La festa della… femmina! :)

Sissi e pupazzoEheheh no, non e’ un attacco di improvviso maschilismo o sicula isolanita’ (mio padre nacque in Sicilia infatti 😉 ) quello per cui ho scritto "festa della femmina" anziche’ "festa della donna", volevo solo poter includere la mia Sissi (in foto) che altrimenti ne sarebbe rimasta gravemente esclusa! eheheh 😀

Ma in fondo, si’, ammetto che un po’ vuole essere anche un richiamo ad un "modello" a volte osteggiato dalle donne stesse in nome di un femminismo che stride con lo stesso nome che porta, e che invece e’ sempre stato parte della natura intrinseca della donna. Ricordiamoci che se una donna che sa essere femminile (e notete che non ho scritto "bella", ho scritto "femminile") e’ in grado di far perdere la testa ad un uomo… non e’ certamente un caso, ma un preciso disegno della Natura; come del resto dimostra anche il fatto che molte donne mostrano la loro istintiva femminilita’ perfino in ambiti al di sopra di ogni sospetto di… tentativo di ammaliamento  😉

Al contrario, non vedo naturali i tentativi di "castrazione" della femminilita’, ne’ se a causarla e’ una sorta di morale pseudo-cattolica, ne’ se e’ uno spirito di ribellione contro un istinto la cui paternita’ viene attribuita erroneamente al desiderio di prevaricazione dell’uomo anziche’, come scrivevo, ad un istinto del tutto naturale.

Ovvio che gli eccessi vanno evitati, ma gli "eccessi", come dice la parola stessa, non sono altro che un’esagerazione di una linea di principio altrimenti buona. In altre parole, le pubblicita’ o gli spettacoli ricchi di continui richiami alla sessualita’, non fanno altro che cavalcare (in modo a volte esagerato, questo e’ indubbio) un istinto primario che e’ comunque gia’ presente, e che non lo e’ certamente solo nell’uomo (e vorrei ben vedere! ;-)).

Attribuire alla femminilita’ certe aberrazioni, come le violenze sessuali subite o facili tentativi di autoaffermazione a scapito dell’integrita’ della donna stessa – cosi’ come ho letto su siti anche autorevoli – e’ davvero un allontanarsi dalla verita’, un tentativo di portare la colpa da chi commette il reato a chi lo istigherebbe mostrandosi "troppo" femminile , un negare una componente fondamentale perche’ la sua ricerca ossessiva diventa dannosa (e’ cosi’ per tutto, ma non e’ che allora dobbiamo chiuderci sotto una campana di vetro).

In un mondo di (almeno presunta) parita’ e uguaglianza insomma, certe differenze e’ bene mantenerle! 😉
femminilita

Annunci

0 pensieri su “La festa della… femmina! :)

  1. x Fer: ciao carissima! 🙂 Non male, grazie 🙂 Spero stia bene anche te!
    Un abbraccione 🙂

    x mtm: in generale questo e’ un bene 😉 Riguardo ai diritti, invece, speriamo che le cose vadano diversamente 🙂

    Mi piace

  2. Credo che la femminilità non debba essere necessariamente ammiccante. Credo sia un fatto di personalità. Personalmente preferisco una femminilità più discreta e contenuta che riservi l’istinto alla sfera dell’intimità. Credo anche che oggi si tenda a scambiare la femminilità con la sua reificazione. Femminilità è anche portamento, eleganza, gentilezza, leggerezza e tanto altro senza scivolare nella sua caricatura.
    Ciao, caro Wolf.

    Mi piace

  3. Assolutamente, cara 🙂 Anche perche’ la femminilita’… e’ gia’ ammiccante di per se’, per gli uomini 😉 non c’e’ bisogno di aggiungere altre cose che rischierebbero di cadere nella volgarita’ 🙂
    Certo, ognuno ha una sua idea del confine tra i due territori 🙂
    Ciao carissima! 🙂

    Mi piace

  4. Caro Wolf, questo è uno di quei post che mi ha lasciata perplessa. Il fair play impone di non polemizzare? Vuoi la sincerità o l’adulazione? Non sono (manco a dirlo) d’accordo con te. La festa della donna non ha niente a che vedere con la celebrazione della femminilità: basta con questi desideri maschili che ci condizionano l’esistenza così pesantemente. E’ il giorno (orribile idea quella di istituirlo) del rispetto di Ogni Persona, al di là del genere. Purtroppo ci accaniamo su queste immagini deleterie…La donna non è un’entità. E’ una PERSONA singola (una singolarità) che va riconosciuta come tale. Punto. Anzi, punto e a capo. Non rifiuto la mia femminilità e non ho paura di esprimerla, ma guai a chi tenta di categorizzarmi come femmina. Sono maschile e femminile insieme. Come l’uomo del resto. Bacio.

    Mi piace

  5. No, apprezzo che tu sia sincera e onesta 🙂 Dico sempre che si impara di piu’ da chi non e’ d’accordo con te che da chi… e’ o fa il clone 😉
    Pero’ permettimi di specificare che io non limito la donna alla sua femminilita’, ci mancherebbe! Sarei il primo a contestarmi! 😀 Piuttosto quello che mi preoccupa e’ il contrario: ritengo che molte donne oggi nascondano la propria femminilita’ come reazione a quella che pensano essere non una loro componente naturale, bensi’ una costrizione della societa’.
    Il mio era solo un invito a non dimenticare questo aspetto della donna che, ovviamente, non e’ certo il solo.

    Mi piace

  6. Ma guarda che bella cosa che ho "pescato" fra le tue riflessioni passate !!!!
    Sono perfettamente d’accordo con te: uguaglianza? ma certo, però a ciascuno il suo "ruolo", e le sue peculiarità. Io così la penso.

    Per fortuna che il progresso non è riuscita ancora a rubarci pure la "maternità", ci mancherebbe altro, ma questo è un altro discorso.

    Bravo Wolfghost!!! così piace alla Rondine :)))
     
    A presto!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...