgranocchiando una splendida "fiorentina").Mi ha risposto, testualmente "non mangio carne perché non sono un cannibale".A me – immaginerai – che mi è immediatamente passato l'appetito.Ora, io dico, anzi torno a dire, mettiamo da parte gli estremismi.Perché poi sai com'è la vita.Tu sei un uomo impegnato, Francesco, un professionista, e sicuramente ti sarà capitato e ti capiterà di mangiare il classico panino "al volo", senza neanche preoccuparti se dentro quel panino c'è maiale, pollo o manzo.Così come se tu inviti un amico a pranzo o a cena e sai che gradisce il vitello, vai in macelleria e glie lo fai trovare fumante e tavola condito con aglio, sale, olio, pepe e rosmarino.Se poi giri per la Danimarca, ti assicuro che mangi la carne più buona del mondo.Io stesso, pochi giorni fa ho pranzato da Mac Donald.Il punto, infatti, non è questo.Il punto è un altro.Non so se ti è capitato di ascoltare la notizia.L'hanno data al TG1, una settimana fa, di sfuggita, perché poi di certe notizie non importa un cazzo a nessuno.Nel Vicentino, se non ricordo male e sto sbagliando zona, ma la cosa è irrilevante, un cane abbandonato si è suicidato.si è semplicemente…..suicidato!!!!!!!Si è buttato di sotto da un dirupo ed è morto.Ma non è neanche il suicidio in sé il problema.E’, bensì il fatto che i cani hanno la…… percezione del suicidio.E noi ancora qui a chiederci se un animale ed un essere umano sono diversi o uguali!!!!!E ti assicuro che nessuno canterà Messa per quel cane.E' un cane.Sarà finito alla nettezza urbana, mescolato con vetri di bottiglia e cartoni.Un bacio, Francesco. Uno a te ed uno a T……SHERWOOD

    Mi piace

  11. No, non mangio mai un panino senza sapere cosa c'è dentro, al volo, sì, ma sempre controllando. Sono vegetariano da quando avevo 18 o 19 anni, a volte ho allargato l'astinenza anche ai latticini, in altri periodi no. La cosa buffa è che non iniziai per motivi animalisti, ma perché convinto che le proteine d'origine animale fossero dannose per l'uomo. La motivazione animalista si è aggiunta solo in un secondo tempo.Ho sentito di quel cane, non è stato l'unico, e non sarà – purtroppo – l'ultimo. E chissà quanti altri animali sono così sensibili: gatti, conigli, uccelli… Dici di no? Fatti un giro su adottauncucciolo.net e leggi le storie drammatiche e significative di questi poveri animali traditi dall'uomo.Ma, pur avendo voglia di "estremismo" per far cessare queste atrocità (perché di atrocità si tratta), so che è meglio partire dal basso… dalla coscienza si ognuno, ad un cambiamento di sensibilità delle masse verso questo argomento.E' una trasformazione lunga, ma grazie al potere della condivisione, possiamo nel tempo farcela…Un carissimo saluto!

    Mi piace

  12.  Francesco,noi stiamo facendo discorsi importanti.Nonostante il ping-pong tra il tuo blog ed il mio.E forse sarebbe il caso che, almeno per quanto concerne questo argomento, li unifichiamo.Perché poi commenti del tipo “io amo gli animali”, servono a nulla.Tutti amano gli animali.Ma chi si muove?Le associazioni animaliste? Certo. Lo stato concede loro quattro “breccole” e si mette a posto con la coscienza.Ma chi raccoglie un animale dalla strada sciancato e con una zampina rotta?Tu? io?Dove è lo Stato?Tu sei un uomo che gira per l’Europa.Hai mai visto un cane o un gatto per strada in Scandinavia, o negli Stati Uniti di America, piuttosto che in Russia? Beh….io non li ho mai visti.Io ho girato il mondo, come te. Ma non li vedi. Sono protetti.Qui che si fa? Si prende un gattino o un cagnolino in casa e si dà loro conforto. Come la faccenda degli assistenti sociali. In un Paese che si reputa Civile dovrebbero esistere gli Assisteneti Sociali?Dove sono le cosi dette Istituzioni?Che cosa è un Paese Civile?Dov’è il Presidente della Repubblica?Di quale Repubblica?Io so che per quello che sto scrivendo rischio la galera per reato di “oltraggio”.Ma lo faccio volentieri e me ne prendo personalmente le responsabilità.Perché nessuno restituirà ad un animale il dolore fisico che ha sofferto.E allora?Come e dove ci mettiamo?Andiamo tutti a ridere (come si usa dire dalle vostre parti)?Un abbraccione, Francesco.Io lo so che tu sei in buona fede, ma qualche figlio di puttana che circola impunito, prima o poi la dovrà pagare.SHERWOOD

    Mi piace

  13. Guarda, sono certa che i nostri amici animali sono similissimi a noi..le loro espressioni, gli sguardi, dicono moltissimo a chi sa capirli e sopratutto a chi vuole comprenderli. Sorprendiamoci ad osservarli..è un ottima scuola per noi, i cosidetti "umani". Abbiamo tanto da imparare da loro.I tuoi amici sono meravigliosi hanno gli occhi che parlano.Un abbraccione ^_^ Uploaded with ImageShack.us

    Mi piace

  14. x Sherwood: tu hai ragione, credo che tutti lo sappiamo. Tuttavia ricordiamoci che lo stato… siamo noi, o almeno siamo anche noi. E se non ci piace sta a noi fare in modo che cambi, partendo ognuno dal proprio piccolo.Perché parlo così? Proprio per il motivo che dici tu: perché se continuamo ad identificare i responsabili solo nelle istituzioni, invece di sentirci anche noi responsabili, niente cambierà mai. Non è possibile.Io non indico la strada più… corretta, ma quella che ritengo possa funzionare meglio per cambiare. Altrimenti, perfino la giustizia è inutile.x Dolcelei: eheh è vero: hanno gli occhi che parlano Ma non solo, anche le loro movenze, i loro versi… tutto in loro è linguaggio da leggere, così come per noi Hai proprio ragione: sono simili a noi… se vogliamo comprenderli…

    Mi piace

  15. Francesco,continua il “ping-pong”.io sono talmente d’accordo con te che ti riporto una frase che un giorno il mio maestro di “kung-fu” (scuola “TAO-Long”), e qui tu mi capisci bene, mi disse obiettando una mia espressione “io voglio cambiare il mondo”.Lui disse “non è un problema cambiare il mondo, cambia te stesso ed hai cambiato il mondo”.All’inizio non l’avevo capita, poi l’ho capita.Ma questo non è un buon motivo per consentire a chi ha responsabilità Istituzionali (portando a casa 12.000 euro al mese) di “sbattersi le palle” dei problemi delle persone, degli animali e della “res publica”.Altrimenti facciamo un’altra cosa.Aboliamo lo Stato, le Cariche Pubbliche, la televisione, i canili, il Foot-ball e le veline (lo conclamava Bakunin a fine '800,  inizi del '900).Ok. Io sono d’accordo.In quanti mi seguite?Tu hai mai visitato un canile, Francesco?Io per mia sfortuna si.Qui a Roma.Hai mai assistito alla scena di due cani che si sbranano?Tutto qui.Con il Ministro della Funzione Pubblica, piuttosto che quello della Salute Pubblica vanno a cena con qualche protagonista di “Amici” o dell’”Isola dei Famosi”…..ahahahah (fossero almeno belle fighe).Mi scappa dal ridere ma mi viene da piangere.Un abbraccio grande, Francesco, come di solito.SHERWOOD

    Mi piace

  16. Il tuo maestro di kung-fu ha perfettamente ragione, questa e' una cosa che dicono non solo i maestri orientali, ma anche i grandi "pensatori" occidentali, perche' se una cosa e' vera, e' vera ovunque Sono d'accordo su tutto, tranne su questo passo: "Aboliamo lo Stato, le Cariche Pubbliche, la televisione, i canili, il Foot-ball e le veline (lo conclamava Bakunin a fine '800,  inizi del '900)". Non solo non ce n'e' bisogno (le cose vanno cambiate, non abolite o cancellate), ma da ad animalisti & C. un'aurea di estremismo che allontana le masse e, dunque, rende piu' difficile ottenere cio' che desideriamo.Vedi, dici che in altri stati si sta meglio, e ne citi alcuni, ma ti assicuro che uno stato, le cariche pubbliche, la TV, i canili, il calcio e le veline, ce li hanno anche loro. Non e' questo il problema. Il problema e' la sensibilizzazione delle masse verso certe problematiche e credo che qualcosa pian pianino si stia facendo. Ricordiamoci che siamo comunque avanti a certi stati che definisco "canaglia", come la Spagna, alcuni paesi dell'ex Yugoslavia, l'Australia, la Cina e la Corea, il Giappone, la Norvegia, e tanti altri.Non dobbiamo fermarci dichiarandoci soddisfatti, ma non dobbiamo nemmeno crederci gli ultimi tra gli ultimi. Perche' altrimenti ci suonera' come una battaglia persa in partenza, e questo ci giochera' contro.Un caro saluto

    Mi piace

  17.  Francesco,seguitiamo con il “ping-pong”.Anche perché qui il problema sembra che siamo tu ed io, quando invece la pensiamo allo stesso modo e dovremmo incazzarci con altri i quali agiscono da irresponsabili se non da delinquenti.Allora,stabiliamo dei principi di comunicazione.Punto 1) siamo d’accordo sul fatto che il mondo lo cambiamo noi, nel nostro piccolo. E tu lo hai fatto ospitando splendidi gattini e, se non sbaglio, anche un cagnolino. Punto 2) esiste un Ministero delle Politiche sociali che dovrebbe occuparsi anche degli animali e semplicemente non lo fa.Punto 3) “aboliamo lo Stato” era, ovviamente, da parte mia, uno “stressare un concetto”. Non si può abolire uno Stato, a meno che non siamo degli irresponsabili anche noi, a nostra volta.Punto 4) Le “masse”.Le “masse” sono quelle che se non garantisci loro il mare ad agosto e la montagna a febbraio, non ti seguono proprio. Poi abbandonano cani e gatti per la strada. Parliamoci chiari.Punto 5) la Spagna è sicuramente uno Stato “canaglia”. Le corride erano state già abolite nel 1.200 o giù di lì, poi sono state ripristinate. Il problema non è lo Stato. Ma coloro che vanno ad assistere a tali spettacoli (anche quelle sono “masse”). A me sta già sul culo il “football”, nel quale vedi 22 giocatori che si prendono a “calci nelle palle” per 90 minuti. Ma questo è normale. I loro conti in banca sai quali sono.Ma anche in Italia.Ti sembra una cosa normale il “palio” di Siena? A questo proposito esiste una indagine federale aperta proprio in questi giorni. Ma non dal Ministero, ma bensì dalla Magistratura penale.Certo è che ciascuno di noi può adottare un cane o un gatto.E su questo hai ragione.Peccato che non esiste, in Italia, una legislazione che lo impone.E allora facciamo un partito che lotti per questo.Salvo poi ottenere, alle elezioni, lo 0,8% dei consensi.Punto 6) Certo che non siamo "l’ultimo Paese degli ultimi", ma ti ribadisco che in Svezia, io non ho visto cani o gatti per strada e che nei canili convivevano nella stessa cella 8 cani di razze diverse pronti ad uccidere un altro cane di razza diversa. E non mi parlare della Cina o della Corea, in cui, semplicemente, i cani se li mangiano, conditi con i semi di Gingseng.Il solito abbraccione.SHERWOOD

    Mi piace

  18. x Sherwood: infatti, mi pare che stiamo piu' o meno dicendo le stesse cose seppure con concetti diversi. "Non essere gli ultimi" non significa certo stare con le mani in mano, anche perche' se non siamo gli ultimi e' proprio perche' qualcuno, prima di noi, si e' gia' mosso… x Eretika (l'utente anonimo): e si', parole sante Se poi riuscissimo a compiere un ritorno alle origini senza perdere la conoscenza acquisita, sarebbe il massimo! Grazie, glieli daro'!

    Mi piace

  19. Sai cosa mi piace di te, Francesco? La tua tenacia.Il fatto che l'ultima parola deve essere la tua.Ed è per questo che ti voglio bene e ti stimo.Ma con me sei avvantaggiato perché sono un uomo.Una donna non te lo consentirebbe….ahahahahahah.Comunque, di lato gli scherzi, un bel dibattito.Merito tuo, indubbiamente, aver sollevato questo tema che dovrebbe albergare nel cuore di tutti.E scuotere tutte le coscienze.Grazie Francesco.Il solito abbraccione.SHERWOOD 

    Mi piace

  20. ..riscontriamo la somiglianza simbiotica..quando cominciano a dare i numeri come noi…ma almeno loro…son animalmente giustificati!!!premetto…che io e i gatti siam poco simpatici gli uni agli altri..stiamo a debita distanza per un tacito reciproco accordo…m.

    Mi piace

  21. x Sherwood: ma non è vero che voglio sempre avere l'ultima parola! …ULTIMOOOOOOOO!!! Scherzo, grazie a te per il dibattito, caro, è sempre bello scambiare pareri in maniera costruttiva! x m.: ahahah bé, basta che vi siete capiti… Anche questo in fondo vuol dire sintonia, no?

    Mi piace

  22. Ciao caro Lupo mi fa piacere vederti sereno e attivo.Io sono appena tornata dalle vacanze, sai che ho approfondito la mia amicizia che era iniziata un anno fa che era solo un cucciolo con un meraviglioso lupo slovacco? Si è fatto grande ora eh!

    Mi piace

  23. ho pensato spesso alla diversita' dei miei gatti.Avendone 16 come saprai,ho potuto constatare molte cose.Ad esempio che nessuno ha un aggettivo identificativo che sia uguale ad un altro.cosi' in ordine di apparizione nella mia vita sono:Appiccicoso,tollerante,paurosa,schivo,schizzato,presuntuoso,solitario,piagnucolosa,irascibile,adorabile,invadente,schizzinosa,menefreghista,entrante,curiosa e snob (e quest'ultima,snob,e' la mia principessa preferita,la gatta piu' viziata del mondo)Ecco,e' incredibile come si impari a trattare ognuno a suo modo,reagendo per ogni essere vivente in una maniera diversa.Certe cose si imparano solo vivendo a contatto con loro e penso che sia una cosa meravigliosa.Quello che sa dare un animale,difficilmente puo' darlo una persona.

    Mi piace

  24. bellissimi!argomento interessante… beh sui gatti non avrei dubbi e neanche sui cani.. hanno sentimenti e affetti e questo li fa "umani".. su… che ne so.. le zanzare per esempio, potrei essere razzista, ecco

    Mi piace

  25. x Mistletoe: ahahah e' verissimo! Anche i miei sono tutti diversi, con caratteri a volte anche molto divergenti! Io li chiamerei: l'asociale (Sissi), il bulletto (Julius), la curiosona (Numa) e, in quanto al cane (Tom)… uhm… nevrotico? Anche questo e' un aspetto che li avvicina a noi, non e' vero? Molti pensano che le differenze caratteriali siano proprie delle persone, ma assolutamente non e' cosi'!

    Mi piace

  26. spesso e volentieri l'uomo si macchia di atrocità che difficilmente un'animale compierebbe.non vedo l'ora di leggere a proposito dei tuoi cari cuccioli…buona settimana!

    Mi piace

  27. x O.: io direi nella "maggiore coscienza", perché chi ha un animale, e lo osserva bene, difficilmente dirà che gli animali ne sono privi. Il punto però è che una maggiore coscienza dovrebbe implicare anche maggiore responsabilità… cosa che spesso, troppo spesso, non è…x Annaxs: ben tornata allora! Più tardi faccio un salto a leggere le novità

    Mi piace

  28. concordo su tutto,alla fine diventano come noi,c'è la mia Kora che è straviziata e a volte si crede un gatto e vuole le coccole e i gratini, manca solo che miagoli….bella l'idea che hai avuto,un sorriso

    Mi piace

  29. Emozione ma soprattutto un po' di sconcerto. E' un giovane maschio nel pieno delle sue forze ora. Trasforma in un attimo il gioco in aggressione e non ti dico quando ha adocchiato una bella lupacchiotta…A proposito ti è già capitato di leggere "Il lupo e il filosofo"? bella e piacevole lettura l'ho iniziata sulla sdraio vicino a Maglioux, questo il nome del mio amico e credo lo continuerò anche qui che ora siamo lontani.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...