La gestione della crisi

scalataRiprendiamo il normale percorso “post-Natale” parlando di qualcosa che prima o poi ci tocca tutti: le crisi e la loro gestione.
Credo che saper gestire le crisi sia uno degli aspetti più importanti e cruciali della nostra esistenza, in qualche caso può addirittura fare la differenza tra la vita e la morte.
Per quanto si stia accorti nell’evitare intoppi e problemi, prima o poi gli eventi negativi arrivano ed è necessario affrontarli. Non bastano le precauzioni: bisogna essere pronti a fronteggiare le crisi. Puo’ sembrare una cosa difficile, puo’ spaventarci, ma in realtà ho visto che molte persone scoprono di avere risorse inaspettate quando si trovano ad affrontare quelle che, almeno per loro, sono autentiche calamità.
La prima e più importante cosa è non darsi per spacciati:
la paura può essere inevitabile, ma bisogna evitare di farsi prendere dal panico. Non accettare di credere che ciò che accade sia senza soluzione, non percepire ciò che è apparso come una montagna impervia, impossibile da scalare, ma piuttosto come un labirinto con il quale bisogna sì armarsi di santa pazienza, attenzione, determinazione e prontezza di spirito, ma dal quale un’uscita c’è… e va trovata.
Bisogna affrontare la difficoltà a testa alta, come fosse una sfida. Nascondere la testa sotto la sabbia o limitarsi a battere i pugni sul tavolo non servirà a granché.
Anche se personalmente non credo nel Destino, mi piace ricordare una frase che pressapoco diceva: “Non possiamo sceglierci il Destino, ma possiamo scegliere come affrontarlo”.
Voglio chiudere rispolverando un vecchio racconto (se così si può chiamare) scritto un paio di anni fa in previsione di una… tempesta 😉

In attesa della tempesta (link al post originale: In attesa della tempesta)

occhi lupoIl lupo era immobile. Raffiche di vento gelido, a volte accompagnate da sferzate di pioggia, lo costringevano a stare ben piantato sulle quattro zampe ed a tenere socchiuse le palpebre dei suoi occhi. Pochi metri piu' avanti, lo strapiombo dell'alta scogliera sul mare. Alle sue spalle il folto bosco i cui rami e foglie, sempre piu' agitate, sembravano parlare concitatamente tra loro, come spaventate da cio' che temevano potesse accadere.

Nonostante il calare della notte, il freddo e il folto pelo ormai zuppo d'acqua, gli occhi socchiusi del lupo puntavano dritti su quegli improvvisi lampi di luce che squarciavano lo spazio che divideva il cielo dal mare.
tempestaA volte quell'enorme massa scura che dal largo avanzava si illuminava qua e la' con scariche elettriche improvvise e furibonde. Sembrava un mostro senza pelle, incapace di tenere nascosta la rabbia che lo divorava al suo interno e che si preparava a dirigere contro qualunque cosa gli si parasse davanti.

La tempesta avanzava, e nessun essere del bosco si sentiva al sicuro. Ogni animale era gia' corso nella propria tana, anche la luna si era ritirata ormai da tempo dietro le nubi. Solo il potento fischio del vento, ormai un vero e proprio urlo, dava vita e suono a qualcosa che altrimenti sarebbe stato di un silenzio irreale.
Adesso anche il picchiettio dei goccioloni d'acqua stava aumentando di intensita'.

Il lupo osservava la massa nera che si avvicinava minacciosa, un senso misto di stupore e fascino per la potenza della natura, stava lasciando via via il posto al timore… eppure non indietreggiava di un passo, immobile come una scultura scolpita nella roccia. Se avesse avuto il dono della parola, avrebbe detto: "Ti aspetto qui. Ti temo, e' vero, ma il senso della sfida per la sopravvivenza e' piu' forte. Ho paura, ma per vincere dovrai avere la forza di abbattermi. Sei pronta? Io si', sono pronto…".

Quelle parole non si udivano… ma si leggevano chiare nei suoi occhi, immobili verso quella tempesta da sfidare per rivedere l'alba serena di domani…

lupo osservatore

Annunci

90 pensieri su “La gestione della crisi

  1. Mi augurerei davvero che non ci fossero crisi per il 2011, nè economica e nemmeno valoriale. I miei sogni sono fortemente utopici, meglio che non li elenchi tutti, altrimenti l'elenco sarebbe troppo lungo – potrei limitarmi a dire che auspicherei che tutti gli uomini potessero avere rifugio e cibo, che tutte le violenze terminassero – ma mi fermo qui, ben riconoscendo l'utopia del mio pensiero.

    Mio grandissimo Wolf saggio, a te e alle persone che ami (prima di tutto a colei con cui condividi desideri e che ha ti ha reso l'anno che sta passando, felicissimo), senza tralasciare i cuccioletti

    tantissimi auguri per un felicissimo anno nuovo

    Mi piace

  2. Un anno che va, un anno che viene. Graffi e sorrisi da catalogare e riporre nel bagaglio dell'esperienza La vita è come un album di figurine con i riquadri vuoti, alcuni saranno riempiti da persone, altri da luoghi altri ancora da pagine di diario. Ti auguro un album con tantissime pagine una per ogni giorno che il sole vorrà illuminare, altre per le giornate di pioggia, quando le gocce cadono sui vetri, e con la luce formano iridescenti cascate di colori Ti auguro un anno di stupore per ogni piccola o grande cosa, da viverlo con il naso all'insu' e gli occhi pieni di meraviglia…   Gli anni passano ma sono solo foglie di un albero senza fine, ma adesso brindiamo, per ogni  luce che si accende ogni giorno…

    Buon Anno  

    Mi piace

  3. x Raggio: Bé… forse sono utopici… ma se tendendo a 1000 si ottiene anche solo 10… è già una gran cosa, almeno per questi casi!
    Grazie carissima Raggio, che possa essere un grande anno anche per te e tutti i tuoi cari

    x Marco: eeeeeh! Prepariamo i calici caro Marcoooo!!

    Mi piace

  4. Anche le tempeste sono Vita vera! Sempre preferibili alla calma piatta e depressiva dell'inazione. Dalle prime può scaturire un'energia reattiva proporzionale, le seconde rischiano di incatenarci ad uno stato di quiete apparente e dispersiva.
    Buon Anno, caro Lupacchiotto, che sia pari almeno ai momeniti di felicità che quest'anno senz'altro non ti sono mancati.
    Bacioni a te ed alla tua sposa.

    Mi piace


  5.  
    Ti auguro un anno che esaudisca, 
    ogni piccolo desiderio che porti  nel cuore. 
    Ricco solo di pace, serenità, e amore!

    Augurissimi !!!!!!!!! Buon 2011 !!
    Un abbraccio virtuale ma col
      
     

    Mi piace

  6. Buona giornata, Wolf. Oggi è sl'ultimo giorno del 2010 ma domani sarà il primo giorno di un nuovo anno che spero e auguro pieno di gioia serenità, amicizia 

                                               

    Certo che sì, provaci  a scriverne il seguito, che  è davvero aperto a tanti possibili svolgimenti.

    Mi piace

  7. x Flame: assolutamente, cara flame, sono vita anche quelle. E poi comunque ci sono e bisogna tentare di superarle, no?
    Grazie cara, e che possa essere un buon anno anche per te e per tutti i tuoi cari

    x Happy: eheheh veramente era più un invito a chi… si sentisse di dargli un seguito!
    Buona giornata e… buoni futuri 365 giorni (almeno! )

    Mi piace

  8. Il Lupo è un Bellissimo "Esserino" mi piace ogni sua sfumatura di carattere……a volte penso che in un'altra vita lo sono stata …Lupa o Lupo….non mi rendo conto della sessuslità che avevo scelto ….in quella vita!

    Ciao tesoro di un Wolf…. come và?

    Un caro Augurio di Buon Anno a te ed alla tua Wolf….ina e…a tutto il resto dell'Allegra Compagnia… Un abbraccio grande grande e che ….la Serenità sia vostra compagna ed Amica!

    Bacioni

    Mi piace

  9. Gestire le crisi! Non è facile, ma prima o poi tocca a tutti e molto spesso ci si rende conto di saperle gestire meglio di quanto si potesse immaginare!
    Buon Anno Wolf, a te e a tutti i tuoi cari, pelosini compresi
    Un abbraccio

    Mi piace

  10. Gestire una crisi é la prova che ci diamo per  misurare la nostra maturità, il nostro essere uomini.
    E' avere lo sguardo del lupo, é sapere se lo siamo veramente  oppure …

    Frasi un po' scontate, forse banali, ma solo quando di fronte ad una crisi pesiamo le nostre paure, siamo nudi davanti a noi stessi e da quell'immagine non possiamo, non dobbiamo abbassare lo sguardo.
    Non ci sarà nessuno in grado di affronterla per noi. Forse con noi, ma le mani  ce le dobbiamo bruciare noi, per togliere le castagne da quel fuoco.

    Pensiero duro per il fine d'anno, ma può aiutare per i mesi futuri, nei quali speriamo di non dover sopportare una crisi e se così fosse, coltiviamo la speranza di superarla, nella certezza di tempi migliori.

    Mi piace

  11. Stamane ore 6:10 dopo aver alzato l'avvolgibile che da l'accesso in veranda, noto che gigia osservava la pianta di Aloe… "ed ecco la grande e meravigliosa sorpresa!" Il mio bimbo nero come il buio con una vocina debole, la metà del peso che lo ritrae nella foto, mi ha fatto miao.
    L'ho accarezzato per tutto il tempo che ha mangiato. Poi si è seduto in giardino dopo aver "marcato" 2 volte il territorio, si è lisciato il peletto e dopo qualche minuto è andato via. Sono tranquilla: è vivo! Per la teoria dei piccoli passi, questo è il primo…

    _ Auguri!

    Mi piace

  12. x Lucy: intanto grazie per gli auguri, cara Lucy, li contraccambio di cuore!
    Chissà, può essere che in un'altra vita tu fossi un lupo… per i buddisti è una possibilità senz'altro percorribile
    Un grande abbraccio!

    x Dupont: E' vero, credo sia proprio così cara Dupont Grazie, buon anno anche a te ed a tutti i tuoi cari!

    Mi piace

  13. x CapeH: perché "pensiero duro", caro CapeH? Io lo trovo positivo e costruttivo invece Le crisi arrivano sempre prima o poi, è inevitabile, e credere di essere in grado di superarle… è sempre gran cosa!
    Tanti cari auguri, a te ed alla tua famiglia. 4 zampe compresi!

    x Jouy: che possa illuminarci tutti, cara Jouy!

    Mi piace

  14. Il primo giorno di un nuovo anno che auguro pieno di gioia e serenità,  
     spero che la nostra amicizia continui e si rafforzi, sincera,
    fatta di stima, simpatia e di affetto
    .    

    Mi piace

  15. Buon anno a tutti i lupi e i gatti e i cani del blog ^__^

    Di tempeste non dovrebbero mancarne, a livello generale, ma sono convinta che saranno molto meno devastanti di quel che temiamo e lasceranno un po' di pulito da dove ricominciare a costruire qualcosa – che di ricostruire sarebbe davvero l'ora!

    Mi piace

  16. x Katia: grazie Katia, il tuo è un bell'augurio, ti ringrazio di cuore e condivido il tuo pensiero

    x Sorgente: grazie carissima Sorgente!! Un buonissimo anno e un bacio grande anche per te

    Mi piace

  17. La crisi arriverà, sarà una sfida e una selezione, staranno in piedi i migliori, chi avrà idee forza d'animo e fisica  e un pizzico di fortuna.
    Sarà dura per il grosso del branco.
    Questo il lupo lo sà, mentre si liscia il pelo e ulula nel freddo della notte!!!
    Buon 2011!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...