La risolutezza – fare cio’ che si deve

Indubbiamente il fatto di avere un blog “antico” da il vantaggio, in periodi di “vacche magre”, di poter pescare e riproporre post datati 😉

A volte risalendo tra i post di Wolfghost ne trovo alcuni che proprio non ricordavo e che in un certo senso sorprendono anche me 🙂 Con qualche post non sono più d’accordo, non totalmente almeno, altri invece li sottoscriverei in pieno tutt’oggi.

Questo che ripropongo stasera è stato scritto a inizio gennaio 2008 e mi riporta in mente una scena che all’epoca mi colpì davvero. Come spesso accade, non posso dire di ricordarmela davvero, so però di aver visto cosa racconto e la mia mente ricostruisce, per così dire, quella scena, anche se, chissà, magari nemmeno fedelmente. Ma è così che funziona la mente. Crediamo di ricordare, in realtà però sappiamo più che altro di… esserci stati. Il resto lo fa l’immaginazione 🙂

Ad ogni modo qui trovate il post originale con tutti i commenti dell’epoca: La risolutezza – fare cio’ che si deve, ed eccovi il post 🙂

———————————-

Anche se l’ho gia’ citato in un altro mio post (“Siate come animali”), uno spunto in un altro blog mi ha fatto tornare in mente un episodio della mia vita avvenuto qualche anno fa’…

Mi trovavo in una spiaggia del mio caro Mar Ligure. Era una giornata molto, molto ventosa…
gabbianoAll’improvviso la mia attenzione fu’ attratta da qualcosa di magnifico: un gabbiano era impegnato, a pochi metri da me, in una maestosa quanto furibonda lotta contro il vento contrario… Avanzava con immensa fatica, addirittura di pochi centimetri ogni violento battito d’ali.

Infine arrivo’ dove sapeva dover arrivare.

gabbiano2Allora pote’ cambiare rotta e planare, lasciandosi trasportare senza piu’ alcuno sforzo, nel punto esatto dove voleva arrivare. Offri’ ai presenti, e soprattutto a me, uno spettacolo indimenticabile… ma, naturalmente, a lui nulla importava di chi lo stesse ammirando, ne’ di chi, forse, si stesse chiedendo “ma chi glielo fa’ fare?”. Se gli fosse importato, si sarebbe probabilmente distratto mancando cosi’ l’obiettivo o – forse – avrebbe addirittura rinunciato per timore di fare brutta figura.

Le cose piu’ riuscite nella vita sono quelle fatte senza curarsi delle critiche, ne’ degli applausi…

“Come la rupe massiccia non si scuote per il vento, così pure non vacillano i saggi in mezzo a biasimi e lodi” – Buddha

Dedicato a quel Gabbiano ed a ogni Gabbiano che giace dentro di noi in attesa di spiccare il volo…

 

Cervo a Primavera (R. Cocciante)

Io rinascerò
cervo a primavera
oppure diverrò
gabbiano da scogliera
senza più niente da scordare
senza domande più da fare
con uno spazio da occupare

e io rinascerò
amico che mi sai capire
e mi trasformerò in qualcuno
che non può più fallire
una pernice di montagna
che vola eppur non sogna
in una foglia o una castagna

e io rinascerò
amico caro amico mio
e mi ritroverò
con penne e piume senza io
senza paura di cadere
intento solo a volteggiare
come un eterno migratore…

e io rinascerò
senza complessi e frustrazioni
amico mio ascolterò
le sinfonie delle stagioni
con un mio ruolo definito
così felice d’esser nato
fra cielo terra e l’infinito

e io rinascerò
io rinascerò

Annunci

30 pensieri su “La risolutezza – fare cio’ che si deve

  1. ciao Wolf!
    ma sai che qualche volta è capitato pure a me di andare a pescare a caso qualche mio post vecchissimo e mi sono chiesto:ma l’ho scritto io??? a dire il vero mi sono sempre riconosciuto, o quasi, però nel frattempo sono cambiate molte cose, io compreso e mi accorgo che nel corso degli anni sono comunque migliorato, in questo cambiamento. E ciò mi fa sentire bene.
    E’ anche vero che mi accorgo di quante occasioni ho mancato, ma comunque mi impegno a riprendere in mano il mio viaggio giornaliero, e guardo avanti, quanto più avanti possibile, e sorrido:)
    buona giornata!!!

    Mi piace

    • eh, lo so che sei sempre ottimista tu, caro Claudio! 🙂 Io invece non mi faccio domande su dove avrei potuto essere e, in fondo, anche poche su dove potrei essere domani. Vivo, lavoro, cerco di stare vicino alla mia Lady Wolf e ai nostri animalotti 🙂
      Ecco… c’è un futuro a cui ogni tanto penso… ma non è di questo mondo, né di questo tempo…
      Un saluto, contento di averti riletto 🙂

      Mi piace

  2. l’aforisma di Buddha è una grande chiave di lettura esistenziale, ragionassimo tutti così il mondo girerebbe molto meglio, purtroppo gran parte degli umani vive in funzione dell’altrui giudizio

    Mi piace

  3. Bellissimo il pensiero di Buddha e molto bella anche la canzone di Cocciante.
    Ricordo che fin da ragazzina se avevo un’idea in testa cercavo di realizzarla anche se i giudizi ovviamente non erano sempre a mio favore…ma io sono una testarda (lo sono sempre stata) e se ho qualcosa in mente niente mi fa cambiare idea, questo lato del mio carattere non è mai cambiato 😉 ciò che è cambiato è ponderare meglio le situazioni per non sprecare energie verso mete impossibili 🙂
    Un bacio caro Lupo! 🙂

    Mi piace

  4. Arrivo dopo tanto tempo (tu mai però 😦
    e vorrei nn andarme mai. Viva e fortuna al Gabbiano a quello che è in noi e quello che, povero, rimesta nei rifiuti dei cassonetti delle nostre città.
    Che possano entrambi vivere al meglio.

    “Scegliamo il nostro mondo successivo in base a ciò che noi apprendiamo in questo.
    Se non impari nulla, il mondo di poi sarà identico a quello di prima, con le stesse limitazioni.

    dal libro “Il gabbiano Jonathan Livingston” di Richard Bach

    sherazadeconuninchino

    Mi piace

    • Eh, cara… ormai arrivo sempro meno perfino sul mio blog! 😦 Il compianto Richard aveva ragione, purtroppo per imparare davvero ce ne vuole, e certe cose non le impariamo mai. Come individui e come razza.
      Un caro saluto, e grazie di essere passata 🙂

      Mi piace

  5. Ma non ne sono capace, dentro me vive proprio un gabbiano (il mio primo avatar era proprio un gabbiano di Magritte, lo ricordo perché lo tenni per anni.Ma è un gabbiano malconcio e spennacchiato, incapace di prendere il volo e volteggiare libero sul mare, vivino alle nuvole e al sole.

    Mi piace

    • Come il nostro Jonathan 🙂 Ricordi quel gabbiano con una zampa mozzata che veniva sempre ad aspettare le crocche per i gatti 🙂 Era diventato un mio caro amico 😛 Purtroppo recentemente non lo vedo più, ma è che viene buio presto e loro, i gabbiani, mi pare che non si muovono col buio… 😦 Spero stia bene… 🙂

      Mi piace

  6. Ps: Anch’io molto spesso riciclo i vecchi post… Ora, finalmente!, ne ho postato uno nuovo a cui tengo particolarmente. Mi piacerebbe molto che mi dessi un parere critico e obiettivo (anche, negativo)… Eccomi, Wolf, di nuovo e sempre incapace di essere roccia 🙂 🙂

    Mi piace

    • Verrò sicuramente cara 🙂 Essere contenti che i propri pensieri siano condivisi su Internet non è segno di non essere “rocce”: se non fosse così… perché scrivere su Internet? Tanto varrebbe farlo su uno dei vecchi diari cartacei, o su un file word da tenere per sé. Se si condivide è implicito tenerci affinché ciò che si pubblica venga letto, ti pare? 😉

      Mi piace

  7. Ciao io sono tornato dopo un po’ di mesi che non scrivevo ora sono riuscito a trovare il tempo di sistemare un mio post un po’ più lungo del solito.. Io non posso andare a ripescare vecchi post se no perderei la carica dei posti che visito comunque più volte.. Non so se avrò stimoli di conoscerne altri, perché alla fine è bello visitare questi.. chissà.. A presto!!

    Mi piace

  8. Ho l’impressione (…diciamo così…) che il mio post non ti sia piaciuto. sai, stavo pensando di farne una serie, ho già “intervistato” parecchi personaggi e sono alla ricerca di altri nomi conosciuti e significativi per completare la raccolta. Pensavo che l’intervista a Cesare fosse venuta carina… ma evidentemente sono sono una nbuona critica di me stessa 🙂 🙂

    Mi piace

    • No, no, impressione assolutamente sbagliata! 🙂 Anzi, l’ho ritenuto davvero un bel “lavoro”, sia per ingegno che per “preparazione” storica 😉 Cosa ti ha fatto pensare che non mi fosse piaciuto? 😮

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...