Consapevolezza, distrazioni e… buona Pasqua!

Qualche giorno fa è stato il mio cinquantunesimo compleanno, come passa il tempo eh? 🙂

Allo scopo di festeggiare ho pensato bene, lo stesso giorno, di farmi una bella distorsione della caviglia sinistra mentre tornavo da un’escursione sui monti assieme a Lady Wolf e il fido Tom. Tra l’altro ho dovuto giocoforza camminarci sopra un’altra ora e mezza per riuscire a tornare a casa, con le conseguenze che potete facilmente immaginare 😉

Al di là che ci siamo fidati (troppo) di una descrizione del percorso trovata su Internet, sebbene su un sito tematico e quindi – pensavo – affidabile, e dunque avevamo equipaggiamento inadeguato (scarpe da ginnastica, poca acqua, niente cibo – pensavamo di metterci due ore e mezza, ce ne sono volute più del doppio, come peraltro dichiarato su altri siti che descrivevano lo stesso percorso in termini diversi anche come grado di difficoltà), è davvero bastato un attimo di distrazione per mettere il piede in fallo.

La verità è che siamo sempre con la testa tra le nuvole, assorti tra mille e mille pensieri, e quasi sempre di fretta, perfino quando non ce n’è alcuna ragione, al punto di non accorgerci a volte di cosa ci accade attorno. E poi diamo alle nostre vicissitudini il nome “fatalità” 😉

Per carità, ci sono eventi che capitano e sui quali abbiamo davvero zero possibilità di prevenzione, eventi ai quali possiamo solo reagire, ma molti altri, se ci pensiamo, potremmo evitarli essendo semplicemente un poco più… presenti. Provate a farci caso, è davvero così.

E’ insomma la buona vecchia arte della consapevolezza, nell’essere qui e ora. Cosa tanto di moda… a parole, ma molto poco vissuta. Basti pensare a quanti oggi vivono più sui Social che nella vita reale 😀

Ma adesso smetto, altrimenti anche io ci ricado (opssss… )! Magari raggiungo Jones sul divano a guardare i documentari sui dinosauri.

Oh… ieri è stato incollato davanti alla TV a guardarli per quasi un’ora! 😀

Buona Pasqua a tutti! Che possiate… essere presenti! 😉

Advertisements

18 pensieri su “Consapevolezza, distrazioni e… buona Pasqua!

  1. Mi spiace per la tua caviglia caro Lupo, cerca di evitare di sforzarla.. a volte ho come l’impressione che tu tenda ad andare oltre le tue forze 🙂
    Auguri per il tuo passato compleanno 🙂
    Purtroppo è così si vive poco il presente abbiamo troppi pensieri per la testa, invece sarebbe essenziale essere il più possibile presenti a noi stessi momento per momento ci godremmo anche di più le cose senza essere con la mente altrove.
    Buona Pasqua caro amico a te, a Lady Wolf, ai pelosetti e ai pinnuti 🙂

    Mi piace

  2. Spero che oggi la caviglia vada meglio. A volte basta proprio una distrazione di un secondo, un pensiero fuggente ed ecco che arriva subito l’imprevisto….probabilmente eri molto stanco, anche la stanchezza fa brutti scherzi.
    Comunque buon Compleanno in ritardo e tanti auguri per una serena Pasqua a te, tua moglie e tutta la vostra squadra!

    Mi piace

    • Ero anche stanco, vero, ma più che altro penso che pensassi di aver imboccato finalmente la parte finale del percorso (invece poi ce n’era ancora un botto, fatto tra l’altro da menomato) : quando si pensa di esserci quasi, l’attenzione cala e la mente inizia a pensare al “dopo”. E’ notorio che il 90% degli incidenti accade nell’ultimo 10% del percorso, o qualcosa di simile 🙂
      La caviglia va meglio, ma in generale non è che sia proprio un fiore in questo periodo! 😀
      Grazie, e auguri di buona e serena Pasqua anche a te, ai tuoi famigliari ed amici 🙂

      Mi piace

    • Saremo a casa di parenti di mia moglie domani, difficile dire… ma penso che la vera felicità sia una cosa diversa 😀 Non per loro, eh!! Sarebbe uguale con chiunque altro! 😉
      Serena Pasqua a te! 🙂

      Mi piace

  3. Intanto buon compleanno, caro Wolf, nonostante la storta è sempre un giorno da festeggiare. A proposito di storta, è vero che molto spesso tanti piccoli o grandi incidenti accadono per la nostra distrazione, per essere sempre sovrappensiero.

    Mi piace

  4. Ma a volte capita proprio per caso. L’altro giorno ach’io sono caduta, e sai dove?, dentro il mio garage. E’ da una vita che ho questo garage e non mi era mai capitato prima. Vero è che ero sovrappensiero ma… lo sono sempre stata da tutta la vita 😀

    Mi piace

    • Eh, è successo anche a me di farmi male in posti insospettabili 🙂 Forse questo in montagna è stato il più… normale, così come quando mi capitava quando giocavo a calcio da giovane 😉

      Mi piace

  5. Com’è successo? Mah, apro la porta, mi giro per entrare in auto e… mi ritrovo a terra, spiaccicata tra la porta e l’auto, a guardare il soffitto. Sono caduta all’indietro, lunga lunga… Potevo farmi molto male. Invece fortunatamente non è successo niente, neanche un graffio.

    Mi piace

    • E’ andata bene! 🙂 Questo alla fine è ciò che importa. Quando tutto finisce bene… abbiamo l’occasione di imparare, così da non rischiare che ricapiti… e magari stavolta sono dolori 😮 Solo che di solito quando tutto finisce bene non ci fermiamo a farci domande, una scrollata di spalle e tanti saluti. Ed è un peccato 😦

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...