Il successo nella vita

“Ha raggiunto il successo chi ha vissuto bene, ha riso spesso ed ha molto amato; chi si è conquistato il rispetto delle persone intelligenti e l’amore dei bambini piccoli; chi ha riempito il suo spazio e ha adempiuto ai suoi doveri; chi ha lasciato il mondo meglio di come l’abbia trovato, sia per mezzo di una pianta più curata, una perfetta poesia, od un’anima riscattata; chi non ha mai mancato di apprezzare le bellezze della terra o evitato di esprimerlo; chi ha sempre cercato il meglio negli altri e ha dato loro il meglio che aveva; colui la cui vita è stata un’inspirazione; la cui memoria è una benedizione.”
Mrs. Stanley
Lincoln Sentinel, 30 Nov. 1905

E così abbiamo salutato l’alba di un nuovo anno, il 2011! 🙂 Pensateci un attimo… non sembra quasi una data da vecchio libro o film di fantascienza? 😐 Sembrava così lontana nel… secolo scorso (gulp! :-P), è invece ci siamo arrivati 🙂
Gli auguri di inizio d’anno, così come i famosi “buoni propositi” del medesimo periodo, assomigliano tanto ai nostri sogni di bambino, non trovate? 😉 Vero, forse sono un poco meno “grandi”, ma a volte, almeno per numero, sono altrettanto irrealistici 😀

Mi sono chiesto spesso quale sia il significato della parola “successo”, intendo al di là del suo significato più ovvio di “riuscita in ciò che si fa”. Cos’è che ci fa sentire persone “di successo”? 😐 Per alcuni è la notorietà, l’esser famosi. Per altri è il denaro. Per altri ancora è il potere. Soprattutto penso sia la prima, la notorietà. Perché in fondo i più cercano di aver denaro o potere per poter poi “apparire”, per essere… additati dagli altri. Non è così? 😐 Certo, poi ci sono altri motivi, come la sicurezza o il benessere, ma credo che il desiderio di “spiccare” in mezzo agli altri sia quallo che la “faccia da padrone”, almeno fino ad una certa età.
Il desiderio di notorietà è piuttosto subdolo, variano molto i mezzi attraverso cui attuarlo. Si va dai veri e proprio atti illegali fino alle opere di bene. Molti infatti, seppure nel loro piccolo, usano un altruismo di facciata per sentirsi dei benefattori, per ricevere i riconoscimenti altrui.
Poi ci sono altre strade. C’è lo sport, la scienza, la medicina. La spiritualità perfino, con tutti coloro che si servono dei loro insegnamenti al fine di sentirsi al centro dell’attenzione, di sentirsi dei “santoni”, degli “illuminati”, più che aiutare davvero gli altri ad elevarsi ed a soffrire meno grazie alla conoscenza.
Sì, probabilmente il desiderio di notorietà è qualcosa che, almeno in parte, è insito nell’uomo.

Ma cos’è per voi il successo? O meglio, cos’è che vale la pena di inseguire e ottenere? Credo che la risposta vari molto da persona a persona, ma anche a seconda dei vari periodi ed età che una stessa persona attraversa.
Io mi trovo ormai in sintonia con buona parte del pensiero espresso da Mrs. Stanley, nel citato articolo del Sentinel, anche se non proprio con tutto.
Forse possiamo pensare che solo lasciando tracce clamorose e indelebili, avremo vissuto davvero con successo. Solo lasciando pezzi come quelli di Wagner, o scoperte clamorose come quelle di Newton, o trionfi militari come Giulio Cesare, o “numeri” di conquiste come quelli di Casanova, saremo ricordati e così potremo, in fin di vita, pensare di aver vissuto una “buona vita”. Ma… io credo che si ricordino le gesta, non le persone.
Sappiamo cosa ha fatto Cesare, ma conosciamo davvero chi era Cesare? Per quanto i libri ci parlino di Wagner, possiamo davvero dire di ricordarci di lui perfino non avendolo mai conosciuto personalmente? No. Noi ci ricordiamo di un nome e di eventi legati a quel nome. Ma del vero Wagner, di Newton, di Cesare o di Casanova nessuno ricorda qualcosa, perchè nessuno – oggi – può veramente dire di conoscerli.
Allora forse non è poi così importante lasciare del proprio passaggio qualche segno che finisca nei libri di storia. Tanto al massimo verranno ricordate quelle gesta, e non noi.

Bé, per me “successo” nella vita è “andarsene” con la sensazione di aver vissuto davvero, il non essersi “nascosti” per timore di sbagliare o di fallire, il sapere di esserci stato quando si poteva fare qualcosa per qualcuno, l’aver agito quando si doveva e poteva. Perfino se sappiamo che presto o tardi chi abbiamo aiutato, o chi avrà comunque tratto giovamento dal nostro lavoro, non si ricorderà più di noi, e forse nemmeno noi ci ricorderemo di lui e di ciò che abbiamo fatto.

Certo, ognuno commette errori, siamo esseri umani. Sicuramente non dobbiamo colpevolizzarci se qualche volta non abbiamo fatto ciò che potevamo o dovevamo fare. Ma qui parlo più di una “tendenza” che di singoli eventi.
Successo è… un atteggiamento, un modo di vivere, piuttosto che un risultato o l’ottenimento di un obiettivo. E’ lottare finché è ragionevole farlo, senza tirarsi indietro o risparmiarsi, al di là del risultato reale che poi si otterrà.

Davvero, come dice lo Zen, la strada è la ricompensa. Perché in fondo nella vita non c’è un fine, se non la vita stessa.

vittoria

Pubblicità

66 pensieri su “Il successo nella vita

  1. Il successo per me?
    Riuscire a scucire un sorriso sulle labbra delle persone che stanno male. E' una sensazione meravigliosa che mi fa sentire realizzata – vuol dire che sono riuscita a compiere ciò che mi prefiggevo e quindi, in automatico, la mia azione ha avuto successo e io di conseguenza ne gioisco.

    "Mi piace"

  2. Il prof. ci ha detto che prima dell'esame dobbiamo vederci il film "a beautiful mind"….adam smith sostenne quella teoria xke fece una serie di assunzioni molto lontane dalla realtà e fu molto criticato….ma fu cmq importante la sua teoria xke era un punto di partenza x la teoria economica e la teoria dei giochi…..baci baci

    "Mi piace"

  3. Tutte le volte che non faccio quello che sento impazzisco, quel pensiero mi torna in testa fino a martellarmi il cervello e l'anima.é come se sapessi cosa fare, che sia una cosa per me o per gli altri non ha importanza , è uguale, quando non sento il mio cuore la tristezza mi distrugge.Il mio successo so che è dovuto a questo fare , dire, ascoltare col cuore sempre.
    Buon Anno caro Wolf  

    "Mi piace"

  4. Condivido sulla tua definizione di Condizione e di Meta.
    Etimologicamente, sai meglio di me, il successo è una condizione individuale il cui senso prevalente lo si percepisce, intuisce, e magari lo si ritrova in rapporto , in relazione, e per mezzo degli altri.
    La linea sottilissima di demarcazione tra successo e appagamento(-l'altra condizione! quella più intimistica, quella che attiene al "sè-con-sè" e al "sè- e attraverso- per mezzo di sè-")
    mi pare che spesso, volontariamente o non, la si dissolva, la si calpesti, la si dribbli, la si ignori, fino alla confusione dei paradigmi e dei parametri delle due stesse condizioni.

    E' pur vero  che tutto ciò implica e non può disconoscere la querelle storica (SPAZIO E TEMPO)

    E' pur vero, cioè, che per la considerazione (oserei dire )quanto più completa di siffatte tematica e problematica, mi pare non possiamo non considerare Ethos in quanto costume, Etica ed Estetica di un particolare frangente sempre storico.

    Data questa mia pur lunga e puramente personale premessa, la  risposta che mi sento di dare alla domanda che poni, sta nel rapporto direttamente proporzionale tra il successo e l'empatia ,in senso lato e totale,  tra l'individuo e il resto.
    in sintesi
    IO SONO OK=TU SEI OK

    Grazie per gli spunti, la riflessione e la pazienza.

    Cordialmente i miei migliori auguri

     

    "Mi piace"

  5. ciao..ogni tanto mi ricordo degli amici…e del mio blog …sembra un caso. senza aver letto qua …ho postato qualcosa che assomiglia al tuo post ..un qualcosa che l'accomuna   …un augurio per un anno ,…senza essere banale …sereno … a me sembra il massimo delle aspirazioni…
    un caro saluto

    gabbiano

    "Mi piace"

  6. x Sistercesy: sono d'accordo cara Buon cammino anche a te!

    x Anne: … e penso che tutti ti auguriamo di cuore di riuscirci, cara Anne Sicuramente le capacità e la determinazione le hai, poi occorre anche un pizzico di fortuna…

    "Mi piace"

  7. x Raggio: accidenti, è sicuramente un atto estremamente meritorio, ci credo che ti renda gioiosa

    x Gabry: sì, è vero. E' un giusto punto di vista. A volte va bene pure che parte male… purché parta

    "Mi piace"

  8. x Daphnee: sai che c'è anche una legge esoterica (richiamata anche da alcuni libri… perfino un po' dozzinali) che dice che se è giusto fare una cosa, lo si può capire perché quella cosa – perfino ricacciandola dalla propria mente – torna "presente" almeno tre volte? E un po' come dici tu, no?
    Buon anno anche a te, cara!

    x Saganne: capisco, interessante la tua esposizione caro Saganne, e senz'altro condivisibile la conclusione
    Grazie a te per i sempre "mirati" interventi e ancora tanti auguri!

    "Mi piace"

  9. Mister Stanley mi fa lievitare un'aureola sul capo!!!

    A volte mi interrogo … coscienza pulita a parte … sarà stato è o sarà il modo migliore? …. spesso ci prendono per fessi.

    primo dell'anno come un quaderno nuovo…..

    Bellissima calligrafia (forzatamente non autentica), con impegno e giusta lemma … pian piano l'ordine viene meno ognuno torna ai propri scarabocchi ornati, rotondi o inclinati …. GIUSTO COSI' ci rimpossessiamo della  nostra LIBERTA' interiore.

    Propositi non ne faccio, quel che verrà prenderò. Come dicevo ad una Amica niente sogni (solo quelli notturni) resta qualche desiderio …. i desideri a differenza dei sogni sono più alla portata di mano, dipendono da noi … dalla nostra progettualità, dai mezzi che abbiamo a disposizione spendendoli al meglio.

    UN SERENO AVVENIRE, non senza magagne ….. 

    "Mi piace"

  10.  Possiamo definire il successo come la capacità di raggiungere  propri obiettivi
    la causa del successo è da ricercare all’interno dell’individuo e più specificatamente nella sua testa, nella sua mente.
    Secondo me il successo non dipende da fattori esterni, altrimenti tutti quelli che vivono in un certo luogo, hanno avuto la stessa educazione (per es 2  fratelli sarebbero destinati ad avere gli stessi successi e/o gli stessi fallimenti) sarebbero persone di successo .
    I fattori esterni possono favorire in più o meno il raggiungimento di obiettivi ma il primo passo, quello fondamentale, è saper e  voler,  sviluppare le proprie potenzialità mentali e in più avere la capacità di far fruttare tali potenzialità.
    La capacita , il talento,  incontra l’ occasione prima o poi
    Un pizzico, ma solo un pizzico, di fortuna fa il resto.

    ovvio che ognuno ha la sua idea di successo, di mete da raggiungere
    Potrei dire che successo per me sono le soddisafazioni che mi danno i mei figli che si sono realizzati nella loro vita ma mi sentirei dimezzata…e retorica.
    Il successo è personale e comprende, per me ,la realizzazione del Sè…
    sotto quale aspetto ognuno dovrebbe saperlo

    Post interessante, of course;)

    "Mi piace"

  11. x Jouy: sono d'accordo cara, passata l'adolescenza o poco più… forse sono meglio i desideri dei sogni. Ma naturalmente dipende sempre dall'accezione che ognuno di noi da a questi termini, per molti sono sinonimi
    Un sereno avvenire, cara, con meno magagne possibili

    x Ilavi: Sono d'accordo anche con te, cara Penso che, almeno in una certa misura, i fattori esterni possano influenzare non solo i risultati ma perfino la scelta degli obiettivi. Non dovrebbe essere così, in teoria, ma non è facile sottrarsi ai condizionamenti, soprattutto per i più giovani che, proprio perché se ne ritengono immuni, abbassando la guardia è più facile che ci cadano.
    Personalmente capisco e apprezzo i tuoi… motivi di successo, perfino non avendo figli

    "Mi piace"

  12. Il successo in linea generale rappresenta il raggiungimento di uno scopo diverso nella vita di ogni persona.Io ritengo di averlo in parte raggiunto con la sensazione che quando morirò so di avere fatto tutto quello che mi era possibile fare per le persone  bisognose di aiuto soprattutto per gli ammalati terminali ai quali ho strappato anche dei sorrisi di ringraziamento. Bun Anno

    "Mi piace"

  13. Non saprei… L'idea che oggi abbiamo di 'successo' sembra essere legata al consenso degli altri. Hai successo se gli altri sanno chi sei (che esisti) anche se magari non sai fare un bel niente.
    Sarei curiosa di sapere da cosa deriva la frase 'avere successo'… Forse riuscirei anche a farmi un'idea più precisa in merito. 

    Intanto lascio a te, alla tua Mrs. Wolf, e ai tuoi lettori e lettrici l'augurio di vivere un anno pieno di desideri realizzati. 

    "Mi piace"

  14. credo senza presunzione di aver  trovato molte volte masse nere sul mio cammino di vita ,e di commercciante , e come  il lupo stavo li ad aspettarla per vedere di affriontarla nel migliore dei modi .

     

     

     

    "Mi piace"

  15. Hai scritto un post che rispecchia la tua intelligenza, la tua sensibilità, la tua poesia.

    "Davvero, come dice lo Zen, la strada è la ricompensa. Perché in fondo nella vita non c'è un fine, se non la vita stessa."

    Così è secondo me anche…

    In Cile, poco fa, c'è stata una forte scossa di terremoto.
    Il mio pensiero è con chi sta soffrendo…

    Grazie, amico caro.

    Un abbraccio per te e tua moglie.

    Aura

    "Mi piace"

  16. Caro Wolf, ma di quale successo parli? Io, comunque penso che per raggiungerlo ci voglia soprattutto una marcia in più in qualunque campo lo si voglia ottenere.
    Ciao e ancora auguri a tutti Voi 
    Fer/  

    "Mi piace"

  17. Intanto ancora Buon Anno, che la ripresa sia senza scosse ed… indolore!
    Poi ti faccio i complimenti per il pensiero iniziale: è me-ra-vi-glio-so!
    Me lo copio (posso… vero…? )
    Infine: cos'è il successo per me? Riuscire a fare bene quello che faccio, nel lavoro, soprattutto, ma anche in famiglia, nel tempo libero, con gli amici…
    Insomma, è sentirmi bene, sapere che ho fatto la cosa giusta, che chi mi sta vicino è contento, che i miei alunni amano la scuola (sentire frasi come "vorrei venire a scuola anche il sabato e la domenica", è una bella soddisfazione…), che il mio angolino virtuale è apprezzato (grazie a voi!)…
    Tutto qui.

    Ciao ciao, buona ripresa!

    "Mi piace"

  18. x Giada: credo che ognuno sappia dentro di sé se è soddisfatto di cosa ha fatto nella propria vita, credo che sia sua insidacabile sensazione. Questo per dire che io non posso dire se sei sulla strada giusta, solo tu puoi saperlo davvero. Ma… certo che ti ammiro tantissimo per quel che fai e, sì, spero che tu… ti senta fiera di te stessa!

    x Antartica: diciamo che spesso funziona proprio come scrivi tu, ma… credo che non sia giusto, credo che, va bene ascoltare le opinioni altrui, possono darci utili indicazioni, ma alla fine l'unico giudizio che conta… è e deve essere il nostro.
    Grazie cara, lascio lo stesso augurio anche per te!

    "Mi piace"

  19. x Katia: ed io spero che tu le abbia affrontate nel migliori dei modi, e quelle masse sia siano alla fine risolte…

    x Aura: grazie cara, per la tua opinione, gentile come sempre, e per la sensibilità che dimostri nei confronti di tutte le sfortunate persone coinvolte.
    Ricambio l'abbraccio!

    x Fer: ciao Fer La mia era una domanda, più che un'affermazione. Il successo è, come scrivevo, riuscire a raggiungere lo o gli obiettivi che ci si è prefissi. Ma la domanda era: per cosa vale davvero la fatica farlo? Tu, in cosa vorresti avere successo?
    Grazie e ancora tanti auguri anche a te!

    "Mi piace"

  20. x Azalea: "vorrei venire a scuola anche il sabato e la domenica" Scherzi, vero?? Credo che, al di là dei personali interessi, l'idea che abbiamo di successo coincida, e… sembra che tu sia molto brava nel riuscirci!
    Grazie, anche se io riprenderò solo il 10

    "Mi piace"

  21. Forse si vuole il successo per essere notati, per essere al centro dell'attenzione, per essere apprezzati… Ma allora, le persone che rincorrono il siccesso a tutti i costi, sono sostanzalmente degli insicuri?

    "Mi piace"

  22. Wolf io penso che tutti lasciamo una traccia di noi,che spesso incrocia la vita di altri e fa si che la nostra vita sia meravigliosa.Mi viene in mente il film di Capra "La vita e' meravigliosa"che ogni volta mi commuove e magistralmente spiega l'utilita' di un uomo che pensava di essere un fallito e invece ha aiutato in vita tanta gente e percio' è stato un uomo fantastico.Quando l'angioletto gli mostra come sarebbero state le cose senza di lui…lo gratifica e lui che voleva metterne fine si accorge di quanto ha dato…e vuole vivere di nuovo..
    Questo è il tema dell'essere utile che secondo me è fondamentale per l'individuo,l'essere importante che non significa avere successo,ma aiutare in un certo senso chi gli è vicino,percio' sentirsi in un certo senso gratificato per aver contribuito al benessere dell'altro,amici,amori,conoscenti…
    Secondo me non è il successo che fa l'uomo ma le azioni utili o meglio il suo essere utile al prossimo e percio' fare della sua vita un capolavoro…magari non avra' successo..ma la sua vita sara' stata veramente meravigliosa.Notte Wolf

    "Mi piace"

  23. x Happy: secondo me… sì, ma come lo è la maggioranza dell'umanità, perché l'umanità, ricordiamocelo, è fragile e caduca… Sono quelli che sfuggono a questo meccanismo ad essere persone forti, piuttosto che le altre ad essere deboli.

    x Lory: sono d'accordo cara Leggi un po' questo mio racconto, se già non l'avevi fatto: L'ultima sfida – racconto (è un racconto in 6 parti, io ti indico la prima).
    Però, sai… non tutti abbiamo la fortuna di avere un angelo che ci fa notare quanto siamo importanti

    "Mi piace"

  24. Wolf… ti confido un segreto – a dire il vero lo hai già intuito – ora tu sai perchè io sono sempre gioiosa e quello che scrivo è quasi sempre positivo.
    E così, sono appagata e di più … però potresti fare un post anche su questo, va bene che già uno lo avevi fatto su questa tematica.
    Essere felici – e non basta mai quello che si scrive.
    Un po' mi dispiace quando vedo intorno a me gente che non è felice… eppure, in apparenza, semprerebbero avere quello che il luogo comune direbbe successo.
    Si è mai sentito di un anoressico in Africa? E allora come mai alcuni di "creano" condizioni psicologiche di malessere nonostante il successo?
    Che labirinto la mente umana!

    "Mi piace"

  25. Eh… temo sia tu ad essere speciale, cara Raggio La maggior parte di noi non solo non è – generalmente – felice, ma anche che la felicità non è condizione naturale ma solo eccezionale. C'è poi chi pensa che la felicità non esista affatto… guarda te

    "Mi piace"

  26. Lupo eccomi!Sorry x il ritardo.E' vero,ci sono poco quì..mea culpa..
    Dunque buon 2011..sì abbiamo raggiunto questa data fantascientifica 😀
    Cmq..io sono x l'essere e non x l'apparire.Di essere nota non me ne frega più di tanto 😛 E' il valore che do a me stessa da cui parto.
    Il resto..?Beh credo valga nella vita ciò che ti costruisci intorno di bello e importante,come la famiglia.Questo x me conta su ogni cosa 😉
    Baci ^^

    "Mi piace"

  27. Caro Wolf infatti mi trovo in completa sintonia con il tuo racconto….certo non abbiamo angeli che ci avvisano..ma tante volte le persone che ti fanno capire quanto sei importante sono sufficienti con i loro gestio e le loro parole baci Wolf

    "Mi piace"

  28. x Ethel: buon 2011 anche a te, cara Molti pensano di essere autoreferenziali, pochi lo sono davvero. Non metto in dubbio te, eh, ci mancherebbe! Piuttosto metto in dubbio… me stesso. Ricordo che all'università (feci solo i primi tre anni) mi sentivo come descrivi: non mi importava nulla di ciò che gli altri pensavano di me e tiravo dritto per la mia strada, con buoni risultati devo dire, date anche le "condizioni al contorno". Però avevo un tarlo che mi rodeva dentro e un giorno decisi di fare un esperimento: mi osservai come fossi un osservatore esterno, un osservatore esterno a me stesso. Guardai i miei comportamenti e vidi che… evidentemente del parere degli altri mi importava eccome!
    Brava te se invece davvero sei capace, pur ascoltandone e valutandone i consigli, di andare avanti per la tua strada senza farti condizionare dagli altri

    x Lory: lo so, sono loro gli angeli a cui mi riferivo…

    "Mi piace"

  29. Esatto Lupo..da noi in Sicilia si dice :"Tutti i consigli pigghiali ma u tua u nu lassari" 😀 😉
    Io so stare in mezzo agli altri,valutarne anche i pareri,accettarli se è il caso,ma rimango della mia idea e conscia del mio eventuale valore 🙂
    La massa non mi interessa^^
    Un abbraccio carissimo ^^ :*

    "Mi piace"

  30. Un anno che va, un anno che viene. Graffi e sorrisi da catalogare e riporre nel bagaglio dell'esperienza La vita è come un album di figurine con i riquadri vuoti, alcuni saranno riempiti da persone, altri da luoghi altri ancora da pagine di diario.
      Forse per le mie origine siciliane anche io la penso come Ethelweis,con affetto katia

     

    "Mi piace"

  31. bello questo post: +
    so cosa voglio ottenere anche se non so se ci riuscirò…voglio una famiglia….per una donna è questo il grande successo….anzi x me…..famiglia al primo posto (quindi anche amore) e al II posto lavoro…..fare un lavoro che piace è un grandissimo successo ma so che è difficilissimo….

    "Mi piace"

  32. x Ethel: eheheh d'accordo col detto! Io rimango della mia idea… se non ne trovo di più convincenti altrimenti sarei un cieco testardo, non trovi?
    Abbraccione!!

    x Happy: quello che voglio dire io è che, chi più chi meno, tutti hanno un certo grado di insicurezza; quindi… sì, anche i prepotenti e gli arroganti. Tuttavia non sono così sicuro a riguardo della tua affermazione… immagino che per alcuni di loro sia così, per altri no. In ogni caso chi ci danneggia, e non siamo in grado di "recuperare"… è meglio stia alla larga da noi

    "Mi piace"

  33. x Katia: chissà… forse c'entrano anche le origini, d'altronde anche mio papà era di origini sicule
    Grazie per il bel pensiero e la simpatica immagine

    x Gabry: sono d'accordo, cara Gabry: ci devi provare, con tutta te stessa. Poi… se ci riuscirai o meno non sarà così importante. A volte la vita non va nella direzione nella quale vorremmo andasse… Ma almeno sapremo di aver fatto quanto possibile e saremo in pace con noi stessi

    "Mi piace"

  34. Al momento il successo per me è una pila di temi scritti bene dove il voto più basso è intorno al sette e che mi diverto a "correggere" (ma in quei casi non c'è mai molto da correggere, e molto di interessante da leggere) – in pratica passa attraverso il successo degli altri ^__^
    Un altro tipo di successo molto importante secondo me è proprio quello di Wagner (forse il mio musicista preferito) che in vita non ne ebbe molto in realtà. E' vero, molti non sanno com'era Wagner come uomo, io per prima che non mi sono mai interessata molto alla sua vita. Ma una parte di lui vive nelle sue opere e lui ha lasciato una bella traccia dietro di sé se dopo cento anni e passa dalla sua morte ci ritroviamo in tanti a immergerci nella sua musica – e anche se non fossimo tanti, ci immergiamo con un tal piacere nella sua musica… è morto e seppellito e probabilmente ormai polverizzato, ma quel che ha fatto è vivo e ci dà tanto. Ecco, il suo successo secondo me è proprio tutto quello che ha dato agli altri. E anche essere riuscito a fare della musica così bella.

    "Mi piace"

  35. x Murasaki: bé, un successo altrui al quale però tu partecipi attivamente, no?
    In quanto a Wagner, è vero quel che dici, ma… quando sento dire che qualcuno "vive" ancora in ciò che ci ha lasciato… bé, non ne sono così convinto. Tra l'altro molti artisti vengono scoperti o divengono famosi solo postumi, e non possono così nemmeno essere coscienti, in fin di vita, del successo di quanto hanno creato. Insomma… non so, a volte la vedo come una magra consolazione… anzi, come una non-consolazione, giacché non possono esserne coscienti. Diverso è il caso di chi muore sapendo di aver lasciato qualcosa di importante e apprezzato al mondo, lui sì, può in qualche modo… morire soddisfatto.

    x Azalea: su, su! Quando gli alunni sono così bravi, il merito non può non essere anche della loro insegnante

    "Mi piace"

  36. x Sorgente: grazie, ricambio il tuo bell'abbraccio!

    x Fernanda: ciao cara Fernanda Tu puoi attingere a piene mani dal mio blog, te ne avevo dato il permesso, ricordi? Scegli ciò che vuoi
    E tanti auguroni anche a te!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...