Alcuni degli aforismi che preferisco ( III )

(foto mie: Palazzo Te – Mantova)

Palazzo Te - Mantova - 91. Il procrastinare è una delle malattie più comuni e più mortali e il suo effetto nefasto sul successo e sulla felicità è molto grande.
(Wayne W.Dyer)

2. L’anima libera è rara, ma quando la vedi la riconosci: soprattutto perché provi un senso di benessere, quando gli sei vicino.
(Charles Bukowski)

3. L’uomo che ha visto il mare, non sa più pensare ad altre acque.
(Meng Tse)

Palazzo Te - Mantova - 14. Chiunque può arrabbiarsi: questo e’ facile; ma arrabbiarsi con la persona giusta, e nel grado giusto, ed al momento giusto, e per lo scopo giusto, e nel modo giusto: questo non è nelle possibilità di chiunque e non e’ facile.
(Aristotele)

5. Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande.
(Naguib Mahfuz)

6. Se il destino di un uomo è annegare; annegherà anche in un bicchiere d’acqua.
(Proverbio Yiddish)

Palazzo Te - Mantova 37. La coscienza è la voce interiore che ci avverte che qualcuno potrebbe vederci.
(anonimo)

8. L’uomo non fa quasi mai uso delle libertà che ha, come per esempio della libertà di pensiero; pretende invece come compenso la libertà di parola.
(Kierkegaard)

9. L’entusiasmo è come la benzina. Se lo usate nel modo giusto, può fare delle cose magnifiche, ma se lo spargete in modo sconsiderato, correte il rischio di fare dei disastri.
(Napoleon Hill)

Palazzo Te - Mantova - 510. Poche cose sono di per se impossibili, e molto spesso non sono i mezzi che ci mancano ma la costanza.
(anonimo)

11. L’esperienza è quella cosa meravigliosa che ti permette di riconoscere un errore ogni volta che lo commetti.
(F.P.Jones)

12. Se vuoi trovare l’arcobaleno, devi sopportare la pioggia.
(Dolly Parton)

Palazzo Te - Mantova - 613. Se le campane le ha rotte il nipote del parrocchiano sicuramente sarà stata una disgrazia.
(anonimo)

14. Il problema dell’umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.
(Bertrand Russell)

15. L’istruzione non getta il seme in te: fa germogliare i tuoi semi.
(Kahlil Gibran)

Palazzo Te - Mantova - 816. A volte la certezza di piacere è il modo migliore per non piacere affatto.
(J. W. Goethe)

17. Il pessimista si lamenta al vento, l’ottimista aspetta che il vento cambi ed il realista aggiusta le vele.
(Nicolas Sebastien)

18. Il peggior seccatore è la persona che parla quando vorremmo che ascoltasse.
(anonimo)

Palazzo Te - Mantova - 719. VERGINITA’: una roccaforte che viene difesa con tanto più accanimento quanto meno c’e’ pericolo.
(D. Gay)

20. Gli uomini politici non si vendono. Si affittano.
(anonimo)

Al solito… chi vuol segnalare quello che preferisce… 🙂

Nota su Palazzo Te: fu’ commissionato dal principe Gonzaga Filippo II intorno al 1525 a Giulio Romano. Non e’ un “palazzo”, piuttosto un vasto complesso di costruzioni includenti giardini e piscine. Esso non era la residenza del principe ma era utilizzato per il suo tempo libero (!): feste, ricevimenti, cerimonie e… 😉
Basti vedere i principali soggetti di quadri e sculture: i cavalli (importantissimi in quell’epoca) e i “divertimenti”. Si narra infatti che il principe si innamoro’ di una giovanissima donna che pero’ era gia’ promessa ad un altro. Pur non potendola mai avere, ne rimarra’ segretamente innamorato per sempre e cosi’, nel tentativo di riuscire a dimenticarla o perlomeno a non pensare a lei, penso’ bene di… “conoscerne” altre. Molte altre. E il palazzo Te era il luogo principale degli incontri…
Eh! Non ci sono piu’ gli uomini romantici di una volta! 😀

Palazzo Te - Mantova - 2

0 pensieri su “Alcuni degli aforismi che preferisco ( III )

  1. 14. Il problema dell’umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.
    (Bertrand Russell)

    4. Chiunque può arrabbiarsi: questo e’ facile; ma arrabbiarsi con la persona giusta, e nel grado giusto, ed al momento giusto, e per lo scopo giusto, e nel modo giusto: questo non è nelle possibilità di chiunque e non e’ facile.
    (Aristotele)

    Che ne dici??? Corrispondono sempre all’idea che ti sei fatta di me???

    bacio

    dora

    "Mi piace"

  2. Mantova una gran bella città, gli aforismi postati, tutti lungimiranti…non é utile sceglire, ma sperimentarli, questo Sì. Mi permetto di aggiungerne uno:” Se l’uomo rincorre con troppo accanimento la felicità, rischia di non raggiungerla mai. (Huai Nanzu) “.Grazie per l’ospitalità,taoista.

    "Mi piace"

  3. x Dora: assolutamente! :))) Convinta che la base del successo sia la capacita’ di usare la mente propriamente 🙂

    Sapevi che i maestri Yogi e certe personalita’ esoteriche (nel passato, primo tra tutti fu’ Gurdijeff) sono abilissimi nel fingersi di arrabbiati? 🙂 Si’, perche’ capiscono che certe persone – chiuse nei loro schemi mentali – reagiscono veramente solo se “aggredite”…

    Ricambio il bacio 🙂

    "Mi piace"

  4. Ciao caro Nuovo 🙂 Sono d’accordo con l’aforisma di Huai; anzi, io toglierei perfino le parole “con troppo accanimento”: Se l’uomo rincorre con troppo accanimento la felicità, rischia di non raggiungerla mai.
    Infatti la felicita’ non e’ qualcosa che si insegue, bensi’ qualcosa che avviene naturalmente allorche’ il “resto” si sistema 🙂

    Grazie a te per la visita 🙂

    "Mi piace"

  5. Premetto che sono sempre tutti interessanti oltre allle belle immagini che accosti.

    Scelgo quelli che sento più vicini a me in questo momento, ad esempio:

    2. L’anima libera è rara, ma quando la vedi la riconosci: soprattutto perché provi un senso di benessere, quando gli sei vicino.
    (Charles Bukowski)

    3. L’uomo che ha visto il mare, non sa più pensare ad altre acque.
    (Meng Tse)
    12. Se vuoi trovare l’arcobaleno, devi sopportare la pioggia.
    (Dolly Parton)

    Sarà che ho l’animo inquieto in questo periodo, sto valutando vari aspetti e situazioni da affrontare, eventuali cambiamenti e come è naturale, si mescolano in me entusiamo, voglia di mettermi alla prova e qualche timore o perplessità… allora aggiungerei anche il 14 😉 che dici?
    Ciao!

    "Mi piace"

  6. Ahahahaha se ti raccontassi la mia vita diresti che il tuo post di oggi non e’ un caso….ma andiamo per ordine:1)il famoso palazzo del te di mantova ha un ruolo fondamentale nel mio percorso esoterico.2)vai al tuo punto 2…..assolutamente vero ci si riconosce anche senza essersi mai visti….3)punto 7 il famoso terzo occhio.4)punto 12…. pioggia????uragani ma cmq benedetti che ci siano stati….La mia preferita’ e’ naturalmente la numero 3…..infatti sul mio blog c’e il mare….quando si conoscono certe emozioni…. non si riesce piu’a farne a meno….un sorriso Deb

    "Mi piace"

  7. x Gospel: giusto! Non solo ognuno sente qualche aforisma piu’ vicino a se’ rispetto ad altri, ma quest’ordine cambia perfino per la stessa persona a seconda del periodo che sta’ vivendo. Un tempo io usavo circondarmi di molte frasi che incitavano a resistere (per esempio quello di Dolly Parton potrebbe essere considerato di questo genere), ma ad un certo punto – passato il tremendo periodo che avevo vissuto – quell’invito a resistere non solo non lo “sentivo” piu’, ma addirittura mi infastidiva. Allora passai ad aforismi che incitavano non a sopravvivere, ma a vivere 🙂

    Il 2 e il 3 piacciono molto anche a me 🙂

    Ciao! 🙂

    "Mi piace"

  8. x Deb: si’, andiamo per ordine 😀
    1) davvero? … aspettero’ che mi riveli che successe li’… anche perche’ credo che il Gonzaga fosse gia’ morto da un po’, no? 😀
    2) In pratica dici che sono un’anima simile riconosce un’altra anima… Ovvero che solo un’anima libera riconosce un’altra anima tale… Io aggiungerei anche “un’anima che aspira alla liberta’”, che sa’ cos’e’ – pur non avendola – e percio’ e’ in grado di riconoscerla… 🙂
    3) be’, questo aforisma io l’avevo preso in senso ironico: come a dire che, alla faccia della presunta morale, se non avessimo timore di essere sorpresi non avremmo nessun problema a trasgredire.
    Ovvero, e’ il timore della punizione e non quello della morale, a trattenerci 🙂
    4) d’accordo… gli uragani vanno bene 😀
    5) il bellissimo aforisma di Meng Tse, non e’ limitato solo al mare, e’ metaforico: chi ha raggiunto gradi eccelsi, non riesce piu’ ad accontentarsi di avere di meno… 😉

    "Mi piace"

  9. senti, io non mi do’ per vinta,ma tu hai realmente pensato che io mi riferissi solo al mare al punto 5?…..si perche’ se tu lo hai pensato io ci rimango veramente male e qui non ci torno piu’….

    "Mi piace"

  10. ” qual’è la strada per uscire da qui?
    chise Alice.
    dipende da dove vuoi andare.
    rispose lo stregatto.
    non importa, mi basta uscire da qui!
    replicò Alice.
    … e allora non importa che strada prendi, una vale l’altra…”

    eccerto che esiste il sole. questo io mai negato. è che vediamo, guardiamo le cose da diverse angolazioni. ma questo, forse, te l’ho già detto.

    grazie perchè ci passi ancora.

    "Mi piace"

  11. ahahah che caratterino Deb! 🙂 No, ovviamente non l’ho pensato (basta leggere il tuo blog per capire che certamente ne avessi colto il senso), ma poiche’ c’e’ tanta gente che legge (anche senza intervenire) ho ritenuto di specificare ad uso e consumo di eventuali “terzi” 🙂

    "Mi piace"

  12. x forgivenhour: certamente ognuno ha il suo modo per uscire “da li'”, questo non lo nego. Diciamo che quando mi imbatto in scritti “piuttosto tenebrosi” spero sempre siano piu’ frutto di un esercizio di stile che di vero stato d’animo dell’autore, poiche’ di solito “scavando”, dalla superficie (e quindi dalla luce) ci si allontana.

    Comunque, come scrivo sempre, leggi tutti, ma ovviamente poi vai per la strada che “senti” essere piu’ giusta per te.
    Se davvero credessi che scrivendo qualcosa fossi in grado di far cambiare intenzioni a chi legge… probabilmente avrei gia’ smesso da tempo! 😉
    Solo chi si “avvicina” al modo di essere di chi scrive ne coglie davvero il senso. E questo vale per tutti, me e te compresi 🙂
    Per questo ognuno e’ responsabile di come agisce e di cosa pensa, al di la’ di cio’ che legge.

    Ciao e grazie a te per lo spunto di riflessione 🙂

    "Mi piace"

  13. Ethelweis, ti piacera’ senz’altro questa: “Certi amici compaiono nella vita di ciascuno di noi, e se ne allontanano appena l’hanno attraversata.
    Diventano dei veri amici e condividono la nostra esistenza per un istante, lasciandosi dietro delle magnifiche impronte nella sabbia.” Sergio Bambarén

    "Mi piace"

  14. Sono due.
    La prima mi richiama alla mia terra e alle mie origini splendidamente liguri: “L’uomo che ha visto il mare non sa più pensare ad altre acque”.
    L’altra rispecchia una mia intima convinzione: “Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande”. In questo mondo che si sbrodola addosso parole su parole, la vera saggezza sta nel silenzio, e nella domanda che induce al silenzio della riflessione… o che mette in crisi le verità fatte inducendo ad una rivoluzione interiore.
    V

    "Mi piace"

  15. Ciao FunnyV. 🙂 Si’, la prima e’ una metafora quanto mai azzeccata (leggi il commento #9 in risposta a DeborahD), sono d’accordo 🙂 Poi, chi ha davvero il mare nel cuore, ne capisce ancora di piu’ la forza (anche se in realta’ io adoro anche i laghi! :D).
    Sulla tua riflessione riguardante la seconda frase, direi che comunque al silenzio segue una risposta, anche se non sempre ed anche se talvolta non viene espressa a voce; ma e’ proprio l’esistenza di quel silenzio che e’ dimostrativa: spesso chi risponde “al volo” non ha ascoltato davvero la domanda, nel frattempo stava gia’ pensando a cosa dire…

    "Mi piace"

  16. la n.5 e la n. 8 sono quelle che preferisco. Ti ho letto ma non sono d’accordo quanto asserisci circa la felicità perchè secondo me non avviene ” NATURALMENTE QUANDO IL RESTO SI SISTEMA”. Esistono solo momenti di felicità e vanno conquistati e assaporati perchè inevitabilmente passano e si alternano a momenti di tristezza.
    Pensa come sarebbe se vivessimo di “felicità” permanente, …che noia,…troveremmo certamente qualche cosa per lagnarci.

    "Mi piace"

  17. Scelgo la 2) non è neccessariamente la migliore… ma quella che in questo istante mi parla e mi affascina di più…
    mi piace sempre questo giochino e tutti gli aforismi hanno una verità da insegnare…
    Un caro saluto
    Fly

    "Mi piace"

  18. L’anima libera è rara, ma quando la vedi la riconosci: soprattutto perché provi un senso di benessere, quando gli sei vicino.

    questa frase mi è stata detta spesso e ne vado particolarmente fiera, ti bacio con affetto, ma prima di andare altrove voglio dire che mi ricorda tantissimo anche te …

    Lu

    "Mi piace"

  19. Ciao Micol 🙂 Dagli aforismi che hai scelto direi che sei una persona molto riflessiva, quanto meno molto attenta.
    Sul concetto di felicità, credo ci sia una semplice differenza di accezione che diamo al termine; sono d’accordo infatti con quanto dici, pero’ quella che tu chiami “felicità”, per me è “gioia, mentre la felicità – sempre per me – è uno stato più duraturo, magari comunque questione di pochi giorni, ma da non confondere con gli attimi di gioia…

    "Mi piace"

  20. Ciao Fly 🙂 Quando lessi l’aforisma numero 2 la prima volta, ne rimasi davvero colpito… mi fece riflettere molto. Infatti tante persone “credono” di essere “anime libere”, eppure non trasmettono affatto un senso di benessere quando hanno qualcuno vicino.
    Credo davvero che l’aforisma di Bukowski possa essere preso come cartina al tornasole, soprattutto verso noi stessi…

    "Mi piace"

  21. ahahah Psicosomatica! 😀 Mi fa’ ridere ogni volta che la leggo… tanto simpaticamente ironica, quanto – un po’ tristemente vera 🙂
    Fa’ il paio con un’altra in tema… mi pare che più o meno dicesse così: “L’esperienza è quella bellissima cosa che raggiungi quando ormai non ti serve più” 😉

    Spero e credo che non sia sempre così…

    "Mi piace"

  22. Benvenuta Bettyblau 🙂
    Hai scelto tre aforismi piuttosto diversi tra loro… Di solito cerco di capire che tipo di persona è quella che scrive (ovviamente solo un tratto del suo carattere), ma nel tuo è difficile poiché non riesco a distinguere la linea che lega i tre aforismi… o forse, vista l’ora, sono solo stanco 😀

    Ti dico che la 6 (Se il destino di un uomo è annegare; annegherà anche in un bicchiere d’acqua) la interpreto personalmente come riferentesi alla propria personalità – piuttosto che al “Destino” vero e proprio (io non credo al Destino). Ovvero che non si può fuggire da sé stessi; prima o poi i nodi vengono al pettine…

    "Mi piace"

  23. Grazie Lu, sei molto cara 🙂 Ma io – in questo momento – non sono granché così. Non so come sono in generale, ma in questo momento non mi sento né libero, né credo di trasmettere “senso di benessere”.
    Non adesso.

    Grazie per la stima 🙂

    "Mi piace"

  24. …ti scrivo dal fiume dei profumi
    Dove oltre alle foglie galleggiano i ricordi
    Le cose che a volte
    Sembravano banali
    Vissute da lontano sembrano le più belle…
    Biagio Antonacci 

    Parigi – La Senna – Rive gauche

    "Mi piace"

  25. Gia’, esatto Fly… E gli altri lo percepiscono.

    x Pinky: spesso e’ vero che si finisce per ricordare piacevolmente cose apparentemente banali, e non, piuttosto, cose fortemente cariche di significato. Da un lato perche’ sono cose solo apparentemente banali ma che, ad esempio, parlano di momenti di condivisione. Pero’ credo che il motivo sia anche che ricordare le seconde… faccia piu’ male 😉
    Bellissima la foto della Senna…

    "Mi piace"

  26. 14. Il problema dell’umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.
    (Bertrand Russell)

    Quanto adoro mr Russel..

    Grazie per questi piccoli spunti di pensiero 😉

    E.

    "Mi piace"

  27. x O.: Non e’ importante quanto potente sia un computer, se gli diamo in pasto programmi dozzinali… 😉

    Ciao Angela, benvenuta! 😉 Quell’aforisma ha colpito molti, questo e’ quanto ho risposto ad una di loro: “Quando lessi l’aforisma numero 2 la prima volta, ne rimasi davvero colpito… mi fece riflettere molto. Infatti tante persone “credono” di essere “anime libere”, eppure non trasmettono affatto un senso di benessere quando hanno qualcuno vicino.
    Credo davvero che l’aforisma di Bukowski possa essere preso come cartina al tornasole, soprattutto verso noi stessi…”

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...