Il tempo della resa – Perseveranza ed accettazione

PERSEVERARE NON SIGNIFICA INSISTERE
di Paulo Coelho

i-chingDice l’I Ching, il libro cinese delle mutazioni umane: “La perseveranza è favorevole”. Ma la perseveranza non ha niente a che vedere con l’insistenza.
Ci sono epoche nelle nostre vite in cui i combattimenti si prolungano oltre il necessario, esaurendo le forze e indebolendo l’entusiasmo. In questi momenti, vale la pena di riflettere: una guerra prolungata finisce per distruggere anche il paese vittorioso. Niente di meglio, allora, che una tregua, prima che la nostra energia si esaurisca al punto da non consentirci più di recuperarla. Perseveriamo nella nostra volontà, ma aspettiamo un’occasione più favorevole per riprendere la lotta.
Perché un uomo d’onore riprende sempre la lotta, ma mai per ostinazione, bensì perché ha percepito il cambiamento nel tempo.



Commento di Wolfghost: potra' sembrare strano quello che mi appresto a dire, ma perfino uno come me, che ha sempre esortato a non arrendersi, a lottare anche quando il risultato e' incerto nonostante i nostri sforzi, crede che esista anche un giusto tempo per la resa.
A volte e', come dice Coelho, solo un temporaneo periodo di recupero in attesa di ripartire, o un cambiamento di strada che pero' porta, sul lungo termine, allo stesso fine. Vogliamo arrivare da qualche parte, ma troviamo che la strada che stiamo percorrendo e' piena di ostacoli che si rivelano, per quanto facciamo, insormontabili. Non ha piu' senso continuare a sbatterci contro. Meglio fare una bella inversione e tornare, almeno per un tratto, indietro. Non e' una vera resa, si torna indietro solo fin dove un bivio puo' permetterci di provare un'altra strada, e se anche quella si rivela interrotta, un'altra ancora, e cosi' via. E' come se arrivassimo davanti ad una porta con un mazzo di chiavi. La prima chiave che proviamo non funziona, non sarebbe stupido continuare ad insistere con quella piuttosto che provare le altre?
Poi ci sono le rese definitive, anche quelle purtroppo esistono. Si puo' trattare di un sogno che si rivela davvero irrealizzabile, che si e' trasformato in una illusione. Continuare ad inseguirlo vorrebbe dire spendere energie, tempo, serenita'.
Serenita', gia'… a volte penso che la serenita' sia il vero scopo della vita. Arrivare a quello stato di consapevolezza ed accettazione che ci permette di veleggiare tranquilli per i mari della nostra vita qualunque sia la tempesta che ci investe. E, al limite, entrare con la stessa serenita' nel porto che ci attende alla fine del viaggio.
E' la vita stessa ad essere cosi'. Non siamo immortali, dovremo abbandonarla prima o poi questa amata vita, e quella sensazione di "va bene, e' ora…" mi pare sempre piu' un'enorme conquista piuttosto che una maledizione o un atto di debolezza. Fa anch'essa parte di quello spirito di accettazione che contribuisce, al pari della determinazione – che non deve mai divenire cieca testardaggine – alla serenita'. Alla serenita' fino alla fine.
Credo che noi abbiamo sempre chiara la percezione di quando davvero la risalita non e' piu' possibile, che si tratti di un amore impossibile, un sogno che e' divenuto una chimera, un futuro che non potra' essere come lo volevamo. Li' e solo li', il tempo della resa non solo e' accettabile… ma addirittura auspicabile.

mano aperta

Annunci

73 pensieri su “Il tempo della resa – Perseveranza ed accettazione

  1. E io … dico solo grazie per le tue parole e aggiungo una cosa in riferimento alle dimenticanze, amnesie momentanee.
    Dicono che esse siano dovute a una specie di "reset" del cervello e alla persona a cui capitano tali "deficenze" è più difficile che venga l'Altzheimer.
    Questa è una grande consolazione per me

    Un grande abbraccio "allargato"

    Mi piace

  2. Ciao caro, ritrovato, Lupo!
    Quando si scrivono post di tale profondità come questo, è come guardarsi allo specchio e fare un bilancio di noi stessi.
    ""Serenita', gia'… a volte penso che la serenita' sia il vero scopo della vita. ""
    hai ragione a pensarlo, perché se riusciamo a trovare, sia pure con difficoltà, quella serenità interiore, nonostante "le varie chiavi che non sono idonee", restiamo fiduciosi che prima o poi la chiave giusta si troverà. Il resto non conta più, anche se lascia ferite profonde. Ma sappiamo che le ferite possono anche guarire.
    Io ho imparato!
    Un abbraccio!

    Mi piace

  3. La serenità… Sai che è il mio sogno, Wolf? Non la felicità, perché la felicità è fuggente, ma proprio la serenità intesa come stato d'animo permanente che permette di non disperarsi o arrbbiarsi per delle futili ragioni e di non esaltarsi troppo per obiettivi passeggeri. Ma perché è così difficile il cammino verso la serenità? 

    Mi piace

  4. x Donnaflora: bene, almeno saremo in due percio'!
    eheheh ok, glielo darò da parte tua, non temere!

    x Raggio: sì, ho sentito questa teoria… è sarei ben felice se fosse vera, visto che… ho la stessa memoria di un macinino da caffè!

    Mi piace

  5. x Nadia: sono d'accordo… ma aggiungo di più: perfino affrontare con serenità ed accettazione "la fine", quando verrà, è per me un vero obiettivo. Sembrerà esagerato, ma… ho il terrore di affrontare l'avvicinarsi di quel momento con terrore Ho visto cosa fa la paura… è come morire due volte. Forse di più.
    Abbraccio!

    Mi piace

  6. x Happy: io non credo che ci sia poi una grande differenza tra serenità e felicità, Happy, chi è sereno è probabilmente anche felice, non pensi? Ciò che secondo me mina la nostra serenità è la paura. E il metodo principe per combattere la paura è la consapevolezza che permette l'accettazione. Accettazione, serena appunto, di ogni cosa che accade e… del nostro ineluttabile destino finale.

    Mi piace

  7. x Katia: questa e' una cosa che puo' succedere, e' vero. Diviene sicuramente una delle maggiori cause di stress. Qui e' da valutare se c'e' la possibilita' – e si vuole – dare un taglio drastico, oppure se e' meglio sposare il vecchio ma sempre valido "Se non li puoi combattere, unisciti a loro": se non e' proprio possibile cambiare le cose, forse si puo' almeno adeguarsi ad esse, evitando in questo modo perlomeno lo stress e la frustrazione del "contrasto".

    x Vany: eheheh grazie cara Purtroppo non ho tanto tempo per visitare i blog altrui, ma ogni tanto cerco di passare…

    Mi piace

  8. Sono in grande sintonia con   Paulo Coelho, certamente ciascuno di noi nel nostro quotidiano sperimentiamo , cerchiamo di raggiungere dei piccoli traguardi, prima a breve termine e poi anche a quelli che richiedono più tempo. Quindi perseverare è importante ,ma una volta sperimentato che è impossibile raggiungere l'obiettivo,  c'è il momento di accettare la resa per   evitare stress e energia.
    Concludo dicendo che la salute mentale è importante,pertanto io cerco di avere sempre un umore sereno per meglio fronteggiare i momnti difficili.
    Ciao Wolf, sempre argomentazioni interessanti.
    Con affetto.
    Dora.

    Mi piace

  9. x Gabry: ahahah non ti preoccupare Gabry! Lo conosco il pezzo!

    x Dora: assolutamente d'accordo Dora E' facile constatare che quando si ha una mente serena i problemi si affrontano meglio
    Grazie, un salutone!

    Mi piace

  10. C'è ben poco da dire amico, hai spiegato benissimo questa citazione di Coelho, quoto parola per parola quello che hai scritto. Molto interessante la  differenza tra le parole "perseveranza" e "l'insistenza".  Temo solo che nel nostro tempo gli uomini d'onore e saggi siano delle mosche bianche.
    Buona settimana! ^_^

    Mi piace

  11. Bene, bravo, bis ma sintetizzando: Non vorrei morire!
    Forse per questo a volte prendo delle scorciatoie anche se non devo  andare a prendere la chiave giusta!
    Ma perchè sono passata di qui stamattina? 
    Ti abbraccio!

    Mi piace

  12. trovo quanto ho appena letto di una tale saggezza che ne posso misurare la verità in quanto ha creato in me ora una tale pace che penso sarebbe molto simile e duratura solo se avvenisse veramente quella saggia accettazione derivata dalla consapevolezza che non c'è un'altra strada. grazie. pinuccia.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...