Un minuto – un pensiero di IsaacSky

Oggi voglio proporvi un bel post (almeno per me) di IsaacSky, blog Isaac, che ben si intona con i discorsi recentemente fatti sui pensieri buddisti (lui magari nemmeno lo sa, ma… leggere per credere! 😉 ) con in piu' una vena poetica e sognatrice 🙂



Un minuto
By: IsaacSky
blog: Isaac

E se per un solo piccolo e solitario minuto riuscissimo a spogliarci di tutto?
Prima i vestiti, poi la carne e poi i pensieri, inutili e folli pensieri.
Cosa rimarrebbe?

Rimarremmo noi, piccole esistenze luminose trasportate nel deserto terrestre da un vento tiepido come i tramonti sul Mediterraneo.
Saremmo leggeri come piume perché spogliati di tutto il fardello che la storia ci ha dato, anche i ricordi sparirebbero e le situazioni che li hanno generati.
I rancori, i sogni, le invidie, le offese subite, la pelle raggrinzita, i mali del corpo, … non fanno più parte di voi.
Ma cosa più importante, sparirebbero le illusioni che ci raccontiamo quotidianamente per dare un senso logico alla nostra esistenza,
riusciamo per un minuto ad alleggerirci ?

Forse state camminando o credete di farlo, esistete solo voi e la luce che vi guida, Il resto non conta perché non esiste più, siamo noi ora i satelliti del sole in un alba cosmica che non finirà mai.
E se credete che il minuto sia terminato vi rammento che non esiste un prima e un dopo, ma solo voi e il miracolo dell’universo.
Un viaggio tra i colori del cielo e della Terra che potrete percorrere ogni volta che lo vorrete:
che sia per un minuto o per l’eternità.

tramonto a GE-Nervi

La foto e' mia, si tratta di un tramonto dalla passeggiata Anita Garibaldi a Genova Nervi

Annunci

44 pensieri su “Un minuto – un pensiero di IsaacSky

  1. Se esiste un'altra vita sarebbe veramente cosa grama portarsi dietro lo zainetto.

    ….sai quanto sia scettica sull'aldilà…ma c'è una cosa che vorrei…ritrovare le persone Care che ho Amato….sono conscia di apparire incoerente…è solo un desiderio….fragile come l'illusione riportata nel post.

    Ciao Lupo!

    Mi piace

  2. Che bello alleggerirci di tutte le cose assurde che ci sono di ostacolo e trovarsi solo con la sostanza di noi stessi,quella sostanza che è il nucleo fondamentale dell'esistenza che spesso non lasciamo nemmeno trasparire..
    Certo riunuirsi a coloro che abbiamo amato, che come un anello fondamentale, ci manca ,sarebbe come conciliarsi col mondo e aspirare all'infinito,quell'infinito che è la meta della nostra anima…:)Complimenti bel post ,come tutti quelli che scrivi Wolfghost..tanti sorrisi per te 🙂

    Mi piace

  3. se leggo il testo con dalla prospettiva religiosa, allora si che è una gran bella cosa, perché originariamente eravamo spiriti e non avevamo nessun fardello.

    Io credo che le nostre anime sono  parte di una Grande Anima, a cui faremo ritorno e, forse, sarà luce,  come promette questo testo.

    Grazie!

    Rondine 🙂

    Mi piace

  4. grazie wolf!
    dire che sono onorato è poco!

    la vera sfida del buddismo (una volta raggiunta l'illuminazione) è quella di portarlo nella vita di tutti  i giorni,,,la vena poetica serve da trampolino per distaccarci dalla realtà, come un primo passo verso un cammino diverso.

    un  abbraccio e ancora grazie! (shy)
    Isaac

    Mi piace

  5. Alleggerirmi di tutto?
    Perché no….. è da una vita che mi porto addosso fardelli sempre più pesanti! Sembra impossibile, ma ogni giorno che passa te ne regala uno.
    Ben venga allora questo esercizio, o tentativo, o prova… chiamiamola come vogliamo, di abbandoanre tutto il superfluo e anche quello che non ci sembra tale per provare a sentire la mente libera, Anche solo per un minuto. Inutile che mi metta a pensare al dopo, un dopo che non credo ci sia, mi basterebbe riuscirci ogni tanto qui….

    'notte!!!

    Mi piace

  6. x Jouy: non ho preso le parole di Isaac come relative all'aldilà, ma piuttosto come la possilità di "liberarsi dei nostri fardelli" (paure, illusioni, sofferenze) già in questa vita
    Ciao cara

    x Lory: come scrivevo a Jouy qua sopra, non credo che Isaac parlasse dell'aldilà Comunque la possibilità di incontrare nuovamente i nostri cari è, sotto varia forma. prevista in molte tradizioni religiose
    Un sorriso anche per te:

    Mi piace

  7. x Rondine: io la trovo una bella promessa in ogni caso, perfino rimanendo nel campo psicologico Comunque, di nuovo, non credo che il testo si riferisca all'aldilà, quanto alla possibilità di trascendere già qua e adesso, pure se forse solo per qualche istante…
    Grazie a te

    x Isaac: direi di più: se non sei in grado di portarla nella vita di tutti i giorni… allora vuol dire che l'illuminazione non l'hai raggiunta affatto
    Certo, la "vena poetica" può essere usata anche per questo, anche se le possibili "vie" sono innumerevoli e personali
    Sono io che ringrazio te per queste parole che mi hanno dato la possibilità di tornare su un argomento a me caro

    Mi piace

  8. Non avrei risposto così se non ci fosse scritto:

    poi della carne

    della carne ci si libera solo morendo.

    Spesso mi sono liberata da tutto (mentalmente)….purtroppo in passato. Ora non ne sono più capace. Non ho studiato o praticato yoga. Riuscivo a fare solo deserto..per poco…dopo ritrovavo i soliti problemi ma sapevo affrontarli meglio.

    Oggi sono stata profondamente offesa, mi sarebbe piaciuto fare deserto….ma non sono più buona.

    Forse quando si è più giovani si è più ottimisti. Ciao

    Mi piace

  9. x Valeria: bé, in questo caso però i complimenti vanno ad Isaac: le parole sono sue!

    x Azalea: brava, esatto! Il tema del post era questo di fatto: riuscire ad alleggerirsi di tutto già adesso, in questa vita, non in un'altra che nemmeno sappiamo se ci sarà…
    Buonanotte cara

    Mi piace

  10. veramente un bel post ed è anche bello il gesto di averlo ospitato sul tuo blog consentendoci di leggerlo

    .. un minuto in realtà è uno spazio infinitesino nel quale possiamo racchiudere moltissimo
    un caro saluto

    Mi piace

  11. x Jouy: ah, ecco da arrivava il pensiero dell'aldilà Però non è detto che sia proprio così, pare che i grandi personaggi spirituali riuscissero anche a "liberarsi" della carne, intesa come sofferenza fisica e dipendenza da essa.

    Si narra che il Budda storico morì con grande sofferenza. Quando un monaco "tentatore" andò a visitarlo gli disse "ma se tu sei in grado di guarirti da tutto, perché non elimini anche la malattia che ti sta uccidendo?". Budda, che colse la provocazione delle parole del monaco, che in realtà stava sostenendo che Budda non avesse tale capacità, e "scagliò" la propria malattia contro la porta della sua camera. Il legno della porta iniziò a contorcersi dal dolore in modo così orribile da lasciare atterrito il monaco. Dopodiché Budda riprese la malattia su di sé, facendo capire al monaco che la sua era una scelta: il momento di oltrepassare si stava avvicinando, lui era pronto, non gli sarebbe stato di utilità rimandarlo

    Sono andato a memoria, forse qualche particolare è sbagliato, ma più o meno era così…

    Mi piace

  12. x Alba: grazie, sono d'accordo sulla bellezza delle parole di Isaac, "bellezza" più per contenuto che per forma (anche se è pure scritto bene, eh!), e sono anche d'accordo sul potere che può avere perfino un singolo minuto…
    Caro saluto che ricambio di cuore

    Mi piace

  13. Bello, veramente bello questo pensiero….. è vero…abbiamo molto peso addosso!

    Bisogna levarsi di dosso molte …. "zavorre" ….coraggio…la strada è lunga ma ce la faremo.
    Penso che alla fine…dopo che ci siamo tolti i pesi….ci accorgeremo ….. guardandoci indietro …… che non c'erano…erano…solo un mucchio di niente a cui abbiamo dato "peso"…..

    Un grande abbraccio affettuoso

    Mi piace

  14. x Lucy: sono d'accordo Spesso basta il "senno del poi" per rendersene conto. Certo, alcune cose sono "fisiologiche": gli interessi, come le preoccupazioni, cambiano a seconda dell'eta' e delle esperienze.
    Un caro abbraccio anche a te!

    x Dorame: be', e' un progetto ambizioso, ma… almeno possiamo tendere ed esso e lavorare per avvicinarci

    x Zeroschemi: gia', e soprattutto ci aiutano a focalizzarci e riflettere

    Mi piace

  15. Vorrei proprio liberarmi da tutti i fardelli per incontrare lo spirito o l'anima cosmica di cui siamo  costituiti .Verra' prima o poi anche quel giorno …….Sempre  molto riflessivi i tuoi post.

    Mi piace

  16. Splendida sensazione, difficile riuscire 🙂

    [p.s. Il post "quasi" incomprensibile è solo una riflessione su Gaudí e la sua Sagrada Família. Lui l'avrebbe preferita "interminabile" :)]

    Buon pomeriggio 🙂

    Mi piace

  17. x Ocramasil: certo, è un percorso difficile e lungo… e forse non ci arriveremo mai Ma ciò che importa sarebbe incamminarsi lungo il sentiero: riuscissimo a percorrerne anche solo un pezzo, sarebbe già un grande risultato

    x Missi: interminabile? Ma non era lunga…
    A te invece buona serata!

    Mi piace

  18. Buongiorno Katia In molti avete letto queste parole come relative all'aldilà, ma in realtà, come scritto in altri commenti sia da me che dall'autore stesso, qui si parla più di… libertà "qua e adesso", liberandoci di tutti i nostri fardelli mentali e non

    Mi piace

  19. ed è proprio bello, questo post…certo, sarebbe una meraviglia, poterci spogliare veramente di tutto…ci si sentirebbe assai bene, credo; di certo non è facilmente attuabile…no. Forse, con molta molta concentrazione, un pochino ci si può riuscire….
    tu che dici, Lupo?:)

    Mi piace

  20. che bella riflessione! certe volte vorrei proprio liberarmi della corazza che ogni giorno devo indossare per non essere schiacciata da questo mondo che per me è forse troppo difficile… mi chiedo se sia giusto o no mettermela, la corazza intendo… se ci liberassimo da tutto e rimanesse solo il cuore, quanto sarebbe più semplice la nostra vita? e più bella soprattutto?

    Mi piace

  21. “franceschino”,
    io sono d'accordo su tutto.
    Mi corre però l'obbligo di segnalarti che di queste cose ne parlava un “tizio strano” che si chiamava San Francesco di Assisi. Il quale, di certo, tutto gli puoi dire tranne che fosse buddista.
    Un abbraccio grande.
    SHERWOOD

    Mi piace

  22. …Ciao Wolf, sarebbe bello si..magari imparando a non ascoltare la mente discorsiva, il freddo, nessun dolore ne gioia nulla, forse allora trasformati in pura energia saremo in grado di udire e di comunicare in modo diverso…
    non so non so…

    …bel post, bella riflessione…

    Intanto…di quel che resta ti auguro un buon proseguo di serata…
    Paulèt

    Mi piace

  23. x Azalea: ti accontenti di poco eh! eheheh

    x Stefano: grazie, bello leggerlo

    x Morellina: sì, l'importante è fare passi avanti: anche se non arriveremo completamente all'obiettivo, che in effetti non è certo facile, già sarebbe un grande risultato ottenere qualcosa in questo senso

    Mi piace

  24. x bradirunner: eh, saerebbe molto ma molto più bella e semplice, vero!
    Purtroppo ci è stato insegnato ad essere molto, troppo, guardinghi e sospettosi…

    x Sherwood: ahah assolutamente! E non solo lui! Il pensiero buddista… non è esclusivo dei buddisti: in molte parti del mondo ci sono stati "pensatori" che hanno espresso le stesse conclusioni Forse, se il buddismo ha un merito, esso è aver "schematizzato" un metodo "accessibile", anziché basato molto sulla fede.
    Abbraccione

    Mi piace

  25. x G.: grazie cara E' stata una domenica intensa in effetti, tra poco me ne vado a nanna
    Ricambio l'abbraccio!

    x Paulèt: certo sarebbe bello, eh? A dir poco! Ma già ottere un risultato parziale sarebbe gran cosa!
    Grazie cara, buona notte e buon inizio settimana!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...