100.000 visite su Adottauncucciolo!!! :-D

Scusate se sono monotono ma… riciclo i fuochi d’artificio proposti da Cristina Khay in un commento al post precendente per festeggiare un altro traguardo: 100.000 visite sul blog di adozione animali www.adottauncucciolo.net! 😀

Forse tengo più a questo risultato che a quello delle 300.000 visite di wolfghost.it, sapete? 🙂 Ho la speranza – e forse anche un po’ di arroganza 😀 – di credere che almeno qualche animaletto sia stato adottato grazie a questo sito… anzi, a dire il vero è più di una speranza, perché qualche ringraziamento per un’avvenuta adozione lo abbiamo avuto 😛
Ringrazio le persone che via via si sono succedute nella pubblicazione dei post: anche se nessuna di loro, finora, si è fermata a lungo (non sembra ma ruba parecchio tempo mettere questi post che tra l’altro sono a volte molto numerosi), ciascuna di loro ci ha accompagnato – o ci sta accompagnando – almeno per un pezzo di strada :-).
Tuttavia un ringraziamento speciale va a… mia moglie 😉 (nome d’arte qua sopra: Finadel) che praticamente già da poco dopo avermi conosciuto ha iniziato a contribuire al lavoro di pubblicazione e mantenimento del blog e… non ha più smesso! 😀 Onestamente non so se senza di lei sarei riuscito a portare avanti il blog, almeno avrei probabilmente dovuto ridimensionarlo 😐

Un saluto a tutti e… ricordate! Se sentite qualcuno che desidera un animaletto… ditegli di non comprarlo, ma di adottarlo! 😉 Ci sono tante creature che attendono che non hanno nulla da invidiare a quelle che possono essere comprate nei negozi o negli allevamenti… salvo forse un po’ di sfortuna… 😦

www.adottauncucciolo.net supera le 50.000 visite! :)))))

(codice del banner:
<a href=”
http://www.adottauncucciolo.net/“><img src=”https://lh3.googleusercontent.com/-V-nv6nOHLn4/TuHiVkw_TdI/AAAAAAAABSs/anQ23kRzx5A/s484/link%252520ad%252520adottauncucciolo.jpgwidth=“216” title=“link ad adottauncucciolo”/></a><br />)

Questo per me è un grande risultato. Ogni animale, anche il più piccolo, che siamo riusciti ad aiutare con adottauncucciolo, è motivo di grande soddisfazione; è una vita destinata ad un’esistenza migliore, perfino una vita strappata alla morte.


Ci sarebbero meno bambini martiri
se ci fossero meno animali torurati,
meno vagoni piombati che trasportano alla morte
le vittime di qualsiasi dittatura
se non avessimo fatto l’abitudine ai furgoni
dove le bestie agonizzano senza cibo e senza acqua
dirette al macello.
(M. Yourcenauer)


 

Voglio ringraziare tutte le associazioni animaliste e i singoli individui che operano fisicamente sul campo per aiutare questi animali. Voglio ringraziare le collaboratrici al blog, senza le quali mi sarebbe impossibile tenerlo aggiornato in questo modo, in particolare: Finadel, Leatitti, CutieApple.
E infine voglio ringraziare tutti coloro che direttamente o indirettamente – indicando il blog a chi voleva adottare un cucciolo – hanno contribuito ad aiutare gli animaletti 🙂

 

Se potrò impedire ad un cuore di spezzarsi,
non avrò vissuto invano.
Se allevierò il dolore di una vita
o guarirò una pena,
o aiuterò un pettirosso caduto a rientrare
nel nido non avrò vissuto invano.
(Emily Dickinson)

L’indifferenza (e 40.000 visite per adottauncucciolo.net)

Dal blog di rossoscarlatto2 (ovvero La scatola dei miei colori)…


La malattia più grave

indifferenza
Un giorno a un luminare della medicina, venne chiesto quale fosse la più grave malattia del secolo.
I presenti si aspettavano che dicesse il cancro o l’infarto. Grande fu lo stupore generale quando lo scienziato rispose: “l’indifferenza”. Tutti allora si guardarono negli occhi e ognuno si accorse di essere gravemente ammalato. Infine gli domandarono quale fosse la cura.

E lo scienziato rispose: “accorgersene”.


Commento di Wolfghost: Ringrazio Violet per questo bel post che mi ha concesso di riportare qua. Intanto voglio segnalare che www.adottauncucciolo.net ha ormai superato le 40.000 visite. Tanti animali che sono passati di lì dal 31 Luglio 2008, giorno di apertura del blog, sono stati adottati. Ma tanti altri sono ancora nelle loro gabbie o in condizioni difficili. Qualcuno è morto. Di altri non ho più saputo nulla. Naturalmente questo non è un appello a voi, se qualcuno avesse voluto o potuto, avrebbe già dato una casa a qualcuno di questi sfortunati animaletti, ma… magari continuate a spargere la voce, non si sa mai che “un amico dell’amico…” 😉

Certo, il post prende lo spunto dagli animali abbandonati, come quel gattino sporco e intirizzito, ma si estende al problema molto più generale dell’indifferenza.
Davvero, come dice lo scienziato, l’indifferenza è il peggiore dei mali, perché se non ci fosse… molti altri mali, a quest’ora, sarebbero già stati debellati e fame, massacri e malattie, sconfitte.

Il vero problema sta proprio in quella parolina… “accorgersene”. Sì, perché tutti vediamo l’indifferenza negli altri, ma facciamo finta di non vederla in noi stessi.
Spesso quel signore di cui si vedono scarpe e pantaloni nell’immagine… siamo noi. Solo che per noi stessi abbiamo mille scuse pronte: non ho tempo, sono di fretta, non ho soldi, non ho posto, ho il nipote di terzo grado con l’allergia, i vicini di quattro piani sotto (in un altro palazzo magari) che rumoreggerebbero…

Salvo poi cadere dalle nuvole e sorprenderci se qualcuno muore sul pianerottolo di casa perché i vicini “pensavano che dormisse”.

Non scherziamo, ricordiamoci il monito di Gandhi:

“Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”.

 

 

Comunicazione di servizio: www.adottauncucciolo.net è pronto! :-)

Ha preso il posto di http://www.adottauncucciolo.splinder.com, anche se chi vuole può arrivarci anche dall’indirizzo Splinder, naturalmente. Conseguentemente è cambiato anche il banner, lo vedete qua sotto e nel solito posto: la colonna di sinistra 😉

Sicuramente sarà più facile ricordarlo per le persone alle quali viene detto 🙂

E se qualcuno ha qualche annuncio o appello che vuole mettere… adesso c’è anche l’indirizzo di posta specifico: posta@adottauncucciolo.net. Lo verificheremo frequentemente, in tre: io, Leatitti e Finadel 😉

Storie di animali…

Da quando ho preso Julius e ampliato così la famiglia (lui, Sissi ed io ) sono entrato maggiormente in contatto con persone che si battono per i nostri piccoli amici. Sul blog adotta un cucciolo siamo in diversi a mettere annunci ormai, ma ci sono tanti altri blog che parlano sia di animali domestici di casa nostra che delle cose terribili che accadono nel mondo anche a specie “esotiche”.

Un blog che ultimamente si sta battendo per questo scopo è ad esempio landscape dell’amica mylandscape.

procioni massacrati“In Cina esistono anche le FUR FARMS. Cosa sono? Sono delle “fattorie” dell’orrore dove quei dolcissimi animali chiamati procioni (ovvero gli orsetti lavatori, qui a sinistra in foto) (vi giuro che mentre sto scrivendo sto piangendo) vengono massacrati per la loro pelliccia. […]”.

Lei sta cercando un metodo per fare veramente qualcosa che vada al di là di qualche intervento “mirato” (anzi, se volete partecipare al suo dibattito ne sarà senz’altro contenta); questo è tutt’altro che facile in un mondo pieno di problemi, dove – soprattutto chi non è sensibilizzato dall’avere esso stesso animali, percependoli davvero come esseri viventi, con emozioni, sentimenti, gioie e dolori, al pari di noi – ne considera l’abbandono e il maltrattamento come un problema di secondaria importanza.

Mi piace riportare anche qua l’aforisma di Yourcenauer che ho già usato recentemente…

“Ci sarebbero meno bambini martiri se ci fossero meno animali torturati, meno vagoni piombati che trasportano alla morte le vittime di qualsiasi dittatura se non avessimo fatto l’abitudine ai furgoni dove le bestie agonizzano senza cibo e senza acqua dirette al macello.”

Al di là dell’amore degli animali è la sensibilità che conta. Non ci vuole molto per capire che chi tortura un animale arriverà più facilmente a fare lo stesso ad un essere umano, rispetto a chi degli animali ha il massimo rispetto.

Ma oltre le terribili storie di cui parla mylandscape e che si trovano anche su tanti altri blog, ci sono poi le storie di “ordinaria amministrazione”; ad esempio storie di animali cresciuti con il proprio padrone e che poi l’hanno visto morire, diventandone orfani. Leggete questa storia apparsa su adotta un cucciolo…

Cleopatra“Cleopatra è una gattina di 7 anni e fino a poco tempo fa ha vissuto con la sua padrona.
Purtroppo la sorte ha voluto che la sua mamma umana morisse troppo presto e lei così affezionata alla signora si è ritrovata senza il suo affetto oltre che senza la sua casa e le sue abitudini. Spostata temporaneamente nel “gatto alloggio” patisce tantissimo questa nuova situazione. Fa veramente tanta tenerezza povera piccolina. Immaginate che trauma sia stato per lei!”

L’evidente dolore di questi animali ci fa capire la nostra arroganza nel crederci “animali superiori” perfino nel dolore. Scoprire che questo non è vero, che non siamo gli unici ad avere un cuore, a soffrire, dovrebbe sensibilizzarci. Io credo che ci sia qualcosa di strano, di innaturale, in chi rimane indifferente a tutto questo. Mi sono state riportate terribili storie di gatti lasciati morire di fame e di sete in case in cui la proprietaria era mancata e i famigliari non lasciavano entrare nessuno per paura che qualcosa fosse rubato dall’appartamento prima che ne avessero spartito i beni tra di loro e venduto! Ma vi pare si possa parlare di persone normali? E poi ci stupiamo se ci sono bande di ragazzi che tagliano le zampe a cuccioli neonati usando fili di nylon? Si, succede anche questo, di nuovo da adotta un cucciolo:

cagna e cucciolo“La mostruosità umana non ha limiti… ecco la mamma cagna a cui hanno torturato e uccisi tre dei suoi cuccioli a 20 giorni, staccandogli i piedini con un filo, forse di naylon , li hanno visti erano dei mostri travestiti da ragazzi che se li sono portati con loro e non si sono trovati ne morti ne vivi, si è salvato solo lui (Fortunato) che è stato raccolto da Marilina, lo ha trovato in strada fuori casa sua, quasi esanime. […] …. quando ecco ai nostri occhi svelarsi la triste e atroce realtà… anche al piccolo Fortunato è stato staccato un piedino,una corsa in clinica veterinaria dove ci hanno detto che fra due mesi dovrà amputare tutta la zampina… Sarà un cane a 3 zampe , ma salvo!”

cuccioloCredete davvero che persone come queste avrebbero la minima remora a danneggiare anche esseri umani se solo trovassero il modo di farla franca?

No, la malvagità, l’indifferenza, l’egoismo sono gli stessi… e non voglio sentire polemiche sul fatto che ci sono bambini che muoiono di fame o di malattie che sarebbero curabili: dobbiamo capire che sono due aspetti della stessa medaglia. Non è che aiutare gli animali significhi dimenticare i bambini e le persone in difficoltà.

 

Annunciazione secondo blog!! :))))))

In attesa del post “serio” (non che questo non lo sia), che giungerà a breve, volevo avvisare tutti che il mio nuovo blog tematico è quasi pronto e da testare, chi vuol farmi la cortesia di lasciarci qualche commento per verifica? Così poi si parte con gli annunci 😉

Eccolo: adottauncucciolo.net/ Come avrete indovinato si tratta di un blog che si propone di facilitare lo scambio di informazioni per adottare dei cuccioli 😛

Sono già d’accordo con altre persone che diverranno “soci” dell’impresa (ergo: a cui il blog verrà aperto perché possano mettere loro stessi gli annunci) e ci sono già parecchi annunci che aspettano di essere pubblicati 🙂

 

Nella speranza che l’iniziativa contribuisca a salvare qualcuno dei nostri piccoli amici… siete ovviamente invitati! E se qualcuno pensa di avere i requisiti per partecipare, bé… mi contatti e sarà inserito 😉

adottauncucciolo