75 thoughts on “Pensare con la propria testa

  1. a volte ragionare troppo stanca
    ma credo che hai ragione
    ho l'idea di te come persona profonda e riflessiva.

    una guida spirituale per chi come me non ragiona quasi mai.

    buona domenica

    ciao….

    Mi piace

  2. E lo sapevo che sei un amico: non solo sei saggio – grandissimimamente saggio, ma doni anche la speranza che le cose possano cambiare… e mi riferisco all'orario… e non solo …
    Splendido pomeriggio domenicale per tutti voi

    Mi piace

  3. Pensare con la propria testa ti permette di essere libero dai pregiudizi. Al contrario si ritiene di essere liberi di fare quello che si vuole quando non si vedono i fili che ci manovrano come marionette.

    Mi piace

  4. x Saganne: Non sono per il ragionamento "a tutti i costi", ma quando è necessario è meglio fermarsi e pensare Cosa che sono certo fai meglio di me e tanti altri
    Grazie e buon inizio settimana a te

    x Raggio: le cose cambiano cara, anche se non sempre nella speravamo prendessero
    Buon inizio settimana a te

    Mi piace

  5. io, più vado avanti a visitarti, più mi rendo conto di quale persona preziosa sei.
    Per tutti.
    Ho letto tutti i commenti che ti fanno.
    Sei davvero un ragazzo d'oro, "franceschino". paziente, ironico, riflessivo, senza pregiudizi.
    Ti abbraccio davvero con piena partecipazione. E ti  auguro davvero lunga vita. te la meriti tutta.
    e verrò a genova, come ti avevo promesso, solo per il piacere di conoscerti personalmente.
    mauro

    Mi piace

  6. x Dolcelei: ne dubito cara, non e' il primo disastro a colpire l'umanita' civilizzata dimostrando che non tutto puo' essere prevenuto. Cio' che impareremo e' come cercare di proteggerci un po' di piu'. Tutto qua
    Buon inizio settimana!

    x Mauro: grazie caro, sei gentile come sempre

    Mi piace

  7. Nn discutere è più semplice, nn confrontarsi ed ascoltare l'altrui pensiero è più comodo perché annulla la fatica che si deve fare per rivedere il nostro pensiero, analizzare, sconfessare…essere addirittura disposti a trovare errori di valutazione, pensieri incoerenti, pregiudizi.
    Si sceglie una linea, spesso dettata da altri, in grado di compensare uno dei difetti peggiori della nostra epoca, l'ignavia.
    Pensare con la propria testa nn è solo pensare… è guardarsi intorno, riflettere, informarsi, ragionare, leggere, cercare informazioni, opinioni, altri punti di vista e poi fermarsi ad analizzare, trarre insegnamenti ed essere ancora disposti a rimettere tutto in gioco per una parola, un concetto che ti era sfuggito…ma tutto questo è già pronto, un self service concettuale dove vai e prendi all'occorrenza quello che più ti aggrada.
    Poi scrivi ed aspetti, con un click saprai a chi piace e a chi nn piace il tuo pensiero ed ecco servita la nuova era dei social network.
    Facile no? ;)

    Buon pomeriggio Wolf :)

    Mi piace

  8. x Missi: vero. Vedi, accettare di mettersi in gioco puo' voler dire accorgersi di aver sbagliato fino a quel momento e dover ricominciare da capo. Poco importa se quella che si sta facendo è la strada sbagliata
    Buona serata a te, Missi!

    Mi piace

  9. Ci siamo venuti apposta, cara Terra. 

    Proprio in questo momento, 

    in quest'epoca, 

    in questa particolare confusione delle cose. 

    Siamo venuti a celebrare il cambiamento 

    che pazientemente hai preparato, 

    dalla profondità delle ere, 

    per noi. 

    Ci vorranno ancora un pò di anni… 

    ma tutto è già iniziato. 

    Tutto sta lavorando per questo, 

    e lo fanno perfino le cose storte, 

    che vanno comprese e raddrizzate, 

    nella maniera giusta per tutti. 

    Quelle cose storte che adesso ci fanno tanta rabbia, 

    e che ci fanno perdere ogni speranza. 

    Ma un domani, 

    un domani che non è tanto lontano 

    e nel quale stiamo già camminando dentro, 

    tra mille dubbi, 

    paure, 

    e angosce del futuro… 

    a tutte quelle cose storte renderemo onore, 

    per averci spinti con tale fermezza 

    alla decisione di voler cambiare, 

    per tutti noi, 

    tutti insieme. 

    Ci siamo venuti apposta, cara Terra. 

    Per lasciarci crescere da Te.

     

    (Un abbraccio stretto amici miei

    -con affetto-

    Cristina)

    Mi piace

  10. L'incapacità di pensare con la propria testa è il maggior limite della nostra democrazia, caro wolf. La maggioranza dei nostri amici e lettori tende a schierarsi e troppi pensano che democrazia significhi far prevalere le idee giuste, che ovviamente sono le loro. Tutte queste cortesi e oneste persone, in gran parte intellettuali, quasi sempre in buona fede, sono tragicamente vicine all'adorazione del pensiero unico, interpretano la politica come una religione, e non capiscono che l'avversario (il nemico) possa avere, anzi quasi sempre ha, almeno in parte,  ragione. L'instaurazione forzata del bipolarismo in Italia, che per tradizione e cultura è multipolare, ha aggravato la situazione, agevolando persino il risorgere del culto della personalità, che dopo l'esperienza mussoliniana, si pensava di avere seppellito per sempre. Come potremo risollevarci e costruire una vera democrazia se le stesse persone che dovrebbero educare le nuove generazioni a valutare fatti e persone con un sano spirito critico, ne sono esse spesse prive, perché travolte da un vortice di partigianeria e bellicosità. Ricordiamoci che l'incapacità di dialogare conduce sempre alla dittatura, di uomini o di partiti, l'ansia di pulizia può condurre alle epurazioni di massa, la violenza del pensiero e delle parole genera prima o poi la violenza dell'azione, il desiderio di un capo a cui affidarsi trasforma i cittadini in sudditi. Qualcuno si lamenta per la mancanza di un capo carismatico dell'opposizione in Italia; dovrebbe invece rallegrarsene, perché significa che ancora un termine orribile come quello dell'egemonia non è riuscito a trovare la propria espressione politica; significa che c'è ancora una speranza di pluralismo.

    Mi piace

  11. Leggendoti mi sono venute in mente quelle infernali trasmissioni televisive dove tutti parlano uno sull'altro ed è motivo di vanto non permettere alla controparte di finire un discorso che sia uno. D'altra parte rifugiarsi negli slogan e nelle frasi fatte è facile ma anche rassicurante per molti spettatori.
    Rassicurante, certo, ma ci lascia al punto di prima. A me a volte piacerebbe approfondire certe questioni, anche a costo di scoprire che ho torto, ma più la questione è complessa e più il politico o il giornalista di turno preferisce rifugiarsi nelle frasi fatte.
    Non è solo questione di pensare con la propria testa, a volte, ma anche e soprattutto di ascoltare qualche persona informata sui fatti. Questo clima perenne da curva ultra non permette se non con grande difficoltà di elaborare ragionamenti complessi o di informarsi a fondo su qualcosa.
    Molti però sembrano trovarlo riposante, e appena qualcuno comincia a fare qualche distinguo o a dare qualche particolare viene subito fatto tacere a colpi di slogan.
    Tutto ciò, prima ancora di irritarmi, mi ANNOIA a morte.

    Mi piace

  12. x Cristina: al di la' di essere o meno cosi' ottimisti, non si puo' non apprezzare un tale messaggio di speranza

    x Diaktoros: il tuo commento mi e' piaciuto ed apprezzato molto Hai certamente ragione anche sulla questione del "capo carismatico", quello che manca casomai e' un "disegno" chiaro, che sia anche costruttivo e non solo distruttivo.

    Mi piace

  13. x Murasaki: grande Murasaki, concordo appieno Io a volte mi irrito, ma a volte mi scopro una certa spontanea ilarita' … che pero' sarebbe meglio nascesse da settori piu' prettamente cabarettistici, e non dalla politica

    x Mauro: ahahah Berlusconi non saprebbe nemmeno dire dove sto di regione, sono anzi certo che sbaglierebbe di un migliaio di chilometri circa 63? Cosa vuoi che siano? Un tempo ne avresti trovati il doppio nella meta' dei giorni, o quasi

    Mi piace

  14. Nessuno è disposto a mettersi in gioco, il che invece, a mio avviso, è un mezzo per la crescita. Se qualcuno sembra ascoltare l'altro, cercando di vedere le cose sotto una prospettiva della propria, viene indicato come debole, o peggio ancora fragile, a dispetto dell'intelligenza.
    E' una delle peggiore dittature perché strisciante. E ancora una volta, mi ritrovo ad essere d'accordo con le tue riflessioni.

    A presto e grazie!

    Rondine

    Mi piace

  15. Anche a me è piaciuta molto l'osservazione di Diaktoros sul capo carismatico. In effetti confesso di averne fin sopra i capelli di capi carismatici. Vanno benissimo nei gruppi rock, ma in politica vorrei qualcosa di meglio del culto della personalità, ecco ^__^

    Mi piace

  16. Scusami Wolfghost,  se intervento sulla risposta di un certo "Mauro", ma difronte a dice di SPACCARE LE VETRINE NELLA TUA CITTA'…..e se ne VANTA e dice che è l'unica opposizione questa….non si può restare indifferenti e sai cosa ti dico? MI TENGO QUESTO GOVERNO, con tutti i suoi pregi e difetti, perlomeno posso tenere la mia vetrina interamente allestita dalla NON VIOLENZA.
    Vorrei chiedere a quel Mauro, se non è arrivata l'ora di fare UNA SERIA OPPOSIZIONE, e forse anche un po' di AUTOCRITICA.

    In un Paese civile, la funzione e la forza dell'opposizione in BASE AI PROGRAMMI del Governo  è importantissima. In Italia, sappiamo, che questa opposizione sembra non abbia altri argomenti da proporre alla popolazione che non girino intorno alla persona del Presidente del Consiglio e,  a proposito delle minorenni, credo che quelle cosiddette minorenni (comprese le mammine che le hanno educate) ne sanno più di me e di tante altre donne compreso
    e  altre minorenni che studiano per il futuro, o si guadagnano il pane quotidiano onestamente.
    Chi ha orecchie intenda…diceva Qualcuno.

    Il bello della democrazia è che si può esprimere le proprie idee senza violenza da chi la pensa diversamente.

    Un caro saluto e a presto!

    Rondine

    Mi piace

  17. Figurati, cara Rondine Tu puoi dire la tua cosi' come lui, e gli altri, hanno detto la loro Personalmente sono piu' vicino alle tue posizioni (penso che questo Mauro l'abbia capito e non si offende di certo), anche se posso capire che l'esasperazione di certe situazioni, generali o contingenti che siano, possano spingere ad essere piu' "estremisti"…
    Un caro saluto e a presto!

    Mi piace

  18. Eh si purtroppo è vero e molto triste ciò che scrivi. Se chiedi un parere ad una persona su questi argomenti è solo un copia-incolla di frasi sentite/lette mal assorbite. Manca il ragionamento.
    E manca il voler ascoltare.
    Non sono esperta nel settore, ma più informata di altri (sia per quel che studio sia perchè sono sempre stata interessata a questi argomenti) si.
    E non c' è verso di provare a spiegare. Ascoltare una spiegazione è palloso.
    Perchè per ragionare da solo, hai bisogno di informazioni. Ma è noioso.
    Quindi la tendenza è aspettare che qualcun altro dica una frase che riassuma il tutto e ripeterla a pappagallo.
    Esempio del nucleare.
    "sono favorevole perchè abbiamo bisogno di energia" "E non possiamo utilizzare le "energie alternative" ?" "No perchè costano" "Ma..non è vero".
    "si l ha detto tizio" "Ma ti sei informato" "costano"  e questa è una delle tante "conversazioni" che ho avuto in questi giorni. Deprimente.
    E pensare che oggi, grazie ad internet, l' informazione è alla portata di mano di tutti. Basta cercare. Ma si fa prima a fare "click" guardare due "opinionisti" che dibattono su argomenti spesso a loro sconosciuti, registrare mentalmente, e ripetere.
    E io mi domando perchè ho puntato il mio futuro sulla scienza. :(

    Mi piace

  19. E' anche vero che su Internet si trova tutto e il contrario di tutto
    Personalmente credo che su determinati argomenti la decisione vada lasciata a chi esperto lo è veramente, non a una persona sola che puo' sempre essere in errore, ma ad un pool che possa valutare attentamente tutti gli aspetti. Ma se non si mettono d'accordo nemmeno tra di loro… come possiamo aspettarci che si mettano d'accordo sessanta milioni di persone?

    Mi piace

  20. E si' ci piace piu' essere ascoltati che ascoltare, c'e' tanta confusione e caos. Oggi ci si accorge che siamo stati tante pecore che sono andate dietro ad un potere occulto negativo e ora la terra e' contaminata. Non perdo la speranza dei dialoghi anche se accesi,  se anche non sono compresa oppure io non comprendo l'altro,  so' con certezza che un giorno le parole dette mi verranno di nuovo alle orecchie e le collego per ampliare il mio orizzonte..
    La mia mamma diceva sempre – la vecchia non voleva morire perche' non aveva imparato e compreso abbastanza.. – non ci bastera' tutta la vita per comprendere..Bella riflessione sempre occhi aperti e orecchie ben acute..hai…un sorriso e gioia nel cuore anche se oggi siamo nell'oscurita'…un abbraccio wolf

    Mi piace

  21. x Kjya: eheheh magari tua mamma avesse ragione! Magari ci fosse concesso di vivere fino a quando non abbiamo imparato tutto! Vivremmo davvero in eterno
    Vero: quante volte la gente non ascolta nemmeno quando "dialoga"! Si vede che mentre l'interlocutore parla loro stanno gia' pensando solo a cos'altro possono aggiungere!
    Grazie cara, un abbraccio!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...