Il potere catartico della danza

Purtroppo ho pochissimo tempo, è già mezzanotte passata e domani ho la sveglia alle 5 per una trasferta lavorativa di due giorni a Roma. Ho deciso perciò di salutarvi con un altro video, stavolta senza parole e con "meno pretese", ma che perché ha un significato particolare; si tratta di "Children", di Robert Miles (nome vero Roberto Concina, infatti è svizzero ma di genitori italiani). Vedete, più di dieci fa usavo questa musica per lasciarmi alle spalle i momenti passati non proprio felici (i peggiori in realtà erano in là da venire, ma io non lo sapevo! eheheh); mi chiudevo in camera, mettevo la musica a volume alto e ballavo nella penombra, a volte ad occhi chiusi, immaginando, come la bambina del video, di vedere scorrere paesaggi dietro di me… ma erano paesaggi che rappresentavano quel passato, un passato che mi lasciavo alle spalle.
Se notate, anche il video di Schiller che ho usato in due post fa, sebbene non mi attrasse per questo motivo (il video lo scoprii solo un paio di anni dopo aver conosciuto ed apprezzato la canzone), riprende un po’ gli stessi temi: il bianco e nero, il paesaggio che corre…

Che il potere della danza sia sempre stato riconosciuto è evidente, non è certo stato scoperto oggi con la danzaterapia: già i nostri antenati si scatenavano in danze rituali attorno al fuoco, e oggi, i giovani e meno giovani che ancora vanno in discoteca per ballare e non per… "cuccare" (non che una cosa escluda necessariamente l’altra), per non parlare di chi ama, sente e pratica la danza come qualcosa di più di un "esercizio fisico"… conoscono bene quale potere essa possa avere.
 
Ognuno ha le sue musiche e le sue danze… l’anello comune è l’effetto catartico che hanno su chi vi si abbandona.

A presto e… scusatemi se sarò assente un paio di giorni 🙂

danza sacra

Annunci

0 pensieri su “Il potere catartico della danza

  1. x aura: ahahah ok, verrò a dare un’occhiata al tuo bel blog 🙂

    x Anna: grazie cara 🙂 Senz’altro la giornata sembra migliore 🙂

    x yasmine: altrettanto a te, Yasmine! 🙂 E sempre grazie per le belle immagini con citazioni 🙂

    Mi piace

  2. x Happy: già, non l’ho citato ma c’è anche questo: la danza, come ogni forma di esercizio fisico (che non sia estremo), libera anche i muscoli (e la mente ;)) dalle tossine 🙂

    x Flame: oh, anche te non scherzi, carissima! 😉 Lo dimostri anche in questo commento, nel quale, sottolineando aspetti positivi di altre persone, sottolinei anche te stessa e la tua attenzione verso gli altri 😉
    Abbraccio restituito con pari forza! 😀

    Mi piace

  3. Commento andato perso durante il trasferimento da Splinder e mia risposta:

    # Nimiel78 27 Novembre 2008 – 13:58

    Anni fa lessi un bel libro (“Le mappe dell’estasi”, mi pare fosse il titolo), che tracciava come imparare a danzare per liberare il proprio sé (seguiva alcune tecniche sciamaniche, inoltre). Alcuni passi furono per me davvero preziosi.

    # Wolfghost 27 Novembre 2008 – 18:28

    ah, non mi stupisce che esistano libri cosi’ 🙂 Nessuno inventa mai davvero nulla su argomenti universali e senza tempo come questi, e… credo che molti di noi potrebbero, volendo, scriverne molto perfino di proprio 😉
    Spesso ci colpisce, di cio’ che leggiamo, cosa abbiamo gia’ dentro di noi ma non riusciamo semplicemente ad afferrare, a mettere “nero su bianco”. Trovarlo allora perfettamente descritto da qualcun altro ci… sorprende molto gradevolmente 🙂
    Non e’ cosi’? 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...