Devil deve vivere

03/01/2009, aggiornamento: Devil è salvo!! La sanità abruzzese si è impegnata a "cederlo alla presidentessa nazionale della Lav o a una persona idonea e qualificata da lei delegata".
Alleluia! 😉



Sicuramente tutti avrete sentito nei giorni scorsi parlare della tragedia del giardiniere attaccato e ucciso da un cane che ben conosceva: questo cane, un rottweiler di una certa età, abita, o per meglio dire abitava, in una casa con uno dei giardini che veniva curato proprio da quella sventurata persona e non aveva mai dato problemi. L’ipotesi più accreditata è che il giardiniere, entrato nel giardino come faceva da anni, si sia chinato e il cane, a causa dei problemi di vista e olfatto legati all’età, l’abbia scambiato per un qualche animale.
Il proprietario del cane ha chiesto per primo l’abbattimento del cane, cosa che appare quasi inevitabile.

Premesso l’ovvio dispiacere e l’assoluto rispetto per la persona uccisa… mi chiedo il senso di giustiziare il cane.

Io parlo spesso di perdono, e certamente lo applico a maggior ragione a un animale che non sa, ovviamente, quel che sta facendo, nel senso che non ha il concetto di "bene e male" che abbiamo noi, agisce per istinto, non con quella preterintenzionalita’ tipica dell’essere umano. Anzi, qui non si tratta nemmeno di perdono, ma di comprensione della natura istintiva del cane.
Con questo, riconosco certamente che un animale (così come un uomo) che abbia dimostrato di essere pericoloso vada messo in condizione di non ripetersi. Però… c’è modo e modo. Non posso credere che con tutti i soldi che buttiamo dalla finestra non sia possibile far vivere questo cane in un posto sicuro, dove non possa più fare del male. Abbatterlo significa aver recepito il termine "umanità" come sinonimo di specie superiore, con potere di vita e di morte su tutte le altre specie, anziché col significato di specie dotata di spiritualità e comprensione; almeno quel minimo necessario a capire che togliere una vita è sempre inutile.
Così come sono contro la pena di morte (salvo in rarissimi casi), credo che abbattere un cane non serva a nulla. Perché? Perché perfino per gli uomini, non si uccide quasi mai per motivi di "sicurezza" (per questo esiste l’ergastolo), lo sappiamo tutti, piuttosto per dare un segnale, un avvertimento a chi rimane che dice "Vedete? Se fate come lui, farete la stessa fine!".
Adesso… crediamo davvero che gli altri cani si spaventeranno perché Devil è stato ucciso? Non scherziamo.
E allora a che serve? Come atto consolatorio e per quella parte di opinione pubblica che reclama "giustizia". Ma non si uccide per questi motivi.

Devil ha 11 anni e qualche acciacco. Probabilmente non ha tanti anni davanti a lui, e certamente è un peccato che viva il resto della sua vita in un recinto o, peggio, in gabbia. Ma niente è prezioso come la vita. Anche per un cane.

Le ultime parole sono per coloro – sempre ce ne sono – che si scandalizzano quando, di fronte alla morte di una persona o più in generale alle difficoltà degli esseri umani, si cerca di spezzare una lancia in favore degli animali. Come se, chi protegga un animale sia contro l’uomo.
Ognuno ha le sue opinioni naturalmente, ma la persona che si fa vedere "perbene" perché non perde occasione di sottolineare che la vita di un essere umano vale più di quella di un animale e cerca di dimostrarlo dicendo che opporsi all’abbattimento dell’animale significa mancare di rispetto all’uomo ucciso, sta cercando in realtà di rinfocolare il più classico degli scontri: animalisti da un lato e "umani superiori" dall’altro.
Io sono certo che perfino il pover’uomo ucciso sarebbe contrario all’abbattimento del cane, che conosceva fin da cucciolo.
Io sono certo che nessuno qua dentro ritiene che la vita di un uomo valga meno di quella di un animale.
Io sono certo che solo chi cerca di mettersi in mostra rinfocolando la visione dell’animalista come persona che disprezza la vita umana, sia da biasimare. Perché sta giocando su una dicotomia che non esiste e lo fa in un momento, per di più, drammatico. E’ questo, casomai, non rispettare chi non c’è più.

Io, ad esempio, amo gli animali, ma amo anche le persone, perché amo la vita.

Chi è d’accordo, se vuole, può esprimerlo verso il comune di S. Giovanni Teatino, e alla ASL di Chieti, affinché la vita di Devil sia risparmiata.

ufficio.sindaco@sgt.ch.it

urp@aslchieti.it

segreteria.dirsan@aslchieti.it

Rottweiler(foto da internet, non è Devil)

Annunci

0 pensieri su “Devil deve vivere

  1. x Dalloway: infatti dico spesso che l’uomo si ammanta di una supposta superiorità sul regno animale, quasi ad astrarsene. Eppure, la prima occasione di dimostrare la sua superiorità la fallisce, usando la sua consapevolezza nel modo sbagliato: facendo ciò che nemmeno per istinto un animale non fa.
    Grazie e baci :*

    Mi piace

  2. x Francesca: grazie Francesca, il tuo riconoscimento mi onora 🙂
    Purtroppo so bene come funzionano queste cose, e trovo sempre vergognoso che ci sia chi le usi per gridare allo scandalo al solo fine, spesso, di mettersi in mostra o sfogare il proprio personale rancore nei confronti di qualche pegno che la vita fa loro pagare.
    Se leggi i commenti a questo post, vedrai che c’è anche chi non è d’accordo, ma, a parte esprimersi con tatto e garbo, non è mai davvero contro gli animalisti e Devil, semplicemente si chiedono quale possa essere la scelta giusta per lo stesso cane. Questo sì, lo accetto. Pur restando della mia idea.

    Tu non devi farti intimorire dagli attacchi, ricordati che “empty cans make the most noise!”, ma sono sicuro che la maggioranza silenziosa è con te, è con voi 😉

    Mi piace

  3. x rossoscarlatto: che belle parole! Grazie cara 🙂

    x Anna: eheheh carinissima l’immagine! Buona notte e un abbraccione anche a te! :*

    x Flame: ah, ti capisco! Quanto ti capisco! ;D Non preoccuparti 🙂
    Abbraccione!

    x dafne: purtroppo, cara dafne, il padrone ha invece chiesto subito che il cane venisse abbattuto. Io ho scritto che la persona uccisa non lo vorrebbe, e… credo di non sbagliare.
    In quanto al padrone… ho la mia idea, ma preferisco non esprimerla 🙂

    Mi piace

  4. x Fer: acc, Fer! Ho appena detto che sul padrone preferivo non esprimermi! 😀
    Io credo che si sia fatto prendere dal panico, e nel timore di poter essere accusato dai famigliari, dall’opinione pubblica e dimostrare la sua “buona volontà” verso la legge, ha subito detto “è colpa sua! Uccidetelo!”.
    Ma io non posso davvero saperlo, è solo una mia idea.
    E francamente… spero sia sbagliata!
    Un abbraccio! 🙂

    x yasmine: grazie cara, un abbraccio anche a te! 🙂

    x Dora/Ilavi 😀 : grazie cara, buona settimana! 🙂

    Mi piace

  5. Quello che io non riesco a capire sono le persone che, volendo un cane, scelgono un rottweiller nonostante i numerosissimi fatti tragici che accadono, quasi sempre legati a queste razze di cani. Io punirei il padrone, non l’animale che, alla fine, non fa altro che il suo “mestiere”.

    Mi piace

  6. x mtm: certamente i rottweiler sono potenzialmente più pericolosi di altre razze, è vero, eppure credo che statisticamente quelli che si sono macchiati di atti davvero pericolosi siano un ogni caso una ben piccola minoranza.
    Non sarà anche che già chi li sceglie parte dal presupposto della loro aggressività ammaestrandoli ad essere proprio così, aggressivi?

    x laghira: quindi sei per lo stesso tipo di punizione anche per l’uomo? 🙂 Però… pur non essendo per la pena di morte, devo dire che l’uomo secondo me ha l’aggravante di avere maggiore consapevolezza e, pertanto, minori scuse nell’atto di uccidere: per l’uomo, uccidere è quasi sempre un atto preterintenzionale. Per l’animale è un istinto.

    Mi piace

  7. Buon inizio settimana Wolf…
    Splendido commento il tuo…
    Una cosa non credo che l’autore intendesse quello..Mai perdere la dignità di noi stessi,ma essere meno orgogliosi ci farebbe vivere meglio…
    Un abbraccione stretto stretto…
    Anna…

    Mi piace

  8. Può essere, ma ci sta anche che, come d’altro canto capita anche a qualcuno di noi, abbia avuto 5 minuti di follia oppure abbia preso un tragico abbaglio scambiando l’uomo per qualcuno o qualcos’altro.

    Comunque… benvenuta! 🙂

    Mi piace

  9. Ho dovuto cancellare il commento #33 di belllissima perche’ l’immagine associata era troppo ampia e mandava fuori asse il blog. Il commento era:

    non dico nulla…io amo troppo i cani….

    bacio

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...