Progetto Paradise – Parte III: Paradiso o Inferno?

minotauroEra un po’ che non tornava al Beyond the third star, aveva provato altri posti, anche molto diversi e particolari, ma non li aveva trovati di suo gradimento, forse proprio per la loro particolarità.
“Forse sono io che proprio non riesco ad ambientarmi, a cogliere lo spirito con il quale vive la gente qua” si trovò a pensare per l’ennesima volta.

Si sedette al solito tavolino, “abitudinario perfino in questo… e pensare che prima mi davano dell’eclettico!” pensò.
Un James Dean si avvicinò al suo tavolo con fare caloroso, come se avesse riconosciuto un vecchio amico.
“William! Quanto tempo! Dov’eri sparito? Certo, certo… anche io sono stato molto in giro, con tutto quello che c’è da vedere!”, l’uomo, abbracciandolo, sorrise.
“Ehm… mi scusi, ma temo di non…”
“William! Ahahah non imparerai mai! Sono Petra! Be’… non adesso, certo!” disse ridendo e facendogli l’occhiolino.
“Cosa? …”, l’espressione di William era visibilmente esterrefatta.
james_dean_by_schatt“Ma certo! E’ normale qua! Puoi fare quello che vuoi, essere ciò che vuoi, perché porsi dei limiti? Sei stato all’Animal Heaven, vero? Avrai visto… Che magnifico locale! Sì, non piace a tutti, alcuni lo trovano per gente troppo sopra le righe, ma io trovo divertente poter passare una serata da scimmia, tigre, unicorno o minotauro… non trovi? Per non parlare di quello che si inventano gli artisti! Non saprei nemmeno come chiamarli!” concluse con una sonora risata che, questa sì, gli ricordava la donna con cui aveva passato diverse notti.
William si sentì improvvisamente ancora più solo. C’era un vuoto incolmabile tra lui e la persona che aveva davanti, non ne pensava male, sentiva solo una grande distanza… e con gli altri non andava meglio, trovava tutto così artificiale, così falso… Trasse un profondo sospiro…
“Devo andare, Pe… ehm… non so come chiamarti!”
“Ma come? Di già? E’ prestissimo! Stai ancora un po’, dai!”
William guardò nervosamente l’orologio…
“No, mi spiace, ma non posso proprio fermarmi”.
“Da quanto sei qua, William?”
“… un mese esatto… scade stasera…”.
Petra tirò indietro la testa, guardandolo fisso… aveva capito.
“William… è poco che sei qui, sei una persona molto colta e simpatica, un po’ demodé forse, ma che importa? Devi solo darti un po’ di tempo!”
William abbasso lo sguardo e rispose molto lentamente, come se stesse in realtà riflettendo anche per sé stesso
“Vedi… questo è un posto che sulla carta sognavo, c’è tutto, puoi essere tutto… tutto… forse troppo… e senza fare alcuna fatica, alcuno sforzo, per l’eternit
à. Non ci riesco…”
“William… se vuoi ti posso aiutare sai? Ti porterò con me in giro, ti farò conoscere gente e posti che…”
“Dan! Eccoti qua!” – lo interruppe un Chuck Norris rumorosamente – “Ma dove eri finito? Dai, stiamo per iniziare la partita a ‘Trasformati in Oggetto’! Non vorrai perdertela, vero? Mi devi la rivincita!”
“Cavolo! Mi stavo dimenticando! Ciao William, dai ripensaci! Mi trovi qua, ok?” disse ‘Petra’ mentre, tirato per il braccio dal suo compagno di sfida, si allontanava…
[continua]

scultura9wd

 

0 pensieri su “Progetto Paradise – Parte III: Paradiso o Inferno?

  1. sai cosa? ha ragione William, o chiunque sia; é decisamente inquietante, quel mondo in cui si trova adesso…troppe identità, brrrr…anch’io mi sentirei malissimo, in un posto del genere:)

    bel racconto, hai una fantasia mica male, devo dire….ehehehehehehe…

    buongiorno, caro Wolf:)

    "Mi piace"


  2. Liberatevi dagli abiti consunti
    diffondete le foreste dell’amore
    fuggite dai vostri carnefici
    fate tacere gli anni e i secoli
    allontanate le vostre anime coi miracoli della fantasia
    siate l’inizio e la fine
    il sole e la luna
    condensate gli elementi dell’Universo
    non per il dio silente
    ma per la libertà

    "Mi piace"

  3. :)eccomi qua! 🙂 quel ” è troppo! ” significa che è molto bello! 🙂 e, non mi aspettavo un seguito così… mi hai sorpreso! 🙂 comunque,questa mattina ho fatto un incubo,non riuscivo ad addormentarmi, pensavo al tuo racconto, mi ha terrorizzata…dalle trasformazioni in animali e l’ultima immagine di quei visi…davvero,inquietante…non riesco più a immaginare una fine.William, sta sognando…vero?

    "Mi piace"

  4. x Anna: Come scrivevo, il finale e’ gia’ pronto 🙂 Dovro’ solo postarlo e scegliere le figure… presumibilmente domani sera 😉

    x buchineri: pensa che quell’immagine l’ho trovata ieri su un sito (se guardi sul mediablog, e’ riportato) ed e’ una foto fatta in una mostra a… Genova! 🙂

    "Mi piace"

  5. 🙂 io cmq aspetto il tuo finale…sono curiosa:)

    interessante, l’idea che hai sviluppato; mi viene un pò da pensare che cmq ognuno di noi è una persona diversa in vari momenti della vita e con persone diverse; quindi non ci si dovrebbe stupire…in questo tuo mondo fantastico – un pò come una Second Life – semplicemente i personaggi interpretano tutte le parti che vogliono, e possono diventare uomini o donne, a seconda del loro estro…:)
    Mi viene in mente il libro Sybil – l’hai letto? – la cui protagonista é una schizofrenica che aveva qualcosa come sedici – mi pare – personalità diverse…:)

    "Mi piace"

  6. Mio bel lupacchiotto :-), credo proprio che le intenzioni siano delle migliori. Povero Willy, lui che sognava un mondo perfetto, che lo desiderava, dove tutto il pensabile si poteva ottenere, avverare, una sorta di Paese delle Meraviglie epperò realizzabili, ora fa i conti con il suo essere con ciò che veramente è e lo smarrimento, di questo delirio, lo sgomenta tanto da cominciare ad averne paura. Comincia a sottrarsi anche a chi gli aveva dato l’amore, seppure ancillare.
    Mefistofelico.
    Complimenti per questo III capitolo.

    "Mi piace"

  7. x morellina: e’ curioso avere il prossimo post gia’ pronto con giorni di anticipo, e’ la prima volta che mi accade 🙂 Non andro’ a dormire tardi, vuol dire! eheheh
    Accidenti… 16 personalita’, dici? Che confusione! 😀 No, non ho letto quel libro 🙂
    Si’, il mio racconto assomiglia a tante situazioni, film e libri diversi. Sono partito da un’idea “neutra”, ma mentre scrivevo mi rendevo conto che inevitabilmente qualcosa assomigliava a qualcos’altro di gia’ esistente 🙂 Inevitabile, credo.
    C’e’ un po’ di Matrix, di Vanilla Sky, di Second Life, di… situazioni che capitano nella vita reale ma che vengono estremizzate… E altro ancora.
    Sono sempre stato cosi’, e credo che la maggior parte di noi lo sia: cio’ in cui mi imbatto viene elaborato, soprattutto inconsciamente, e finisce per divenire parte di me mescolandosi con le poche idee originali che sorgono. Perche’ “poche”? Non e’ un attacco di scarsa autostima 😀 Semplicemente sono convinto che quasi nessuno propone cose mai lette o viste, per lo piu’ sono personali ed inconsce (almeno si spera! ;D) rielaborazioni del proprio vissuto, personalmente esperito oppure assorbito dall’esterno (come attraverso libri, film, racconti…).
    Cosi’, come uno scienziato aggiunge sempre e solo un pizzico al lavoro delle migliaia di scienziati che l’hanno preceduto, chi scrive espone quasi sempre qualcosa che, seppure mediato dalla propria personalissima rielaborazione, ha in qualche modo gia’ incontrato. Eppure la personale rielaborazione di entrambi, permette loro di scrivere qualcosa che – nella sua globalita’ – ancora non esisteva. Qualcosa che puo’ anche risultare geniale (non parlo di questo racconto, eh! Ci mancherebbe! ahahah).
    Chi costruisce davvero da zero, gli Einstein per intenderci, sono davvero pochi 🙂

    "Mi piace"

  8. x Capehorn: le tue spiegazioni puntuali sono… piu’ esatte di quanto io stesso riuscirei a scrivere! ahahah
    Complimenti a te 😉

    x jouy: e’ tutto voluto, come ben descritto da Capehorn proprio qua sopra 😉

    "Mi piace"

  9. …traspare sì il perfezionismo, particolarmente in coloro che perfetti non sono…ms credono di esserlo, allora cercano, cercano….vivvadio gli tocca il peggio. Scritto da un’imperfetta un pochino folle che si piace. Ciao!

    "Mi piace"

  10. Il mondo perfetto…quel mondo perfetto che tutti vogliamo e che non esiste. Ma poi, se esistesse, sarebbe così bello viverci? Forse non è meglio un mondo imperfetto con le sue sfumature e i suoi chiaro-scuri? Il sogno di molti è di cambiare mille personalità per non averne neanche una riconoscibile, magari per nascondersi e proteggersi dal mondo esterno.
    Molto bello e scritto magistralmente questo racconto, attendo il seguito 😉
    Un abbraccio*

    "Mi piace"

  11. Passo per salutarti (non sono sparita ;-)) ma questi tuoi post li commenterò a modo mio cioè tutti insieme quando vedrò la parola FINE ehehheeheh 🙂 anche un abbraccio valà, oggi mi sento generosa :-PPP
    Ele

    "Mi piace"

  12. sono d’accordo, Wolf; senza dubbio tutto ciò che scriviamo é una rielaborazione di cose che già conosciamo, unite a nostre esperienze personali…quindi, é normale che praticamente qualsiasi cosa si legga ne richiami alla mente un’altra, già conosciuta…proprio perché di cose veramente nuove ce ne sono pochine, a ben guardare:)

    beh, se trovi Sybil leggilo…fu una lettura interessante:) però tieni conto che uscì molti anni fa; ero una ragazzina, quando lo lessi:)

    e intanto, mi preparo per il finale del tuo racconto:))))

    "Mi piace"

  13. Ciao Wolf, non vedo l’ora di leggere il finale. Certo che un posto così è proprio inquietante. Ci si deve sentire così soli, senza amici. Non sai mai chi hai davanti a te, un software o un trasformista ?
    E’ un posto che tante relazioni sociali, ma nessuna umana… Terribile !!!
    Fai presto a postare il finale, mi raccomando !!!
    Un bacio

    "Mi piace"

  14. x Raffaele: ancora… l’ultima parte vuoi dire! 🙂 Domani sera… a mezzanotte! ahahah
    Buonanotte 🙂

    x Dupont: qualcosina avevo gia’ scritto, se leggi sotto “racconti”,nella colonna di sinistra, quelli che sono senza il nome dell’autore sono miei 🙂
    Oppure puoi cliccare “Racconti del lupo” nelle categorie 😉
    Abbraccio!

    "Mi piace"

  15. x Rossana: Il fatto e’ che non sappiamo accontentarci, nemmeno quando oggettivamente non stiamo affatto male. Anche le societa’ che si sono alternate hanno sempre spinto il singolo a cercare “di piu'”. Solo che spesso questo “di piu'” non era cosa davvero arrivava dall’anima, ma da un tentativo di direzionare e controllare il… popolino 🙂
    Questo nostro tempo non e’ ne’ peggiore ne’ migliore di quelli che l’hanno preceduto.
    Il finale… domani nell’ora delle streghe: mezzanotte! 😉

    x Ele: certo Ele, perche’ no? 😀 Ti aspetto… Dopodomani mattina troverai il finale 🙂

    "Mi piace"

  16. x Anna: buonanotte cara Anna 🙂 Un bacione! :*

    x morellina: mmm… quindi sara’ difficile da trovare… Forse proprio nei bookstore on-line…
    Buonanotte carissima 🙂

    x harielle: domani a mezzanotte, cara! eheheh
    Grazie 🙂

    "Mi piace"

  17. x Laura: si, adesso e’ chiaro che il posto e’ inquietante. Il contratto firmato da William e’ stato rispettato… eppure lui si e’ accorto che non sta cosi’ bene come si aspettava dovesse essere, anzi…
    Finale domani sera! 🙂
    Bacione :*

    "Mi piace"

  18. WOOOLF QUANTA ROBA DA LEGGERE ..NN CE LA FACCIO:(((
    TURNO INIZIATO ALLE 5^_*
    SN COTTA….ORA NO!
    DAMMI UN PREAVVISO COSì PRENDO 1 GIORNO D FERIE SOLO X TE:)))
    SCHERZO LO SAI!!
    DEVO AVERE CMQ UNA MEZZ’ORA DA CONCENTRARE NELLA TUA LETTURA.
    PER ORA UN ABBRACCIO.

    "Mi piace"

  19. Questo luogo inquietante dove puoi essere ognuno ma puoi sentirti nessuno…la solitudine ti aggredisce, alla fine, perchè si ha un bel dire che si ha voglia di cambiare ma dentro noi stessi c’è anche un bisogno di punti di riferimento, di cose “certe” e stabili.
    Comunque queste stanze “virtuali” nel senso che i personaggi sono quasi intercambiabili con i propri sogni mi sanno un tantino di metafora del web, eheh
    Bacione lupesco!

    "Mi piace"

  20. Dedica personalizzata…
    dedicato a chi ha interessi che spaziano da un campo all’altro e condividono con noi la smisurata passione per la conoscenza…
    Più personalizzata di questa….!!!!
    Vai da me e capirai…
    un abbraccio

    "Mi piace"

  21. Sai Wolf è sempre più inquietante…
    mi lasci immersa in uno scenario, mai immaginato… poter essere tutto equivale a non essere nula…
    davvero svalorizzante questa estrema libertà…
    I miei complimenti Wolf… scrivi benissimo… e la lettura è avvincente… continua… mi piace
    Un abbraccio e un sorriso…
    Fly

    "Mi piace"

  22. x flame: certo, c’e’ anche la metafora del web 🙂
    E’ vero: spesso, dietro un desiderio di continuo cambiamento si nasconde un’incapacita’ di adattamento; incapacita’ dovuta frequentemente ad un modello acquisito, come i genitori, ma non per questo insuperabile.

    x aicha: ahahah va bene cara, piu’ tardi o al massimo domani, arrivo 🙂

    "Mi piace"

  23. x Fly: Ancora poco e… arriva il finale 🙂 In realta’ i personaggi di quel mondo credono solo di poter essere tutto, ma, come ben insegnano buddhisti e induisti (e non solo), cio’ che vediamo attorno a noi e’ a volte solo illusione…
    Abbraccione e sorriso! 🙂

    x anne: grazie cara, anche se non e’ vero! ahahah
    Ma il tuo parere, sincero, sara’ importante alla fine del racconto… ovvero tra non molto 😉

    "Mi piace"

  24. … quando il tutto invece di riempire svuota. Di significati, di emozioni, di vita… bella lezione per quest’uomo!

    Mi sa che gli serviva.

    Vorrei che venisse impartita pure a chi dico io!!!

    ;))

    "Mi piace"

  25. x Sofia: oppsss! Mi sono perso il tuo commento e quello di Happy subito seguente! :}
    Be’, non so se “gli serviva”, ma certamente l’ha avuta ed ha saputo coglierla. Altri al suo posto non avrebbero fatto nemmeno questo.

    x Happy: be’ si’, anche perche’ definirla “perfezione” non so quanto sia giusto. “Perfezione tecnica”, forse… 😉

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...