Cina e Olimpiadi: maltrattamenti sui gatti

Sissi e elicotteroDi solito non apro post di questo tipo, usando e-mail e massaggi che talvolta appaiono come le famose "catene", ma questa fonte – che gia’ appariva attendibile – e’ adesso ripresa anche dalle testate giornalistiche on-line…



Il Governo cinese, per presentarsi al mondo con una facciata "pulita" – non moralmente, ma solo esteticamente – sta catturando tutti i randagi e portando avanti una politica del terrore in modo che i cittadini abbandonino anche i propri animali domestici. Tutti vanno a finire imprigionati in gabbie all’interno di veri e propri lager e lasciati morire di malattie. Il Daily Mail ha dedicato a questo un lungo articolo con foto scioccanti.

Il governo cinese sta portando avanti una campagna dis-informativa che racconta ai cittadini che i gatti sono pericolosissimi portatori di malattie, li invita a liberarsi dei propri gatti domestici, e ordina a tutti di dare una mano agli addetti alla cattura dei gatti che si trovano per strada (randagi, o appena abbandonati dai vigliacchi proprietari).

I proprietari dei gatti, stupidamente terrorizzati dalla paura delle malattie, abbandonano per strada gli animali, che vengono poi presi dalle "squadre di raccolta".

Guardate questa foto che mostra come i gatti vengono catturati e trasportati verso i lager:
www.dailymail.co.uk/pages/live/articles/news/worldnews.html

La paranoia e’ giunta a livelli tali che sei gatti randagi – tra cui 2 femmine incinte – sono stati picchiati a morte da alcune insegnanti nei pressi di una scuola materna, per paura che potessero trasmettere malattie ai bambini. Ignoranza, insensibilita’ e malvagita’ dei cittadini ben si combinano con il desiderio di massacrare i gatti del loro governo.

Ma in realta’ non ci sono pericoli di malattie, dicono gli animalisti locali, il governo vuole soltanto fare pulizia per le Olimpiadi.

Riportano alcuni testimoni: "In questi posti, abbiamo visto circa 70 gatti tenuti in gabbie impilate l’una sull’altra in due piccole stanze. […] Le malattie si diffondono velocemente, e gli animali muoiono soffrendo una leta agonia. Non vengono nemmeno uccisi con un’iniezione letale quando stanno male, vengono lasciati li’ a morire lentamente. […] Sono i gatti domestici quelli che soffrono di piu’ e che muoiono prima. Molti rifiutano il cibo e l’acqua e si ammalano prima dei gatti randagi."

Christie Yang, dell’Associazione Animals Asia, ha dichiarato: "Siamo molto preoccupati. Abbiamo capito che il governo cinese vuol far apparire Pechino in una buona luce, ma catturare i gatti in un modo cosi’ inumano avra’ l’effetto contrario".

Facciamoglielo capire anche noi, per quanto possiamo, che quel che stan facendo e’ vergognoso e incivile. Innanzitutto evitiamo tutti i prodotti cinesi (e’ difficile, perche’ e’ tutto "made in China", ma proviamoci) e i ristoranti cinesi, e poi possiamo scrivere all’ambasciata cinese in Italia, via mail e fax (mandate anche fax, se potete, o lettere di carta) e firmare questa petizione:
www.firmiamo.it/sterminiogatticinesixolimpiadi

I recapiti dell’ambasciata per scrivere email, lettere, fax, o telefonare:

Ufficio Consolare dell’Ambasciata della Rep. Pop. Cinese, via Bruxelles 56, 00198 Roma
email: chinaemb_it@mfa.gov.cn
Tel. 06-8419942 / 06-97611440
Fax 06-8413467

Fonte:
Daily Mail, Olympics clean-up Chinese style: Inside Beijing’s shocking death camp for cats, 10 marzo 2008
www.dailymail.co.uk/pages/live/articles/news/worldnews.html



Ora, come ho risposto all’amica malteaa che per prima mi ha segnalato questa demenziale situazione, non credo davvero che a questa gente gliene importi qualcosa di petizioni o e-mail di protesta.
L’unico modo sarebbe quello di minacciare il boicottaggio delle olimpiadi, ma… se appena l’altro giorno perfino gli Stati Uniti hanno tolto la Cina dall’elenco dei paesi "canaglia", si puo’ davvero sperare che qualcuno abbia intenzione di inimicarseli per i nostri cari amici?
La Cina e’ la potenza economica (e non solo temo) del domani, tutti lo sanno e nessuno, nessuno! le andra’ mai contro per questo motivo.
Ricordiamoci cos’e’ successo col Tibet! Li si trattava di esseri umani, e nessuno ha fatto nulla. Crediamo davvero che le nazioni si muoveranno per gli animali?
Io non lo credo. Tuttavia potrei anche sbagliarmi, e se c’e’ anche solo una possibilita’ che le pressioni facciano cambiare registro al governo di Pechino… be’, e’ giusto provarci.

Altrimenti credo che perfino Sissi (qua sotto e nella foto in alto) non mi guarderebbe – giustamente – piu’ in faccia! 😉

sissi 2

Annunci

0 pensieri su “Cina e Olimpiadi: maltrattamenti sui gatti

  1. x attimidistella: “convivo è il termine giusto: ci dividiamo la casa” ahahah ti capisco! 😀
    Ti ricopio qui, per comodità, una risposta che ho già scritto spesso: “onestamente… sappiamo che nessuna nazione boicotterà la Cina, così come sappiamo che i nostri, individuali, sforzi, servono più a noi per sentire di aver cercato di fare qualcosa e magari per aver risvegliato qualche altra coscienza, che a cambiare davvero la situazione. Almeno per casi contingenti come questo. Poi… da cosa nasce cosa, e in futuro… chissà…”

    Mi piace

  2. x Evelyndreams: assolutamente d’accordo. Leggi però la risposta che ho dato nel commento subito precedente. Lo stesso Dalai Lama ha detto che boicottare le olimpiadi non servirebbe.

    Mi piace

  3. Wolf.. 😀 Elicottero, volatile… ahahahh! 😀 Porello… E tu non le hai mostrato un’enciclopedia con la foto di un elicottero spiegandole per filo e per segno come si fa ai bimbi che non deve aver paura? :))))
    (io l’avrei fatto, eheheheh… ;))

    Mi piace

  4. x gargattina: i gatti sono bestie intelligenti (a volte mica tanto pero’… ahahah), ma non credo avrebbe capito! ;D

    x Alice: grazie per la bella immagine… chissa’ se ci verranno incontro anche tutti i nostri animaletti… 🙂

    Mi piace

  5. x deborah: grazie, ricambio sentitamente! 🙂

    x Anna: un abbraccio a te (e grazie del caffe’! :D)

    x gwyneed: gia’… poveri mici! Un abbraccio e buona settimana anche a te…

    Mi piace

  6. I cinesi non sono nuovi a questo genere di barbarie. Basta vedere come funziona la vendita della carne nei mercati cinesi…. per non dire altro.
    E’ uno schifo

    Mi piace

  7. Anch’io non credo nelle petizioni, cosa se ne importerebbero. Sono andati tranquillamente avanti per la loro strada, le olimpiadi si sono concluse e dei gatti nessuno ha più parlato. Semplicemente agghiacciante sia l’agonia dei gatti che il silenzio del mondo.

    Mi piace

  8. i cinesi sono dei coglioni,dei faccia di merda e mi verrebbe voglia di ucciderli come uccidono gli animali ed infine legargli il cazzo con il filo di ferro .

    Mi piace

  9. ahah bé, hai certamente le idee chiare Anche se non tutti i cinesi sono così, ne conosco molti che non farebbero del male ad una mosca. Meno male che quelle olimpiadi sono solo un ricordo…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...