Intelligenza e emozioni

Nel labirinto dellColgo l’occasione datami da un’altra bellissima recensione di giuba47, sul suo blog saper vedere, per parlare di intelligenza e emozioni. Il libro recensito da Giuba è Nel labirinto dell’intelligenza, di Hans Magnus Enzensberger. Vi invito a leggerne la recensione di Giuba, comunque sostanzialmente lo scrittore esprime in tale libro i suoi dubbi sulla vericidità e utilità del Q.I., il quoziente di intelligenza.
Come ho scritto nel commento al post di Giuba, questo argomento mi porta indietro di alcuni anni quando anche io mi interrogavo sul medesimo argomento.

Anni or sono sono stato iscritto al mensa, l’associazione internazionale che raggruppa le persone che avrebbero Q.I. – misurato con uno specifico test – superiore al 98% della popolazione, eppure per certi versi nella mia vita sono stato un autentico disastro!  😛 Non solo, ho ben presente gente che è riuscita perfino a fare peggio di me! 😀

Come si spiega questa disparità?
Ebbene, secondo me non si spiega, perché non c’è disparità: essa è solo un equivoco.

A mio avviso il Q.I. indica solo uno degli aspetti della mente umana: la sua capacità logica. Che la capacità logica esista è indubbio, come è indubbio che esistano dei test che possono misurarla. Le mie obiezioni non nascono quindi dalla reale esistenza di tale capacità mentale né dalla validità di questi test, ma piuttosto dall’utilità che l’intelligenza da essi misurata può avere nella nostra vita.

Nello specifico i miei dubbi sono due:
1) la logica ha un impatto limitato sulla globalità della vita di una persona e spesso viene sopraffatta da reazioni emotive che ne riducono l’utilità o addirittura l’annullano.

Intelligenza emotivaE’ inutile saper risolvere problemi logici quando l’emotività ci gioca un brutto tiro e andiamo nel pallone: qualunque sia il Q.I. non saremo in grado di risolvere granché. Non a caso libri e teorie come “l’intelligenza emotiva” di Daniel Goleman, hanno avuto grande successo in un recente passato: un elevato Q.I., a fronte di una scarsa capacità di controllo emotivo, non serve a nulla o quasi.
Il Q.I. dovrebbe essere visto come un semplice strumento che, al pari di altri, è al servizio del – per chiamarlo romanticamente – nostro cuore, di cui l’intelligenza emotiva è il primo esponente.
Se l’intelligenza emotiva è scadente, ovvero se restiamo spesso preda delle nostre reazioni emotive, l’intelligenza logica non solo non è utilizzabile, ma può addirittura ritorcersi contro di noi esattamente come l’impugnare un coltello… dalla parte sbagliata.

2) si dice che il Q.I. sia innato e non dipenda dalla cultura. Bé, anche su questo ho grossi dubbi. Sono pressoché certo chemozioni distruttivee non solo la cultura, ma perfino le abitudini lo modifichino. Se siamo abituati a cimentarci, per hobby o per lavoro, con problemi logici, saremo portati ad avere Q.I. più elevati; inoltre, anche se vorrei vedere dati statistici validi, mi aspetto di verificare che il Q.I. medio di oggi sia più alto di quello, poniamo, dello scorso secolo, poiché oggi le persone hanno a che fare più spesso con questo genere di problemi (pensiamo all’informatica, ai computer, alla tecnologia…).

Concludendo, il Q.I. serve, la logica è uno strumento che, se utilizzato correttamente, può darci una mano a risolvere problematiche piccole e grandi, ma non dobbiamo dimenticarci che ha portata limitata, non possiamo affidarci ad essa, e inoltre non può prescindere da una corretta “gestione emotiva”.
Quante persone di grande intelligenza, anche a me care, ho visto letteralmente rovinarsi la vita con la proprie mani perché non erano in grado di mantenere il benché minimo controllo sul proprio stato emotivo!
E’ questo l’aspetto che dovremmo principalmente curare.

 

0 pensieri su “Intelligenza e emozioni

  1. x SoloAnima: ahahah ma insomma… se dici “felice di stare nella media”, allora il tuo “solo uno con Q.I. superiore alla media poteva […]” non è un gran complimento! 😀

    x Dupont: direi di sì! 😉 Bacione! :*

    "Mi piace"

  2. Leggerò domani ;), sembra molto interessante e, stordito come sono da tanti compiti e pagine da studiare, non riuscirei nemmeno a leggere… nel frattempo ti auguro una notte serena e stellata…
    Con affetto,
    tuo Giulio

    "Mi piace"

  3. x Sofia: va bene 🙂 Io penso che la capacità logica – un po’ come per tutto, seguendo lo spirito evolutivo che la Natura “impone” – possa svilupparsi. Ma… più che per ragionamento, la mia è… un’intuizione 🙂 Oh! Magari sbagliata, eh! 😉

    x iovolevo: bé, non mi resta che quotarti a questo punto! 🙂
    Ricambio l’abbraccio!

    "Mi piace"

  4. Frequentando quotidianamente una palestra, il corpo si irrobustisce. Ciò vale, giustamente, anche per la mente. Perciò sono d’accordo con te. Inoltre, è altrettanto vero che persone con un Q.I. molto elevato, come te e Sharon Stone, sono superiori ad altre per certi versi, ma non in toto. L’intelligenza, secondo me, è un campo vasto dove oltre alla capacità logica, albergano molteplici altri aspetti, emozionali, intuitivi, di prontezza, etc. Ad esempio, io mi reputo fondamentalmente stupida, ma ho sempre avuto otto in italiano, storia e filosofia. Nella mia stupidità “globale” evidentemente cè uno spicchio di luce.

    "Mi piace"

  5. x AnnA: ahahah però è vero, sai? Non mi piace la volgarità. Può avere un senso se rivolta a poche, intime persone e con un determinato tipo di rapporto; se invece è usata genericamente la trovo solo… puro esibizionismo 😉
    Abbraccio! 🙂

    x anne: concordo su tutto… Peccato però per quella chiusura nella quale dici di reputarti “fondamentalmente stupida”: dicendo questo – poiché ovviamente non lo crederà nessuno – perdi credibilità! ;D
    Probabilmente sei solo un po’… “disordinata”, come me! eheheh

    "Mi piace"

  6. x AnnA: infatti, e chi ce l’ha non ha bisogno di cadere nel volgare 😉

    x belllissima: grazie cara! Se sarà una giornata bella come quella di oggi, mi piazzerò sulla spiaggia almeno 4 ore! ;)))

    x rossoscarlatto: si, anche a me il viola piace molto, anche se non è il mio colore preferito! 😉

    x Yasmine: grazie, anche a te 🙂 Mi piacerebbe essere al posto di quella tigre… eheheh 😉

    "Mi piace"

  7. Questo è un argomento che mi interessa moltissimo, non solo per motivi “professionali”, ma anche per curiosità personale.
    Innnanzitutto, sicuramente l’intelligenza non è una dote innata e intrinseca alla persona, come giustamente affermi, ma consiste proprio nell’interazione fra le potenzialità individuali e gli stimoli esterni: lo sosteneva Piaget già cinquant’anni fa. In “soldoni”, sarebbe più intelligente chi dimostra una migliore capacità di adattamento all’ambiente in cui vive e riesce con più prontezza nella risoluzione di problemi, magari con “metodi” creativi. Poi recentemente Gardner ha addirittura distinto ben sette tipi di intelligenza: linguistica, logico-matematica, spaziale, corporea, musicale, sociale, intrapersonale. Ciò significherebbe (e io ne sono più che convinta) che ognuno di noi ha la sua “eccellenza” in un determinato campo. Lo vedo con i miei alunni a scuola: ognuno di loro, anche chi ha problemi, dimostra un determinato “talento” che a volte ci mette un po’ per uscire, ma c’è, c’è sempre. Soltanto, però, se le condizioni estrene sono favorevoli riesce a esprimerlo pienamente ed il compito degli educatori è proprio questo. Ma sto divagando…
    Ti lascio un affettuoso saluto e il mio augurio di una buona domenica!
    A presto
    🙂 *danj

    "Mi piace"

  8. Ciao wolf…..
    Cos’è l’intelligenza….. ricordo quanto sia stato illuminante per me adolescente il film “Forrest gump”, tratto dall’omonimo romanzo di Winston Groom. Il protagonista era una persona “sciocca”, secondo i canoni correnti, che riusciva ad avere successo in tutto grazie a una buona dose di determinazione e ad alcune massime su come affrontare la vita sul tipo di quelle che si trovano nelle scatole dei cioccolatini. Di contro, la protagonista femminile, una normodotata, con basi emotivo-affettive precarie, passava da un insuccesso all’altro vivendo in balia degli eventi. Ho capito, allora, che il Q.I. non era condizione “necessaria e sufficiente” per conseguire il successo. A proposito di intelligenza ed emozioni, personalmente mi capita di sperimentare sia il lato “buono” dell’emotività sia quello “cattivo”. Il secondo sto imparando a gestirlo a fatica, cercando di superare la timidezza e l’insicurezza; il primo è invece un vero e proprio dono. Talvolta mi capita di farmi un’idea sulla persona che mi sta accanto perché sento la sua energia. In realtà mi è capitato solo due volte, in maniera evidente, ed entrambe le volte il soggetto che avevo di fronte era una specie di “genio”. Ho avuto una forte sensazione di percepire un certo “virtuosismo energetico”….non so come spiegarlo….ma è difficile poter spiegare questo tipo di sensazioni. Credo che ciò dipende da una mia capacità empatica che mi porta a “sentire” le persone in modo profondo anche perché, in modo del tutto spontaneo, tendo ad analizzare tutte le più piccole sfumature della gestualità, dell’intonazione della voce…..insomma ogni cosa è un indizio che forma una sensazione globale, un’intuizione che nel tempo, suffragata da elementi, direi, maggiormente probanti, diventa un discorso logico, un’opinione sulla persona che mi sta di fronte. Dunque ritengo che in me la logica sia al servizio dell’intuizione e non viceversa.
    Semplificando penso che l’intelligenza possa essere rappresentata come una somma di Hardware e software. Il primo è innato e rappresenta le nostre potenzialità; il secondo, il software, è invece il nostro “stile” cognitivo e dipende da quali circuiti abbiamo maggiormente attivati nel corso della nostra storia personale.
    Carine le tue foto di vita quotidiana con i mici e il pc! 😉
    Baci

    "Mi piace"

  9. Partono i pensieri…in base a quanto scrivo…mi diverto ad abbinarci l’immagine..che nn deve mai essere banale o casuale.
    E’ come vestirsi….
    Un piccolo gioco di sensazioni che rivelano una parte di noi.
    Bacioniii x te Wolf…

    "Mi piace"

  10. x rigirandola: grazie carissima, anche a te! 🙂

    x AnnA: certo, certo, ne sono sicuro! ;D Buona domenica AnnA! 🙂

    x danj: penso che i tuoi alunni siano davvero fortunati ad avere un’insegnante che cerca di trovare la giusta “direzione” per ognuno di loro 😉 Per tanti insegnanti gli alunni che hanno modalità non tipiche sono solo una rottura, e in questo senso vengono trattati.
    Io ho molti esempi, anche in campo professionale, di come persone con una buona intelligenza interpersonale ne superano altri magari tecnicamente molto più preparati e “reattivi”.
    Ricambio saluto affettuoso e buona domenica 🙂

    "Mi piace"

  11. x ilmigliorosa: quoto ogni parola, cara! Il “genio” di cui parli te, per me è il “carisma”, e la reazione ad una persona carismatica dipende dalla nostra predisposizione ad accoglierla, ovvero a porci di fronte ad essa senza invidia , o al contrario, senza farci fuorviare da un eccesso di ammirazione.
    Buono il tuo parallelo tra intelligenza e computer 🙂
    Ciao e bacioni! :*

    "Mi piace"

  12. L’emotività gioca un ruolo importante perchè ti permette di percepire e filtrare l’ambiente esterno, i rapporti con gli altri, qualsiasi situazione ti si presenti attraverso i sensi. E’ così che “ragiona il cuore” e sommato ad una buona logica ed intelligenza del cervello credo possano fare davvero grandi cose assieme.
    Un grande q.i. può diventare per assurdo sterile come un deserto… senza la forza vitale dei sentimenti,
    lo stesso vale per viceversa!!!
    Poi i periodi di cretinite acuta, se mi permetti, li viviamo tutti…e qui vorrei aggiungere qualche bella emoticon che non ho.
    Ciao!!!

    "Mi piace"

  13. x Giulio: sì, credo che qua siamo tutti d’accordo 😉

    x Evelyn: brava, intervento equilibrato il tuo 🙂 L’intelligenza “logica” non è inutile, tutt’altro, ma se non c’è… un’altra intelligenza a guidarla nella giusta direzione, può perfino fare il nostro male.
    Ciao 🙂

    x AnnA: buona serata anche a te! 🙂 E… diciamo che come immagini di BettyBoop ne ho viste di migliori… preferirei vedere quella della modella originale che si nasconde dietro al fotomontaggio invece! eheheh Magari dal vivo… Come? Chiedo troppo dici? 😀

    "Mi piace"

  14. Concordo con quello che dici. L’intelligenza è strettamente legta alla sfera emozionale ed affettiva, tanto che i bambini carenti alla nascita di affetto speso hanno difficoltà anche nell’apprendere. Una carenza che possno recuperare se accompagnati da una mano affettuosa e attenta ai loro problemi, Giulia

    "Mi piace"

  15. Tutto è muscolo ( anche non fisico ), e il DNA ne è l’archivio, in aggiornamento costante. Cosa voglio dire?
    Voglio dire che certe predisposizioni familiari o personali sono comunque muscoli allenati, in questa o in precedenti esistenze… sono facoltà che i genitori o i progenitori hanno affinato e ci hanno trasmesso appunto, con il codice supremo…
    anche le predisposizioni emotive funzionano alla stessa maniera…
    E’ difficile da capire per chi non comprende la reincarnazione…
    A me ad esempio ultimamente, svolgendo un dato lavoro… mi si è parata davanti una vita vissuta precedentemente dove svolgevo mansioni analoghe…e ho capito perchè mi riusciva tutto così bene e subito… mi sono rivista fare gli stessi gesti, come se fossi dentro un’altro corpo ma sempre mio… nei dettagli… so quanto ero alto ( ero maschio, di stazza pesante) e come ero vestito…mentre faccio quei gesti posso guardare in giù e vedere le gambe, le braccia e le mani… ancora non so com’era la mia faccia… ma dubito che ci fossero specchi in quel periodo…
    Comunque appena lo scopro te lo dico…se ho il coraggio di guardarmi in faccia 🙂

    Questo è il DNA: datemi un muscolo da allenare e col tempo ne farò un talento:)

    "Mi piace"

  16. Sai che non sono d’accordo.. poter esprimere liberamente le proprie emozioni, senza funi di trattenuta, ovvio se non ledono altri, è tra le ultime forme di libertà che ancora ci rimangono, libertà di essere profondamente se stessi, senza maschere nè falsità. E’ vero che lasciarsi trasportare da questo aspetto può rovinare tante cose costruite con amore e intelligenza ma bisogna anche crearsi lo spazio per dare libero sfogo alle emozioni vere genuine, che salgono da dentro senza alcun controllo; per conoscersi meglio, sapere chi c’è laggiù nel profondo.
    Besos Vale

    "Mi piace"

  17. x Giulia: grazie per il tuo contributo, carissima! E’ molto interessante quello che dici, va un po’ oltre il mio scritto… Io sostenevo che l’intelligenza “logica” non è che uno degli aspetti della mente umana, della… intelligenza globale, diciamo. Tu vai oltre, sostenendo che essa è addirittura dipendente dalla, chiamiamola intelligenza emotiva… Interessante, grazie! 🙂

    "Mi piace"

  18. x Cristina: ahahah mi hai fatto sorridere, grazie! 🙂 Ti dirò… anni fa sviluppai una mia teoria che chiamai “I livelli spirituali”, in realtà però non è che dicesse poi granché di nuovo: essa partiva dall’osservazione che perfino gemelli con un percorso di vita simile in gioventù, presentano una capacità raziocinante anche molto diversa; questo mi portò a pensare che nasciamo già con livelli diversi, determinati dalla nostra condizione spirituale nel momento dell’incarnazione.
    Quindi, come vedi, potrei anche essere d’accordo. Tuttavia, sai… basta pochissimo, anche solo un evento, per differenziare due vite e due modi di pensare; quindi a tutt’oggi non posso essere sicuro della validità di queste asserzioni.
    E comunque, anche così fosse, potremmo sempre evolvere, no? Pur partendo ciascuno già dal suo determinato livello 🙂

    "Mi piace"

  19. x Vale: ciao carissima! 🙂 Caspita, hai scritto proprio nell’ora delle streghe: 00:00! Devo preoccuparmi? ahahah
    Comunque non colgo in pieno il tuo intervento… dove avrei detto il contrario? Poter esprimere le proprie emozioni, ovviamente ammesso che non siano distruttive nei nostri confronti o in quelli di chi ci circonda, va benissimo 🙂 Migliorare sé stessi sotto questo aspetto può anzi voler dire imparare ad esprimersi senza paure, blocchi, più liberamente insomma 🙂 Naturalmente questo vale per chi ha una… emotività almeno parzialmente equilibrata; chi invece non la ha, chi tende ad esplosioni violente, chi rischia seriamente di danneggiare la propria vita a causa di una emotività eccessiva e incontrollata… bé, farebbe bene ad imparare a imbrigliare un poco questa sua… energia 🙂
    Bacioni! 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...